Archivi Blog

°° Fucecchio (FI) 16/01/2016 – Protesta contro il Circo Millennium °°

Sta per arrivare nel paese di Fucecchio (FI) il Circo Millennium.
Con sé , come scritto sui volantini distribuiti un po ovunque, porterà dromedari, lama, struzzi, yak, vatussi, zebre, canguri, cavallini pony, tigri, leoni e una giraffa che a quanto pare è il “pezzo forte” della carovana.
Animali prevalentemente esotici , tenuti in cattività lontano dal loro habitat naturale, costretti a spostamenti continui di regione in regione dentro gabbie e container e obbligati , con l’addestramento,  ad esibirsi davanti a spettatori insensibili e disinteressati allo stress continuo al quale questi esseri viventi sono sottoposti per soldi.
Il prezzo per ammirare la loro schiavitù? Poco più di dieci euro.

L’attendamento è previsto da giovedì 14 a lunedì 18 Gennaio 2016 nel Piazzale Aldo Moro , accanto alla rinomata Buca  di Sant’Andrea  ( dove ogni anno ha luogo un evento che tira in ballo la vita e la libertà animale: il Palio delle Contrade, n.d.r ) .

Il Circo Millennium ha già fatto tappa a Lucca.
Il suo passaggio ha destato l’indignazione di molti cittadini contrari all’impiego degli animali negli spettacoli .

In data 3 Gennaio è stata organizzata una manifestazione che ha visto la partecipazione di svariate persone, affiancate da associazioni animaliste, giunte da più province della Toscana per esternare il proprio dissenso.

circo 1
circo

Nella foto sopra riportata, scattata da una delle manifestanti, si intravede la mascotte del Circo Millennium, ossia “la grandiosa giraffa” di nome Zaira.
Tenuta confinata dentro un piccolo spazio, con il dorso coperto da una mantella e con le zampe che appoggiano sulla ghiaia : una condizione innaturale per un animale che in natura ama correre e stare in compagnia dei propri simili sotto i caldi raggi del sole.

Nonostante sia risaputo che gli animali detenuti nel circo soffrono, fin troppe persone continuano a sedersi sugli spalti sostenendo economicamente questa prigionia legalizzata.

In occasione dell’attendamento a Fucecchio ( concesso dal Comune che ancora una volta evidenzia il suo totale disinteresse nei confronti del rispetto per gli animali ) e per ribadire ancora una volta che gli animali non sono oggetti né operai  da far lavorare per un introito economico,
sabato 16 Gennaio 2016 terremo una protesta davanti ai tendoni del Circo.
Siete dunque tutti invitati a prendervi parte,
portando a piacere manifesti e striscioni.
La manifestazione, autorizzata, avrà luogo in Piazza Aldo Moro dalle 16.30 alle 21.00.

Nel frattempo sono già iniziate a fioccare le critiche sulla pagina ufficiale del Circo Millennium mosse da chi ha a cuore la libertà degli animali.
Inutile sottolineare l’educazione, il garbo e il bon ton tipico circense che trasuda dalle risposte.

circo millennium

Vi aspettiamo sabato 16!
Per maggiori info seguite l’evento su facebook cliccando qui .

circo2

#AnimaliLiberi 

°° Nelle squame di un pesce rosso °°

Come ci sentiamo quando, non trovando compagnia per uscire, rimaniamo a casa sul divano a vedere un film da soli?Magari inizialmente è accettabile, ma dopo qualche ora la noia ci assale. Una volta finito quel film non sappiamo cosa fare e il tutto ci provoca stress. Immaginate di stare chiusi nella vostra camera senza mai uscire, con qualcuno che vi porta pranzo e cena. Immaginate di stare da soli per giorni interi. E per tanto tempo, girando per la stanza senza meta.Immaginate di stare a contatto con esseri viventi enormi, diversi da voi, che non riescono a capire le vostre esigenze. La pazzia vi travolge lentamente, unita al senso di impotenza e di frustazione.

Come vi sentireste? Male. La vostra esistenza sarebbe completamente VUOTA.

Qualsiasi essere vivente ha bisogno di interagire con i suoi simili e di esplorare lo spazio che lo circonda. Immaginate quindi cosa può provare un piccolo pesce rosso racchiuso in qualche decilitro d’acqua in una sfera di vetro.

https://i2.wp.com/www.elkspace.ch/PESCI/Pesce%20rosso.jpg

Per un umano qualsiasi è impossibile capire cosa prova un esserino vivente intrappolato in una vera e propria prigione a vita. Gli umani sono troppo impegnati a soddisfare le proprie volontà, nonostante molte siano la negazione del diritto alla vita di altri esseri. E’ per questo che si adora vedere un pesce rosso nuotare senza meta in quel poco d’acqua che ha a disposizione senza provare angoscia. Per puro vezzo di avere un animale acquatico in casa, magari sulla scrivania.Nessuno riesce ad immedesimarsi nell’altro. Perchè tanta cattiveria? Qual’è l’utilità del tenere un pesce prigioniero? E anche se avesse con lui altri pesci o anche se l’acquario fosse di dimensioni enormi, non sarebbe solo per il gusto estetico di avere qualcosa che si muove muto in casa il fine? Lasciamo i pesci liberi nel proprio habitat. Lasciamo che ciascun essere vivente possa vivere con i suoi simili felicemente. La vita è già piena di sofferenza per tutti, non infliggiamone altra gratuita a chi non ha modo di difendersi. Nessuno ci da il diritto di abusare dei più piccoli.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: