Archivi Blog

°° TONAZZO: Alimenti “Veggy” Venduti da una Macelleria °°

Vi ricordate quando pubblicai un articolo in seguito alla scoperta dell’appartenenza di KIOENE, marchio di alimenti vegetariani e vegani, al Gruppo Tonazzo S.r.l, socio ASSOCARNI?

Fu uno shock anche per me scoprire che i burger di verdure e di spinaci di cui facevo grandi scorte al supermercato erano prodotti da un’azienda che da oltre un secolo grava sulla vita degli animali (stessa sede produttiva in Via Caltana, 55, 35010 Villanova di Camposampiero PD).

Avevo addirittura ricevuto commenti con pareri contrastanti da parte di persone vegane come me. Secondo queste infatti “l’importante era che l’azienda producesse altro”.

Ebbene, la Macelleria Tonazzo, strano scherzo del destino il fatto che sia proprio carnevale (carnem levare, n.d.r), sembrerebbe abbia deciso di togliersi la maschera e di mostrarsi per ciò che è.
Una macelleria, appunto.

Per questo ho pensato bene di farvi vedere la grafica dei prodotti della Tonazzo. Le foto sono state scattate da una follower che mi ha personalmente segnalato la presenza degli alimenti sugli scaffali.

macelleria-tonazzo-1

macelleria-tonazzo

 

Adesso nessuno può più dire di non sapere che questi alimenti sono prodotti e venduti dalla stessa azienda che vede negli animali del mero CIBO.
Adesso c’è una bella scritta, bianco su rosso, che informa che i veggy burger e le veggy polpette sono di una MACELLERIA.

Rimango immobile sulla decisione presa, ovvero quella di preferire l’autoproduzione all’acquisto di alimenti realizzati da chi ancora fa morire gli animali.
Nel frattempo, vi auguro buona scelta fra l’acquisto e il non acquisto 🙂 .

– Carmen.

°°[Ricetta] Vegan Burger di NutrizioneSuperiore.it °°

Quella contenuta in questo articolo è una ricetta vegana offerta a Think Green Live Vegan Love Animals da NutrizioneSuperiore.it  per preparare dei burger ai semi di zucca in casa ☺ .

 

Burger vegani

Ingredienti per 4 persone:

100 gr di semi di zucca macinati
100 gr di mandorle macinate
300 gr di zucchine
1 peperone medio
2 pomodori maturi
½ cipolla rossa
sale, rosmarino e peperoncino q.b.

Procedimento
Trita tutte le verdure in un frullatore, o mixer da cucina, così da ottenere un composto simile ad una poltiglia. Eliminare l’acqua in eccesso che sarà fuoriuscita dal peperone, dai pomodori e dalla cipolla e, aiutandosi poi con le mani, unire la poltiglia alle farine ottenute dai semi. Aggiungere a questo punto il sale e le spezie a piacere (è da sapere che il peperoncino accelera il metabolismo).

L’impasto finale dovrà risultare compatto ma anche appiccicoso.
Ora vanno formati i burger con l’aiuto sempre delle mani oppure con quello del colapasta.
Infine preriscaldare il forno e cuocere a 180 gradi per circa 35 minuti, finché cioè i burger si saranno dorati in superficie. Da non dimenticare è la carta da forno, per non far sì che i burger si attacchino alla teglia, e che se si preferisce, possono anche essere cotti in padella, con risultati altrettanto soddisfacenti.
Risultato finale? Da leccarsi i baffi!

vegan burger (1)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: