Annunci

°° KIOENE: Alimenti Vegan Prodotti da un Socio ASSOCARNI °°

Non si finisce mai di rimanere basiti.
Qualche giorno fa vi ho informati attraverso un articolo dei nuovi prodotti vegan in arrivo nei supermercati LIDL.
La maggior parte di questi erano burgers e cotolette a marchio KIOENE, già nota per la produzione di alimenti vegetali certificati addirittura ICEA.
Ebbene, mi spiace enormemente informarvi che la società titolare del marchio, la PADOA S.P.A, altro non è che socio unico di ASSOCARNI.
Sì, avete letto bene, Assocarni.
Padoa S.p.a non produrrebbe solo cibi 100% vegetali ma anche altri realizzati con la carne degli animali.
A rendere chiara e pubblica la cosa è il sito di Assocarni stesso dove l’azienda compare nell’elenco di soci.
Trovate tutto cliccando QUI .

Ad aggravare ancor di più la cosa, sono venuta a conoscenza proprio oggi che KIOENE fa parte del Gruppo Tonazzo, dell’omonima famiglia.
Quest’ultima da oltre un centinaio di anni è nota al mondo del commercio per la sua dedizione nell’allevare, macellare e vendere animali.
L’informazione è resa pubblica su questo sito → pallavolopadova.com .
Stando a quanto riportato, Kioene sarebbe nata nel 1989 dall’idea di Albino e Stefano Tonazzo, macellai molto lungimiranti, che avrebbero visto nei vegetali dei validi sostituti della carne. Per questo motivo avrebbero dato il via alla produzione degli alimenti che troviamo adesso accanto ad altri vegan nei supermercati più forniti.

Purtroppo però, i signori Albino e Stefano, nonostante la loro lungimiranza, hanno continuato lo stesso a coinvolgere la vita degli animali per la produzione di carne.
La mattanza di questi esseri senzienti da parte della famiglia Tonazzo ha avuto inizio nel 1888 e ancora continua.
Sulla veridicità di quanto scritto potete trovare conferma sul sito dell’azienda stessa cliccando QUI .

Detto questo, vi chiedo enormemente scusa per aver pubblicizzato degli alimenti vegan che di etica vegana non hanno assolutamente niente.
Non per discolparmi in alcun modo ma davvero non ero a conoscenza di questa vergognosa realtà.
Io per prima ho acquistato alimenti preconfezionati KIOENE fino al momento in cui ho iniziato ad autoprodurre burgers e cotolette in casa.
Mi vergogno di aver finanziato con i miei soldi un’azienda che a mio parere non ha etica e rispetto della vita degli animali.

E’ per questo motivo che l’articolo in cui ho dato visibilità ai loro prodotti verrà rimosso dal mio blog, ed è per lo stesso motivo che vi invito a riflettere se è giusto finanziare oppure no la Padoa s.p.a, azienda del gruppo Tonazzo nonchè socia di Assocarni.

Siete liberi di prendere la decisione che riterrete più opportuna.
Per quanto riguarda me, se dapprima avevo smesso di comprare KIOENE per preferire prodotti fatti in casa, da oggi continuerò a non acquistarli per motivi puramente ideologici.
Non si può tenere il piede in due staffe, non è giusto uccidere gli animali e non voglio che le mie uscite economiche finiscano nelle casse di chi da oltre cento anni vede negli animali non esseri viventi ma materia da lavorare e da vendere per commercio.

Ringrazio la pagina facebook ExtraVegano per aver reso nota l’informazione in data 20/02/2016.

Carmen.


La soluzione per evitare di finanziare aziende che lucrano sulla morte degli animali?
AUTOPRODURRE gli alimenti che mangiamo!

Scoprite come  preparare in casa cotolette e burgers di legumi risparmiando anche tanti soldi.
Trovate le mie ricette QUI

Annunci

Informazioni su Carmen Luciano

Hai trovato i miei articoli interessanti? Ricevili direttamente via email sottoscrivendo al mio blog Think Green Live Vegan Love Animals ! ^-^

Pubblicato il 21 febbraio 2016, in ° Critiche ° con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 8 commenti.

  1. No, non è giustificabile questa “scelta non scelta”! inammissibile!

  2. Non sarebbe il caso di fare gli stessi ragionamenti prima per tutte le aziende che non vendono prodotti vegan certificati?
    Quando mettete i vostri soldi in banca chiedete se la stessa fa prestiti anche ad allevatori?
    Quando fate un contratto con un fornitore (che può essere anche dell’acqua o dell’energia elettrica) chiedete se ha sotto contratto anche degli allevamenti?
    Si sta parlando di investitori che hanno aiutato a crescere un mercato, quello vegan, che 17 anni fa in Italia era presso che nullo. Quanti di voi 17 anni fa compravano carne?
    Creando un marchio ed una linea di produzione completamente vegan.
    Vi sembra che siano i primi da crocifiggere? Perché se vi guardate attorno di etica ce n’è veramente poca.
    Tanto per chiarire la mia posizione vi dico che sono vegan dal 2000 e di storie come questa ne ho sentite tante, ma senza queste il numero di vegan non sarebbe cresciuto così.
    E che in questi 16 anni ho avuto modo di riflettere e non rispondo d’istinto.
    Naturalmente la scelta è personale ma se dovete boicottare qualcosa iniziate dal superfluo, iniziate da ciò che ha una dubbia provenienza, non partite dal pensiero “chi ci guadagna” perché tutto il denaro che usiamo è sporco di sangue.
    Grazie

    • sbarellababyanimals

      Ciao Massimiliano.
      Io ho smesso di mangiare animali quasi 14 anni fa.
      Vorrei risponderti dicendo che la famiglia Tonazzo, da quanto letto sul loro sito, non sembrerebbe una famiglia di investitori ma bensì di macellai.
      Personalmente se dovessi comprare alimenti lavorati vegan KIOENE, mi sentirei come se andassi a comprare gli ortaggi dal macellaio.
      So che non è semplice trovare aziende serie, etiche e coerenti.
      Sono piccolissime ma esistono. Come ho scritto sulla mia pagina facebook, impiegherò del tempo appena ne avrò di libero per fare una ricerca.

  3. Altra riflessione dite di aver pubblicizzato la vendita di questi prodotti al LIDL che guadagna anche su prodotti di origine animale, ma di suo non produce nessun tipo di cibo vegan certificato. E lo scandalo viene fuori quando si scopre che chi ha investito in kioene investe anche negli allevamenti? E se investisse pure nel cibo per cani e gatti sarebbe giustificato?
    Prima di gridare allo scandalo guardiamoci un po’ attorno. Forse un giorno le cose cambieranno ma la strade è lunga e tortuosa.

  4. Questo cibo inutile, poco nutriente e spesso dannoso per il sistema immunitario, è il più gettonato da parecchie persone vegan che non sono ben informate su cosa serve davvero per nutrirsi, ed è facile preda di questi “prodotti” che, come abbiamo visto, oltre che essere merce processata e lavorata più volte, è anche distante anni luce dal Veganismo. Tu non ti devi scusare di nulla, hai anche fatto ammenda; invito le persone veg ad approfondire l’argomento nutrizione, per arrivare a nutrirsi del cibo giusto che, badate bene, è di una semplicità assurda.

  5. Un invito all’amministratrice di questo blog: che questa notizia ti serva di lezione per evitare in futuro di pubblicizzare prodotti veganizzati che non hanno nessuna valenza con l’etica vegana.
    Mi dispiace enormemente che tu rimuova l’articolo in questione anche perchè era dubbioso già da prima che l’azienda sopracitata si rivelasse in conflitto d’interessi (tra l’altro è stato un tuo errore non in buona fede ma alquanto ingenuo), e poi perchè c’erano alcuni miei commenti alquanto interessanti.
    La gdo (tutta) non ha nessun interesse nel salvare gli Animali straziati! Nè con i cluster vegani nè con altro marketing! Vogliono solo incassare e basta! E il veganismo salutista è una buona fetta da ingoiare!

  1. Pingback: °° TONAZZO: Alimenti “Veggy” Venduti da una Macelleria °° | Think Green • Live Vegan • Love Animals

  2. Pingback: °°My Best Veggie: Foto e Dettagli della Nuova Linea di Prodotti Vegani & Vegetariani LIDL°° | Think Green • Live Vegan • Love Animals

Lascia un commento :)

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: