Archivio mensile:febbraio 2012

°° Ristorante Vegetariano PITAGORA °°

Intervista al titolare del ristorante vegetariano PITAGORA – Marina di Massa.


Caro Ristoratore, da quanti anni sei diventato vegetariano?
Sono vegetariano da 7 anni.

Potresti raccontarci come è avvenuta la tua “conversione” alimentare?
I miei primi 30 anni sono stati da carnivoro, amavo carne e pesce, soprattutto. Ad n certo punto mi sono reso conto di quanto fosse sbagliato nutrirmi di cadaveri e far pagare ad esseri innocenti con la vita la sublimazione dei miei peccati di gola. cosi ho detto basta, e da allora combatto la mia battaglia non solo personale ma anche sociale.

Quali difficoltà hai incontrato durante il tuo percorso vegano?
Nessuna difficoltà. Fortunatamente il cibo non da dipendenza .
Come in tutte le cose, la differenza la fa sempre la motivazione che ti muove…..

Hai un’attività ristorativa vegetariana. Raccontaci come è nato il ristorante vegetariano PITAGORA.
Ho lavorato per 12 anni come ragioniere nell’azienda di famiglia. Non ero felice, anche se la retribuzione era buona. Un giorno passeggiavo per Carrara e vidi un piccolo ristorante che davano in gestione. Non avevo mai lavorato neppure un giorno in un ristorante ma decisi di buttarmi……. e dio solo sa quanto benedico quell’intuizione! Oggi, a 3 anni di distanza, seppur in un luogo diverso da Carrara, sono una persona, finalmente, felice. Non è da tutti andare a lavorare col sorriso. Io, a 33 anni, ci riuscii.

Dicono che i ristoranti con soli piatti vegan abbiano poca economia e clienti. Cosa ne pensi?
Penso che in parte sia vero. Ovviamente non serve essere economisti per capire che una proposta che soddisfi tutti i palati dia risultati economici migliori. Specie sul mare, dove piatti a base di pesce sarebbero di sicuro piu richiesti…..Molti evitano per preconcetto un ristorante vegetariano. Molti vegetariani e vegan dal canto loro vanno ad alimentare ristoranti cinesi e pizzerie, risparmiando qualche euro ma di certo infilando i propri denari nelle tasche di chi si arricchisce sulla vendita di cadaveri…. e queste è una pessima cosa, che molti pero’ giustificano col fatto di voler assecondare ‘il gruppo’. Con un ristorante vegetariano, si sa fin dall inizio, si fa fatica, non si diventa ricchi, si rischia il proprio denaro. Pero’ se una persona è pronta a scommetterci e ci mette capacità impegno e lungimiranza….. ce la puo fare.

Cucineresti mai piatti a base di animali?
Assolutamente NO. Se mai fossi costretto a chiudere il mio ristorante, cambierei radicalmente lavoro. Non mi vedrei mai e poi mai in una cucina diversa dove girano cadaveri. figuriamoci toccarli! E poi….. un buono chef deve assaggiare cio che cucina…… e questo basta per escludere a priori questa cosa!

Il piatto più richiesto al Pitagora?
Ravioli di tofu e borragine in salsa verde di pistacchi, tordelli di seitan al ragu vegan, wellington di soia con patate al profumo di tartufo bianco

Dai un consiglio ai giovani che vogliono diventare vegan.
Seguite il vostro cuore! non fate che la società vi assorba in scelte onnivore che non ritenete vostre. non abbiate paura della vostra ‘diversità’, ma assecondatela. la svolta vegan è un esperienza che auguro a tutti, la miglior rivoluzione possibile !!!

Ringrazio il Titolare per l’intervista concessa.

 

Ristorante Vegetariano Pitagora
Via Adelina Zini, 58
Marina di Massa
http://www.ristorantepitagora.it  

Qualche immagine del locale.

pitagora

ristorante


UPDATE: Il Ristorante Pitagora dal 16 Settembre 2015 non sarà più 100% veg, bensì retrocederà ad onnivoro proponendo menù a base di animali acquatici.
Per tutte le info cliccare QUI .

°° Prodotti baby bio & eco non testati su animali.. alla Coop °°

Nei supermercati Coop nel reparto dedicato alla cura e all’igiene dei più piccoli sono arrivati tanti prodotti biologici ed ecologici per neonati. Il marchio è FLORA Laboratori di natura, e i prodotti in vendita sono realizzati con materie prime vegetali. Flora non testa nè ingredienti, nè prodotto finito su animali. Infatti sulla confezione è chiaramente indicato che essi sono approvati da I.c.e.a per LAV e hanno il noto simbolo del coniglietto bianco che indica il Cruelty Free.

Prodotti Flora

Miscela dal profumo dolce e caldo.

La miscela Bimbio è un aroma naturale per alimenti e trova il suo utilizzo anche nelle lampade per aromi e vaporizzatori per purificare e profumare gli ambienti aggiungendone 4-5 gocce nella vaschetta con acqua.

Luogo di origine: Italia.


Olio Massaggio BimBìo BIO – 100 ml

Prendete il tempo per regalare un amorevole massaggio al vostro bambino. Il massaggio aromatico si pratica con tecnica dolce e con movimenti leggeri. L’aroma di oli essenziali puri 100% di Arancio, Vaniglia e Mandarancio, sprigionato durante l’uso, genera stimoli olfattivi
che donano al corpo e alla mente una piacevole sensazione di gioia e serenità.

DERMATOLOGICAMENTE TESTATO
Questo prodotto è testato e riconosciuto sicuro sulla pelle da laboratori specializzati.


Aria Spray BimBìo – 30 ml

Prodotto con alcool vegetale e oli essenziali puri al 100% di Arancio dolce e Mandarino rosso.

Per purificare l’aria della cameretta dei bambini.

Gli oli essenziali puri 100% contenuti nel prodotto di Arancio dolce, Mandarino rosso e Vaniglia sono conosciuti in aromatologia come profumi distensivi adatti a infondere tranquillità e benessere nel bambino.

 

Crema Antirossore BIO – 100 ml

E’ il prodotto ideale per la protezione quotidiana della pelle delicata di neonati e bambini. E’ un coadiuvante cosmetico naturale 100% utile per ostacolare gli arrossamenti e le irritazioni provocate dal ristagno di sudore, urina o feci nel pannolino, da agenti esterni come freddo, lavaggi frequenti e sfregamenti. L’azione emolliente e lenitiva dell’Aloe Vera unita all’azione antirossore e antiprurito degli steroli della Brassica Campestris donano uno stato di protezione e di benessere alla pelle del bambino.

DERMATOLOGICAMENTE TESTATO
Questo prodotto è testato e riconosciuto sicuro sulla pelle da laboratori specializzati.

 
Per ulteriori informazioni e per vedere tutta la gamma di prodotti di Flora visitate il sito internet ufficiale cliccando Qui.

°° Protesta contro i veleni della Toxic Concordia °°

Fai firmare anche i tuoi amici!

Ciao lettore,
a un mese dal tragico incidente della Costa Concordia teniamo alta l’attenzione sul rischio di un possibile disastro ambientale. Oggi pubblichiamo un inventario delle sostanze e dei materiali pericolosi ancora presenti a bordo sulla base dell’elenco fornito dall’armatore al Commissario delegato per l’emergenza.

Le informazioni dell’armatore sono incomplete e superficiali. Si parla di pitture, smalti e insetticidasenza specificare tutte le sostanze in essi contenute e, spesso, costituite da composti organici a base di cloro che si accumulano negli organismi viventi.

La fuoriuscita di carburante – l’IFO380, particolarmente pericoloso e vietato nella navigazione in Antartico – determinerebbe il maggior impatto sull’ambiente dell’Isola del Giglio, che è parte del Santuario dei Cetacei. Le operazioni di estrazione del carburante sono state avviate ma anche i detergenti, le vernici, gli insetticidi dovrebbero essere rimossi dalla nave il prima possibile, insieme a tutti i materiali solidi, galleggianti e non.

La tragedia della Costa poteva essere evitata se in dieci anni di Accordo internazionale sul Santuario fossero state adottate regole specifiche per limitare il traffico marittimo in aree vulnerabili. Ma possiamo fare in modo che tragedie come questa non accadano mai più.

Chiedi al ministro dei Trasporti, Corrado Passera, di emanare al più presto un decreto interministeriale che regoli il traffico marittimo nelle zone a rischio ambientale. Più di 28 mila persone hanno giù inviato una mail al Ministro. Agisci anche tu. Il ritardo “Costa”.

Diffondi su facebook Twitta il messaggio

Grazie!

img   Vittoria Polidori
Responsabile campagna Inquinamento
Greenpeace Italia

 
Diventa Sostenitore

SGreenpeace Italia 2012

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: