Annunci

Archivio mensile:febbraio 2017

°° [LUCCA] Il Sindaco: “Stop al Circo Con Animali” °°

La notizia è giunta poco fa da parte del Sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, sul suo profilo Facebook.
Stop definitivo al circo con gli animali.

 

 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta, primo piano e spazio al chiuso

Quello presente in questi giorni in piazzale Don Baroni sarà l’ultimo circo che utilizza animali che si fermerà a Lucca. Grazie anche alle sollecitazioni venute da diverse associazioni del territorio abbiamo infatti deliberato come giunta una moratoria che non consentirà più l’arrivo di spettacoli vaggianti che utilizzano animali. Domani in conferenza stampa illustreremo i dettagli di questa decisione.

 

Le proteste si erano fatte sentire da parte di cittadini e associazioni animaliste (Riscatto Animale, Lav Lucca, Animalisti Italiani ecc) soprattutto dopo la pubblicazione del video da me girato che mostrava un elefante in atteggiamenti di forte stress psicologico.

 

orfei

Elefante stressato a Lucca, Circo Miranda Orfei – Foto: Carmen Luciano (c)

 

Non ci resta che attendere i risultati della conferenza stampa di domani con la speranza che davvero Lucca non sarà più palcoscenico di spettacoli così incresciosi.

Sempre dalla parte degli schiavi, mai da quella degli schiavisti.

– Carmen.

Annunci

°° [Pisa] Cinghiale Morto Esposto e Ridicolizzato Davanti Un Ristorante °°

Se si cammina lungo via Santa Maria a Pisa, in direzione Torre pendente, ci si può imbattere in un qualcosa di veramente increscioso.

pizzeria pisa 1.jpg

Davanti al ristorante Antica Bottega di Pisa è infatti collocato, a terra accanto al tappeto dell’ingresso, un cinghiale morto.
Giuro che la prima volta che ho notato questo disgustoso particolare del locale ho fatto fatica a capire cosa fosse
Non bastando il danno fatto da chi lo ha ucciso per impagliarlo, negando quindi la vita a questo essere senziente, ecco anche la beffa: maglietta bianca dalle maniche rimboccate addosso, scarpette da bimbo alle zampe, occhiali da sole sugli occhi ormai spenti da chissà quanto e cappello da chef sulla testa.

E il cattivo gusto è servito.

pizzeria pisa 3.jpg

pizzeria pisa 2.jpg

Mi domando come si possa essere così tanto squallidi da acconciare i resti di qualcuno in questo modo. Mi chiedo cosa abbiano in testa le persone che hanno deciso di mettere in piedi questo miserabile scenario.
Ci farebbe ridere lo stesso se ci fosse il cadavere di qualcuno esposto fuori da un ristorante?
Non credo.
Perché allora si arriva al punto di esporre quello di un animale che, con ogni probabilità, è stato ucciso inutilmente?.
E’ sul serio vergognoso che degli umani siano arrivati a tanto.
Sadica ironia, crudele senso dell’humor che non possono essere tollerate.

I titolari a quanto pare (ho fatto presente lo squallore della cosa entrando nel locale) non hanno intenzione di togliere il cinghiale (“la loro mascotte”, n.d.r), che ripetutamente viene lasciato alla mercé del pubblico.
Anzi, di tanto in tanto ai resti dell’animale viene anche cambiato “vestitino”.

cinghiale.jpg

Foto segnalata da una follower

16939003_297069900709401_8273801512059231252_n.jpg

 

Certo non ci si può aspettare chissà quale grande sensibilità in persone che vivono economicamente servendo piatti che sono costati la vita agli animali. Mi pare scontato.
Per questo invito passanti e potenziali clienti, spero dotati di maggior empatia, a BOICOTTARE questo locale decidendo di non sedersi mai ai loro tavolini.

Schiavitù, massacro, violenze e derisioni nei confronti delle altre specie devono cessare al più presto.
Ogni sorta di oltraggio alla dignità animale deve essere contrastata.
Siamo qui al mondo per vivere la nostra esistenza, e come noi vorrebbero vivere la propria anche gli animali.


 

I cinghiali?
Meglio vivi!

Andate a conoscere la curiosissima cinghialina ospite della fattoria della pace Ippoasi a San Piero a Grado (PI). Scoprirete che sono animali socievoli che meritano di vivere esattamente come tutte le creature al mondo!

 

cinghialina.jpg

Prugna, la new entry di Ippoasi!

cinghialina1.jpg

Prugna non disdegna coccole e grattini alla pancia

cinghialina2.jpg


 

Update:
26 febbraio 2017
L’animale è stato tolto dall’ingresso del locale.

°° 19/02/2017 – Donazione @ Ippoasi con Sevens Skincare °°

Domenica 19 Febbraio 2017, in occasione della Festa di Inverno tenutasi nella Fattoria della Pace Ippoasi (San Piero a Grado, Pisa) alla quale ho partecipato per fare una sorpresa al mio ragazzo, ho avuto modo di portare personalmente la donazione raccolta attraverso la Lotteria di Beneficenza Sevens Skincare 🙂 .

La lotteria ha avuto come premi in palio creme corpo e viso gentilmente offerte da Rosy Piemonti, titolare del brand cosmetico vegan sopra citato.
Grazie alla partecipazione di svariate persone, tra le quali l’artista Alessandro Del Vecchio, è stato possibile raccogliere 160 euro di donazioni.

60 euro sono stati impiegati per l’acquisto di materiale informativo AgireOra nel mese di Dicembre 2016.
20 euro sono stati impiegati per sostenere la campagna crowdfunding (sempre di AgireOra) per la stampa di materiale informativo da diffondere nelle scuole.
80 euro sono stati devoluti alla Fattoria della Pace Ippoasi.

Colgo l’occasione per ringraziare TUTTE le persone che hanno preso parte all’iniziativa aiutandomi ad aiutare gli animali. Un grazie speciale va poi a Rosy Piemonti per il gentile omaggio!

Le vincitrici della lotteria:

Lara & Simona hanno vinto la Crema Corpo Rassodante e Tonificante.

sevens-skincare-1

Paola ha vinto la crema antietà.

sevens skincare 2.jpg

Daniela, con 3 numeri, ha vinto ben 3 premi Sevens Skincare!
Siero Specifico Couperose, Crema Antietà e Crema Pelle Sensibile.

sevens-skincare3

Alle vincitrici presto chiederemo come si sono trovate con i prodotti naturali Sevens Skincare 😉

———————-

ippoasi.jpg

Tornando alla mattinata ad Ippoasi, ho potuto conoscere alcuni nuovi ospiti arrivati da poco, come questa simpatica caprettina, e salutare altri che sono alla fine del loro percorso di vita, come la splendida Luna (in foto, rialzata successivamente dai volontari).

ippoasi3.jpg

Sono passati anni ma la mia indole di accarezzatrice è la stessa di quando ero una bambina 😀

Dopo la visita guidata (è sempre un piacere poterli accarezzare di nuovo!) sono rimasta a pranzo insieme al mio ragazzo per assaggiare tante delizie vegan a km 0.
I volontari di Ippoasi hanno davvero organizzato qualcosa di speciale!
Piatti unici, dolci, estratti e addirittura pizze cotte sul momento!

ippoasi2.jpg

La ragazza sulla sinistra è una volontaria venuta dalla Francia per aiutare gli animali! Merci beaucoup ❤

ippoasi1.jpg

Questa è solo una parte di tutto ciò che abbiamo mangiato.. hehehe

Noi abbiamo scelto due piatti unici, gli arrosticini di seitan, un estratto e due dolci (muffin al cioccolato e crostata alla fragola). Era tutto buonissimo.

All’evento hanno partecipato tantissime persone con a seguito anche tanti bambini.
Spero davvero che le persone non ancora vegan facciano la connessione attraverso queste visite guidate che mirano a far conoscere gli animali per ciò che sono: esseri senzienti da amare, non da mangiare!

– Carmen.

°° 25 Febbraio: Animal Equality a Pisa! °°

iAnimal_logo.png

Fin dalle sue primissime celebrazioni il Carnevale prevedeva lo scioglimento temporaneo da obblighi e gerarchie. A questo conseguiva quindi un periodo di capovolgimento di ruoli e costumi: nobili e schiavi erano temporaneamente liberati dalle differenze di classe sociale. Ancora oggi travestimenti, colori ed ironia sono tratti fondamentali di questa ricorrenza in cui troviamo però nuovi protagonisti. Non si tratta più di una momentanea libertà dalla classe d’appartenenza, adesso il travestimento rende libera la creatività e i sogni di ognuno. Possiamo fingerci guerrieri intergalattici, vestire i panni di un politico o di un cantante famoso, travestirci da principessa con diademi e lunghe trecce, non curanti di genere, possibilità economiche, razza.. e neppure di specie! Ebbene sì, a Carnevale, come tutti ben sanno, tra i travestimenti più comuni troviamo proprio gli animali!

Lunghe orecchie e code a batuffolo come gli allegri coniglietti, tante macchie e lunghe code come le dolcissime mucche, rosei nasi schiacciati con codine arricciolate come i simpatici maiali!
Ecco i protagonisti del nostro carnevale, che troverete al punto informativo Animal Equality!
Volete veramente mettervi nei panni degli animali da cui amate travestirvi?
Io ed altri volontari di Animal Equality vi aspettiamo dalle ore 11 alle ore 18, sabato 25 febbraio in Corso Italia a Pisa con il progetto iAnimal!

Grazie al nostro ultimo progetto di realtà virtuale a 360 gradi daremo la possibilità a chiunque lo desideri di immedesimarsi ulteriormente nelle vite di questi animali, destinati purtroppo all’industria alimentare.

 

iAnimal-immersion-elevage-cover.png

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: