Archivi Blog

°°[Montecalvoli] Trovati Uccisi altri 6 Gatti°°

Ancora agghiaccianti notizie dalla frazione Montecalvoli, del Comune di Santa Maria a Monte (Pi).
Dopo la morte di due gatti, fra cui Cenere che per qualche giorno ha lottato per sopravvivere, Debora N. denuncia sul suo profilo Facebook il ritrovamento di altri sei gatti uccisi.

Gli animali erano di una piccola colonia che si era formata col tempo, e che Debora accudiva portando loro da mangiare tutti i giorni. Si trovavano proprio vicino casa sua, in un edificio mai completato che era diventato il luogo dove questi felini trovavano da tempo riparo.

Alcuni dei gatti della piccola colonia di Debora



Li ho trovati morti uno a pochi metri dall’altro. Li hanno uccisi tutti” spiega Debora.

I gatti sono stati trovati deceduti, lasciati a terra. Forse anche loro, come Cenere e l’altro gatto deceduto, sono stati colpiti con un’arma a pallini. Armi che non lasciano tracce, ma che feriscono mortalmente.
Uno dei mici è stato trovato agonizzante, ed è morto senza che potessimo fare qualcosa” ha aggiunto.



Le strazianti foto di Debora N.


Sono stati avvertiti nuovamente i carabinieri e i vigili del luogo, che sono giunti sul posto per prendere atto dell’increscioso avvenimento.

Nella giornata di domani, mercoledì 17 marzo 2021, Debora porterà il corpo di uno dei gatti presso un medico veterinario per accertarne il motivo del decesso.


Nel giro di una settimana sale quindi a 8 il numero di vittime innocenti decedute per mano di una persona squilibrata.
Persona alla quale si spera presto di dare un volto e un’identità, e una punizione esemplare.
Il sindaco di Santa Maria a Monte Ilaria Parrella ha infatti invitato la cittadinanza a rivolgersi ai vigili urbani in caso di conoscenza d’informazioni utili per risalire all’assassino.

0572 61680
poliziamunicipale@comune.santamariaamonte.pi.it

AGGIORNAMENTO DEL 17.03.2021

Ho da poco sentito Debora, che oggi ha portato uno dei corpi dei gatti presso un ambulatorio veterinario.
Stando a quanto detto dal medico, i gatti sarebbero stati tutti avvelenati.


Di questo triste caso ne ha parlato anche Il Cuoio in Diretta.
Ringrazio il giornalista Nilo Di Modica per il suo articolo.

°°[Montecalvoli] Sindaco dalla Parte degli Animali: Caccia al Killer di Gatti°°

Aggiornamenti sulla triste vicenda dell’uccisione di Cenere e un secondo gatto nella frazione di Montecalvoli.

Ieri la notizia della morte del felino è stata condivisa massicciamente sui social network. Le persone indignate da tale gesto incivile sono state tantissime, così come le email inviate agli indirizzi del Comune di Santa Maria a Monte, di cui fa parte la frazione Montecalvoli dove è avvenuto il fatto.

Dopo qualche ora dall’invio delle nostre richieste d’intervento, il Sindaco Ilaria Parrella ha pubblicato quanto segue sulla sua pagina ufficiale Facebook:


Il Sindaco ha così preso le distanze da tale gesto, condannandolo moralmente, ed invitando chiunque abbia informazioni a rivolgersi alla Polizia Municipale per telefono o email.

0572 61680
poliziamunicipale@comune.santamariaamonte.pi.it

Spero che chi è arrivato a tanto sappia che l’intera comunità è alla ricerca della sua identità, e che presto venga individuato e punito per il suo gesto ignobile.

Invito inoltre le persone civili e sensibili, in tutta Italia, a sbarazzarsi di armi a pallini in caso un parente ne sia in possesso, e fare in modo che esse non vengano acquistate. Sono fin troppi gli animali che perdono la vita a causa di questi strumenti che non dovrebbero esistere.


Questa che segue è un’altra delle tante segnalazioni che mi sono giunte dopo aver dato eco alla triste notizia di Cenere. Il numero di vittime non si conta.

«Venerdì scorso ho trovato un piccione che si nascondeva sotto una panchina. Il veterinario gli ha tolto un pallino da un’ala. Non potrà più volare a causa della frattura riportata. Resterà con me, ma resta il fatto che qualcuno per puro divertimento lo ha impallinato togliendoli il diritto di volare libero».



Carmen

°°E’ Morto Cenere, il Gatto Colpito da un’Arma a Pallini°°

Non ce l’ha fatta il secondo gatto colpito da un’ignoto in possesso di un’arma a pallini.
Anche Cenere è morto dopo giorni di sofferenza.
Come vi avevo raccontato in un articolo precedente, il felino era tornato a casa in condizioni disperate.
Dal veterinario l’agghiacciante scoperta: un pallino vicino al cuore. Troppo piccolo il corpo estraneo per intervenire con un’operazione. A nulla sono valse le cure iniziate e portate avanti nell’ambulatorio veterinario che lo ospitava.

L’annuncio della morte del povero animale giunge dal profilo di Debora N, che da anni lo teneva con sé come membro della sua famiglia.

«Il mio bellissimo Cenere non c’è più, è morto! Volevo nuovamente ringraziarvi per tutto l’affetto e l’appoggio di questi giorni. Avrei voluto scrivere diversamente.. Non ho più parole per descrivere il nostro dolore»

Con due gatti morti a seguito delle ferite, e una denuncia contro ignoti, ho sentito la necessità di scrivere al Comune di Santa Maria a Monte, del quale Montecalvoli è frazione.
Urge infatti che qualcuno di competenza intervenga a far luce su questo triste fatto. Serve che l’identità di chi si arma per ferire e arrecare dolore gratuito abbia un nome e un cognome. Servono pene severe, affinché nessuno osi emulare tali gesti, e che l’autore riceva supporto psicologico per imparare nuovamente a integrarsi nella società.

Potete unirvi anche voi, scrivendo un messaggio al Comune di Santa Maria a Monte ai seguenti indirizzi:
urp@comune.santamariaamonte.pi.it
info@comune.santamariaamonte.pi.it

Gentile Comune di Santa Maria a Monte,
apprendo con enorme dispiacere e indignazione dagli articoli del blog Think Green – Live Vegan – Love Animals della blogger Carmen Luciano che nella frazione di Montecalvoli il 9 marzo scorso sono stati feriti due gatti con un’arma a pallini. Entrambi gli animali, amatissimi dalle famiglie che li avevano con loro, sono morti. Il primo è deceduto nel giro di poche ore, il secondo (di nome Cenere) si è spento nell’ambulatorio veterinario dove era stato portato in condizioni disperate. Il grave fatto è stato riportato anche da un quotidiano.
Nessuno dovrebbe mai rientrare a casa ferito gravemente e lottare fra la vita e la morte.
Scrivo questo messaggio per esortarvi ad interessarvi a questa vicenda accaduta in un’area di vostra competenza.
E’ evidente che qualche cittadino, e Montecalvoli ne conta poche migliaia, si stia divertendo con la vita altrui in pieno centro abitato. Mi unisco alle richieste che vi stanno giungendo affinché si faccia luce sull’accaduto e si scopra l’autore di questi gesti ignobili. Chi impugna un’arma per ferire senza alcun motivo delle creature indifese merita di essere punito per il gesto, e aiutato psicologicamente a superare atteggiamenti incivili che potrebbero un giorno essere dannosi anche per le persone.

Distinti saluti.

Nome, Cognome, Città



Ringrazio già da ora tutte le persone che vorranno unirsi all’invio di un messaggio al Comune di Santa Maria a Monte.
Un abbraccio colmo di affetto a Debora N. e alla sua famiglia, che in questi giorni stanno vivendo momenti di drammatico sconforto e sofferenza a causa della disumanità altrui.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: