Annunci

°° COSMOPOLITAN Italia VS ECOLOGISTI °°

Carissimi lettori..
C’è un sassolino dalla scarpa che da tempo vorrei togliermi. E se si parla di Cosmopolitan (mensile femminile) la scarpa dal quale toglierò il sassolino sarà sicuramente una décolleté tacco 15.
Sono abbonata a questa rivista da un pò di mesi, avendola trovata interessante e dagli argomenti variegati.
Ovviamente, come vale per tutti gli altri giornali, so bene che non tutte le rubriche avranno argomenti concordanti col mio stile di vita.
Mi pare scontato trovare pubblicità di pellicce, di cosmetici testati su animali & co, e di questo non ne faccio un enorme dramma in quanto so che dietro c’è un business economico. Sta al lettore filtrare i consigli delle riviste e separare quelli negativi da quelli positivi, in base alla propria coscienza.
Dunque, se rientra nella norma trovare ricette a base di animali nella rubrica Food, non lo è invece trovare critiche sulle persone ecologiste nella rubrica YOUUNIVERSE.
Mi spiego meglio.

cosmo dicembre 2012

Questo mese, come avviene tutti i mesi da quando ho fatto l’abbonamento a Cosmo, ho sfogliato la rivista.
Tra gli articoli di moda, vestiti, make up ecc mi sono soffermata su quella focalizzata sugli uomini, giusto per vedere cosa avevano da consigliarci per il mese di dicembre le “super esperte”.
Questo mese si parlava di ROMPISCATOLE, ovvero uomini appartenenti a distinte tipologie da saper individuare ed evitare.
E fra i vari “tipi di uomini” noto con stupore la scritta ” l’ecologista “.
Inizialmente mi sono chiesta << Ecologisti uomini da evitare? Perchè? >> , così ho letto per cercare di comprendere.

Ecco a voi immagine e descrizione comparsa su Cosmopolitan di Dicembre 2012:

cosmopolitan ecologisti

“Ecco i nuovi uomini-fregatura”

L’ECOLOGISTA

– si lava i capelli sotto la doccia solo 1 volta alla settimana per non consumare acqua.

– tiene la barba lunga (anche rasarsi può essere uno spreco idrico)

– t-shirt (magari in canapa) che invita a salvare il pianeta o le balene.

La sua passione per l’ecofriendly può sembrarti sexy,finché non ti guarda dall’alto in basso perché alla bici preferisci l’auto. e va bene rispettare la natura, MA NON VORRAI MICA SENTIRTI UNA ASSASSINA TUTTE LE VOLTE CHE MANGI UNA BISTECCA?
Un trucco per smascherarlo:se ti chiede se il succo che stai bevendo è bio,è possibile che sia un ecologista monomaniaco all’ennesima potenza. cautela!

 

Io non ho mai letto una versione così stereotipata di una persona ecologista!!
Non so se le signorine di Cosmopolitan si siano rese conto di che razza di critiche fuori luogo hanno mosso nei confronti degli ecologisti.
Credono di fare le saputelle ma in realtà non ci hanno azzeccato.
1) Essere ecologisti non vuol dire non lavarsi. E anche “se fosse così per dire” o per riempire due righe di una rivistuccia, non c’è nulla di simpatico. Le persone che seguono uno stile di vita ecologico si lavano eccome, magari usando l’acqua in maniera limitata (tipo chiudendola mentre ci si insapona) o utilizzando saponi e shampoo totalmente biodegradabili. Ma in tutto questo non vedo nulla da criticare, anzi, sono accortezze che dovrebbero avere tutti visto che l’acqua è un bene prezioso che non va sprecato!
Per quanto riguarda il lavarsi i capelli una volta sola sotto la doccia, credo che tutto dipenda dalla tipologia di capello che una persona ha.
Ma è inutile girarci intorno: le simpaticone di Cosmo volevano sottolineare che l’igiene di un uomo ecologista è precaria.
Forse non sanno che esistono al mondo persone anti-ecologiste che hanno paura di mescolare l’acqua col sapone.

2) Non tutti gli ecologisti hanno la barba lunga per evitare di sprecare acqua. 
Volevate davvero fare una battuta simpatica?
Che trovata ridicola.

3) Indossare magliette in canapa o con stampe dal messaggio etico è COOL. Molto meglio una maglietta dallo slogan “Go vegan!” che una griffatissima realizzata con cotone scadente da operai cinesi sottopagati.

4) Essere “ECOFRIENDLY” oltre ad essere una passione, è uno stile di vita. E questo non rende un uomo ecologista una pessima persona che guarda le altre dal basso verso l’alto solo perchè quest’ultime non seguono lo stesso stile o solo perchè utilizzano l’auto invece della bici anche in iverno.
Semmai, è l’uomo ecologista che in questo articolo è stato visto dal basso verso l’alto!

5) Non ho mai conosciuto una persona ecologista fissata con il biologico. Ciascuno fa il possibile. L’alimentazione biologica oltre a dare benefici alla Terra ne dispensa molti anche a chi mangia i prodotti provenienti da questo tipo di agricoltura.
Ma questa è una scelta personale.

Ma la cosa su cui vorrei soffermarmi principalmente, è la frase ” MA NON VORRAI MICA SENTIRTI UNA ASSASSINA TUTTE LE VOLTE CHE MANGI UNA BISTECCA “.
Questa è stata la corona di questo articolo-re di stronzate!
Beh, forse le scrittrici di Cosmopolitan sono talmente impegnate a mettere in carica i vibratori che si dimenticano di cosa c’è la fuori.
Il mondo non è solo sesso, cibo, viaggi, spa e vip come trapela da questo mensile.
Spesso ci si dimentica (e qui pare addirittura non lo sappiano!!) delle cose reali.
Cose che spesso sono TRAGEDIE per qualcuno.
In questo caso, I MATTATOI sono scenari di milioni di tragedie quotidiane, che si compiono durante tutta la giornata, lontano dalle camere da letto strapiene di sex toys delle scrittrici di Cosmopolitan.
Gli animali, se non si era ben capito, sono esseri viventi, appartenenti al Regno Animale e dotati di sentimenti, oltre che di sistema nervoso in cui sono presenti i nocicettori.
Un animale preso con la forza e ucciso brutalmente soffre durante la sua morte.
E quando si parla di MORTE è sottinteso che si parli anche di ASSASSINIO.
Quindi sì, chi addenta una bistecca fa bene a sentirsi un’assassino, perchè lo è.
Tra l’uccidere una mucca e il mangiare un Hamburger non cambia niente: chi commissiona con la propria scorretta alimentazione l’uccisione di esseri viventi innocenti, è un assassino proprio come chi li uccide.
E facciamo pochi discorsi-cazzate della serie “la catena alimentare”, “il pesce grande mangia quello piu’ piccolo” e “anche le verdure sono esseri viventi”.

animali da “carne” <– guardate pure il video.

Siamo quasi nel 2013: non ci sono più scuse che tengano.
L’alimentazione vegana è accessibile a tutti e dovrebbe essere la scelta di tutti, in quanto è un dovere morale smettere di uccidere gli altri abitanti del Mondo lasciandogli la libertà di poter vivere.

Con questo mio articolo vorrei invitare la redazione di Cosmopolitan a smettere di (s)parlare sull’ecologia, sulla dieta vegan e sull’animalismo.
Prima di criticare stili di vita nettamente più etici dei vostri, almeno abbiate l’accortezza di documentarvi.
Sarete anche delle maestre nel dare consigli sul sesso cattivo nel vostro giornale sempre più ninfomane,
ma sui temi sopra citati, davvero non ne sapete un Cazzo.

Annunci

Informazioni su Carmen Luciano

Hai trovato i miei articoli interessanti? Ricevili direttamente via email sottoscrivendo al mio blog Think Green Live Vegan Love Animals ! ^-^

Pubblicato il 17 dicembre 2012, in ° Critiche ° con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Assolutamente d’accordo! Scrissi qualche anno fa sia a Cosmopolitan sia ad un’altra rivista e venni ignorata. Ma mai come su Natural Style: lì il direttore pensò bene di tagliare la mia lettera “ad arte” facendola apparire con un contenuto totalmente diverso e deridendomi nell’angolo delle “risposte del direttore”.

    Io sono giornalista da più di cinque anni e ritengo che queste persone dovrebbero fare il ben più utile mestiere del giornalaio!

Lascia un commento :)

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: