Annunci

Archivi Blog

°°[Review] Maschera Viso Acido Ialuronico Erbolario°°

Bentornat* in un nuovo articolo di recensione.

Oggi vi parlo della nuova maschera viso a tripla azione Acido Ialuronico di Erbolario.

Novità 2018, questa maschera va ad arricchire la linea hyaluronic acid già presente fra i prodotti del marchio italiano, che quest’anno festeggia i 40 anni di attività.

Come si presenta: la maschera è racchiusa in una pratica confezione cilindrica di colore rosa tenue, con erogatore. Quest’ultimo rende facile prendere poco prodotto alla volta, senza sprechi.

Cosa contiene: ben 29 ingredienti, prevalentemente inci verde, fra cui compaiono glicerina, olio d’oliva insaponificabile, olio di semi di girasole, olio d’ibisco, olio di cocco, estratto di foglie di rosmarino, acido citrico. La maschera è di colore bianco, soffice e dalla leggera profumazione.

Come si applica: come riportato sull’astuccio di cartoncino, la maschera tripla azione è ideale da usare almeno due volte alla settimana per detergere a fondo la pelle. Si stende facilmente su pelle ben pulita e si lascia agire.

Tempo di posa: 10 minuti è il tempo indicato del trattamento.

Risultato: dopo aver lasciato agire la maschera, sentirete la pelle del viso tirare un po’. Una volta terminati i 10 minuti e successivamente al risciacquo noterete una profonda freschezza.

Ho applicato la maschera dopo aver pulito la pelle del viso con crema detergente ed acqua e sapone. L’ho stesa bene ovunque facendo attenzione a non portarla troppo vicino agli occhi ed ho atteso il tempo necessario. Durante la posa ho sentito agire il prodotto. Difatti, ripulita poi la pelle con una spugnetta e risciacquata abbondantemente l’ho trovata detersa a fondo e decisamente liscia e levigata.

Molto soddisfatta di queasto nuovo prodotto che rende il viso anche più roseo. Sulla mia pelle di tipo sensibile-normale ha agito in modo mirato, e credo ottimi risultati possano essere ottenuti anche su pelle grassa.

La maschera acido ialuronico Erbolario, certificata Cruelty Free per Lav, è acquistabile presso i negozi monomarca, sul sito internet del marchio, nelle profumerie ed infine nelle farmacie più fornite.

La confezione è da 50 ml e il prezzo al pubblico è di 18.90 euro.

Alla prossima recensione!

Carmen

Annunci

°°Cosmetici COOP: Saltato l’Accordo Cruelty Free con LAV°°

Stando alle ultime notizie ricevute, sarebbe saltato l’accordo fra la catena di supermercati COOP e l’associazione LAV per quanto riguarda i testi su animali dei cosmetici. Se per anni COOP offriva prodotti per la cura della persona cruelty free garantito per LAV, oggi non sarebbe più così.

Condivido con voi la risposta di LAV alle domande pervenute, a titolo informativo.

“Buongiorno

le confermo che Coop ha scelto di non rinnovare, per decisioni interne all’azienda, l’adesione allo standard “stop ai test su animali”, quindi non possiamo più garantire l’eticità dei loro prodotti cosmetici.

E’ vero che dall’11 marzo 2013 in Europa non è più possibile testare su animali i cosmetici e gli ingredienti che li compongono, una battaglia animalista durata oltre 20 anni che speriamo venga presto estesa a livello globale.

Purtroppo, però, la norma è lacunosa e continuiamo a consigliare di acquistare aziende aderenti allo standard “stop ai test su animali” perché:

– le aziende non possono testare su animali gli ingredienti in tutto il territorio Comunitario, ma possono farlo all’estero vendendo tali prodotti in Paesi extra-UE (ad es. la Cina)
– alcune materie non vengono realizzate unicamente per l’ambito cosmetico ma possono sovrapporsi a quello chimico e quello farmaceutico e vengono, quindi testate

Cordiali saluti”.

Se prima non acquistavo più i cosmetici COOP per scarsa resa e per il fatto che la catena di supermercati si è schierata a favore del consumo di animali (aprendo le porte delle stalle ai visitatori in gita), questo per me è il punto finale, definitivo.

A voi, ovviamente, la libertà di scegliere chi finanziare e cosa comprare.

Carmen.

 

°°Miomojo: Accessori Vegan Che Aiutano gli Animali°°

Oggi pomeriggio mi sono fatta un piccolo regalo, e voglio condividerlo con voi: si tratta di un beauty-case firmato Miomojo

Forse non tutti conoscerete questo giovane brand, nenneno io in realtà fino a pochi mesi fa, ma vale la pena averne qualche informazione in più! 🙂

Miomojo, fondato da qualche anno, è un marchio di borse, zaini e porta accessori realizzati con materiali non inquinanti e non di origine animale. 

L’ho scoperto per caso recandomi in un punto vendita Tigotà.

Certificato per Lav, Miomojo sostiene con le proprie vendite due associazioni animaliste importanti: Essere Animali e Animals Asia.

Essere Animali si occupa di investigazioni negli allevamenti e di tutela animale a 360°. Animals Asia invece è incentrata sul recupero degli “orsi dalla luna” crudelmente impiegati in oriente per l’estrazione della bile. Acquistando i prodotti Miomojo si devolve il 10% della spesa a queste due importanti realtà.

Sono davvero felice che l’acquisto di oggi abbia sostenuto le sopra citate associazioni e che sia, molto importante, eco-friendly.

Di porta cosmetici/trucco non se ne hanno mai abbastanza se si adora particolarmente la cosmesi vegetale cruelty free come me 

Per questo beauty-case con decorazione “La Natura” è stato amore a prima vista.

Di dimensioni compatte, con manico in tessuto, ha una cerniera centrale e pratiche tasche interne per riporre ciò che si desidera. 

Sicuramente mi accompagnerà nei prossimi viaggi che farò 🙂

Super consigliato!
– Carmen 

°°LAV e il Tirocinio per Vegani: Finalmente un’Associazione Animalista Coerente°°

Da giorni in rete non si fa altro che parlare di una notizia che ha destato non poco scalpore, finendo su numerosissimi quotidiani online

LAV, Lega Antivivisezione, una delle più importanti e influenti associazioni animaliste italiane, sta cercando stagista per un tirocinio remunerato a Roma. Fra i requisiti richiesti: seguire l’alimentazione vegana.

È proprio questo il requisito che ha generato numerose critiche. Per qualcuno la scelta dell’associazione sarebbe discriminatoria nei confronti di chi non ha lo stesso modo di nutrirsi.

Ma è davvero discriminazione quella messa in atto dalla LAV? No, è semplicemente COERENZA.

Finalmente, e dico FINALMENTE, un’associazione animalista dimostra di essere coerente con la propria missione. Finalmente, fra tante realtà pseudoanimaliste, qualcuno fa la cosa giusta. Mi riempie di felicità sapere che la mia LAV (sono cresciuta con questa associazione!) non sia scesa a compromessi. 

Non pretendo che tutti capiscano (sarei utopica), ma un minimo di buon senso non guasta. Negli uffici dove si pratica la difesa di chi viene ancora negato della libertà di esistere non può esserci spazio per chi non abbraccia la stessa filosofia di rispetto universale per gli animali. Potremmo mai scegliere come assistente sociale un individuo che maltratta i suoi figli? Potremmo mai far lavorare in ambito di diritti delle donne un uomo colpevole di femminicidio? Affideremmo mai compiti sulla tutela dei minori a chi si è macchiato di pedofilia? 

Gli animali hanno bisogno di essere tutelati e difesi da chi mai si sognerebbe di portarli in tavola. Ecco perché la decisione della Lav, fermamente difesa dal Presidente Gianluca Felicetti, merita di essere rispettata. Ma non solo. Che sia d’esempio ad altre associazioni dove non esiste trasparenza né coerenza.

Personalmente qualche anno fa mi sono ritrovata a svolgere il ruolo di Guardia Zoofila com colleghi EX CACCIATORI. Come si può permettere ad una persona che per anni ha tormentato gli animali di finire dentro un ufficio che dovrebbe tutelarli? Come si può affidare indagini e compiti contro maltrattamenti ai danni di “animali da reddito” a chi torna a casa la sera e ne mangia i resti? Come si può tollerare che delle guardie in servizio pranzino o cenino con fondi economici dell’associazione banchettando e divorando chi dovrebbero difendere?

Spero che questa corruzione d’etica scompaia presto per lasciare spazio ai veri ideali. 

Complimenti a Lav e al suo presidente per essere stati d’esempio per tutti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: