Archivi Blog

°°L'Erbolario Dona 38 Mila Igienizzanti Mani alle Strutture Sanitarie°°

La notizia che condivido con voi, in questo periodo così critico, fa ritrovare la speranza in un senso di umanità e di aiuto verso il prossimo.

L’azienda Italiana L’Erbolario, fondata da Franco Bergamaschi e dalla moglie Daniela Villa, che da oltre 40 anni propone cosmetici per la cura della persona composti da ingredienti vegetali ha prodotto e donato 38 mila flaconi di gel igienizzante mani.

Il marchio certificato cruelty free da LAV ha condiviso il gesto informando chi segue le loro pagine social.

Foto: L’Erbolario

“A una settimana di distanza dalla nostra chiusura volontaria” scrive il brand “abbiamo riaperto per due giorni un solo reparto per confezionare in condizioni di massima sicurezza con 23 colleghe volontarie un gel igienizzante per le mani da donare alle strutture sanitarie – e non solo – che ne necessitano. Abbiamo prodotto 38 mila flaconi di igienizzanti mani e ne abbiamo già donati una parte all’Ospedale Maggiore di Lodi, alla Croce Rossa di Lodi, agli Ospedali Sacco e Niguarda di Milano. Tante richieste a breve verranno soddisfatte…
Un modo umile ma speriamo utile per essere vicini a infermieri, medici, personale sanitario, volontari, ONG, forze dell’ordine e a tutti coloro che tra difficoltà indicibili con coraggio e generosità si prodigano ogni giorno per il bene di tutta la comunità. A tutti loro grazie di cuore! ❤ “

Questo bellissimo messaggio è stato accompagnato da una foto di una dipendente intenta a mostrare il risultato di così tanta accortezza verso chi ne ha bisogno.

Un gesto colmo di bontà che non poteva non arrivare da un marchio che da anni ha a cuore la salute dell’ambiente, degli animali che non usa per test cosmetici, e per quella della fedele clientela coccolata con prodotti sempre nuovi e innovativi.

Pochi giorni fa il patron e fondatore de l’Erbolario, Franco Bergamaschi, aveva riferito al Corriere della Sera della chiusura delle aree di produzione per la tutela dei dipendenti, dell’impegno nell’utilizzare plastica recuperata da mari e oceani per la realizzazione dei flaconi dei cosmetici e della speranza di una ripresa economica soprattutto per le giovani aziende.
<<Noi abbiamo le spalle solide per farcela. Penso che il governo dovrebbe invece aiutare le imprese giovani e serie che avranno difficoltà: sono il futuro>>


Un grazie di cuore a Erbolario, ai fondatori, e a tutte le persone che ne fanno parte.

Carmen

°°Come Organizzare la Spesa ai Tempi del Covid-19°°

Car* followers, spero stiate tutti bene in questo periodo storico che stiamo vivendo e che, almeno per me, sembra così surreale.
Ascoltare i notiziari e sentire di tutti i casi di contagio e conseguenti decessi fa davvero male. Spero possiate avere cura di voi stessi e delle persone a cui volete bene nel migliore dei modi, rispettando le regole igienico sanitarie.

In questo articolo voglio parlarvi della spesa alimentare, di come potersi organizzare per farla in modo tale da avere sufficienti scorte di cibo per svariati giorni senza recarsi troppo ai supermercati.

Potrebbe sembrare un argomento banale, e invece notare che quasi le stesse persone recarsi a fare spesa più di due volte alla settimana (salvo eccezionale bisogno) può rivelare anche una certa mancanza di senso dell’organizzazione.

Una spesa buona, sana, che non reca danno a nessuno: compriamo prodotti vegetali.

Photo by Anna Shvets on Pexels.com

Stando ai consigli nutrizionali delle Dottoresse Luciana Baroni e Silvia Goggi che seguo con molta stima, nella dieta non devono mancare cereali, legumi, verdure, ortaggi, semi oleosi, frutta, frutta a guscio.

Questi preziosi cibi aiutano il nostro organismo ad avere tutti i nutrienti necessari per un corretto funzionamento: ferro, calcio, zinco, proteine, carboidrati, omega 3 e 6, vitamine ecc. Per quanto riguarda la B12, sempre su suggerimento delle esperte sopra citate, è necessaria l’integrazione.
Personalmente stando troppo al chiuso ed esponendomi poco al sole sto integrando anche la D3 utilizzando l’integratore VeganVitality.

Cosa non deve mancare nel nostro carrello e nella nostra dispensa.

Photo by cottonbro on Pexels.com

Adesso che ci è permesso fare acquisti solo nel nostro paese e il più possibile vicino casa, possiamo riscoprire anche i piccoli negozi di alimentari (i commercianti stanno davvero facendo sacrifici per rimanere aperti), quelli di alimenti sfusi, o i gruppi di acquisto solidale. Rimangono come sempre aperti i supermercati più grandi (vi ricordo che sul mio blog troverete la guida agli acquisti vegan nei principali market italiani) ma anche i negozi online di cibo biologico che spediscono e consegnano a domicilio la spesa.

Quelli che vi suggerisco sono iVegan.it, Veganobio, Macrolibrarsi e IlGiardinoDeiLibri (quest’ultimi due siti vendono anche cosmesi, abbigliamento, libri e cd).

Per riempire il carrello della spesa acquistando tanti prodotti e contenendo l’importo dello scontrino vi consiglio di puntare sugli alimenti secchi: creali in chicco (meglio integrali), legumi da tenere in ammollo, farine (di cereali, ma anche di legumi), frutta a guscio. Scegliete verdure, frutta e ortaggi freschi in grande quantità e fate scorta anche di alimenti surgelati le cui proprietà nutritive rimangono inalterate.

Cercate di evitare il più possibile gli snack (la prima settimana ho ceduto anche io in preda allo sconforto, ma adesso mi sono messa in linea nuovamente) soprattutto se la vostra vita non è più attiva come prima.
Piuttosto optate per frullati di frutta, latte vegetale e semi (di lino, di chia).

I cereali integrali che acquisto sono riso, farro, orzo, avena, grano, mais.
Per quanto riguarda i legumi secchi invece prediligo ceci, lenticchie verdi, lenticchie rosse, fagioli cannellini, fagioli borlotti, fagioli corona (brutto nome adesso, lo so), fagioli dall’occhio, soia, lupini. Ci sono così tante varietà di legumi che meritano di essere riscoperte 🙂

In dispensa non faccio mai mancare la farina di soia per le zuppe e quella di ceci per preparare in casa una gustosa “farinata di ceci” o farifrittatine.

Per pranzi veloci in cucina non mancano nemmeno la pasta (ne mangio poca sinceramente), cous cous e panna di soia o di riso.
Utilissimo anche avere qualche prodotto in scatola già cotto e pronto da mangiare, che siano funghi, carciofi, olive o legumi stessi.

Tutti questi ingredienti, uniti a ortaggi e verdure fresche o surgelate ma anche a spezie che raccomando per gusto e salute, vi permetteranno di avere una varietà di menù ampia da portare in tavola.
Sperimentate, mixate, trasformate i cibi 🙂


Alcuni esempi
riso con carciofi/zucchine/zucca
riso con funghi
riso allo zafferano (o alla curcuma)
farro e fagioli cannellini/fagioli borlotti
cous cous con verdure e legumi
pasta al pomodoro
pasta in crema di panna di soia/riso con zucchine o spinaci
pasta con fagioli
lasagne in crema di broccoli
lasagne con ragù di soia
patate in padella/al vapore/al forno con rosmarino o paprika
crepes di farina di ceci
zuppe
vellutate di legumi
passati di verdure
burgers, cotolette, polpettine di legumi e cereali
insalatone miste

Adesso che per importanti motivi abbiamo più tempo a disposizione possiamo dedicarci maggiormente alla cucina, mettendoci alla prova ai fornelli e consultando le tantissime ricette disponibili gratuitamente online.
Non siete molto pratici? E’ il momento di iniziare a imparare 😀
Se ci sono bambini in famiglia, coinvolgete anche loro.

Prendete carta e penna, scrivete i giorni della settimana e pianificate cosa cucinare nei singoli giorni anche in base ai suggerimenti.
Sentitevi come gli chef che danno disposizioni per avere nel proprio ristorante tutto ciò che serve per soddisfare i clienti (che poi sarete voi stessi e i vostri familiari 😉 !)
Fate spesa acquistando tutti quegli ingredienti che potranno servirvi in cucina, aumentando le quantità per coprire almeno una o due settimane di tempo.

Nella nostra famiglia ci organizziamo così, facendo spesa una volta sufficiente per almeno due settimane. Il nostro carrello con alimenti esclusivamente vegetali ci permette un notevole risparmio economico.
Facciamo in casa la pizza, il pane, i dolci. Prepariamo cotolette vegetali, polpette, burgers, bastoncini (trovate spunti nella sezione ricette del blog). Stiamo anche coltivando un piccolo orto (i miei nonni hanno sempre coltivato tutto in campagna) che regala qualche delizia. Non mancano sul balcone piante aromatiche, da frutto (fragole) e un alberello di limoni.


Buona spesa e al prossimo articolo 🙂

Carmen




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: