Archivi Blog

°°[Comunicato Stampa] 26/06/2022 Manifestazione Contro l’Uso dei Cavalli per Trainare Carrozze Turistiche a Pisa°°

Domenica 26 giugno 2022 dalle ore 10.00 alle 12.00 a Pisa si terrà la manifestazione contro l’uso dei cavalli per trainare carrozze turistiche promossa e organizzata da me, Carmen Luciano, in qualità di blogger e attivista per il riconoscimento degli animali, in collaborazione con l’amica e collega Claudia Corsini.

La protesta, regolarmente autorizzata dalla Questura, avrà luogo in Piazza Arcivescovado, a pochi passi da Piazza dei Miracoli dove i vetturini attendono i clienti per proporre giri turistici della città a bordo di mezzi mossi dalla forza fisica di animali obbligati a lavorare.



Contro l’assoggettamento di queste creature si sono espresse oltre 7.600 persone che hanno sottoscritto la petizione rivolta al Sindaco Michele Conti e all’assessore Filippo Bedini, da me avviata nel 2017 ,per richiedere l’abolizione di tale servizio.

Sono attesi numerosi cittadini e cittadine sensibili ai diritti animali che non vogliono più vedere cavalli costretti a fare sforzi fisici sotto il sole, in una bella città come quella di Pisa che può essere visitata in modi più etici.

La manifestazione è mirata a dare un segnale forte al Comune di Pisa, al Sindaco e all’Assessore alle Politiche Ambientali (al quale ho fatto richiesta di un incontro per parlare della tematica), che ad oggi permettono ancora l’uso dei cavalli nonostante petizioni e proteste, ma soprattutto a sensibilizzare i turisti che usufruiscono di tale servizio, finanziando con le proprie scelte l’assoggettamento di queste esistenze legate alle carrozze.

COSA CHIEDEREMO IN PIAZZA:

Vogliamo che gli animali vengano affidati ad associazioni di tutela dove poter vivere liberi tutto il tempo che gli resta, lontano da carrozze, lontani dalle imposizioni. No al loro uso altrove o alla loro vendita ad uso alimentare.
Vogliamo che i vetturini possano continuare a far scoprire le meraviglie di Pisa attraverso altri mezzi, come per esempio le bellissime carrozze elettriche già proposte in altre città europee. Alcuni di loro hanno fatto richiesta di variazione licenza per diventare tassisti. Che venga accolta la loro domanda.
Vogliamo che Pisa diventi una città esempio di empatia e rispetto, capace di dare stimolo positivo anche alle altre italiane dove ancora vengono usati i cavalli: Lucca, Livorno, Firenze, Palermo, Roma..

Oltre ai cartelli, agli striscioni e alla diffusione di materiale informativo antispecista vegan, al megafono verranno espressi concetti di libertà animale nelle principali lingue europee per permettere a quante più persone possibile di comprendere le motivazioni della nostra presenza in piazza.

L’evento sarà trasmesso in diretta gratuita sulla pagina Facebook ufficiale del mio blog:
Think Green • Live Vegan • Love Animals

Prenderanno parte e/o sostengono la manifestazione contro l’uso dei cavalli le seguenti associazioni:
A Code Unite
Ippoasi
IHP – Italian Horse Protection Onlus
Lucca Per L’Ambiente
Nibbio Alato
Animalisti Italiani Onlus
LIV ODV

a loro, alla Questura di Pisa, a tutte le persone sinceramente interessate al benessere e alla libertà degli animali che parteciperanno attivamente il 26 giugno, o che stanno sostenendo condividendo l’evento, va il mio ringraziamento per l’organizzazione di questa protesta che spero possa cambiare la vita ai cavalli.




Carmen Luciano

°°Protesta al Palio di Fucecchio: Resoconto, Foto e Video°°


Si è tenuta oggi, domenica 26 settembre 2021, la prima manifestazione contro le corse coi cavalli per il Palio di Fucecchio. La protesta autorizzata ha avuto inizio alle ore 13, mentre alla buca di Sant’Andrea affluivano gli spettatori e le spettatrici appartenenti alle varie contrade. Ciascuno coi propri cori e balli.
Il dissenso pubblico in piazza Aldo Moro è stato voluto e organizzato da Fabrizia Morelli e da me, in risposta alla morte di due cavalli (Rexy e Ugo Ricotta) avvenuta mercoledì 22 settembre 2021 durante le corse di prova per il palio.

Il video dell’impatto mortale


Nonostante le due creature che hanno perso la vita (una è morta sul colpo spezzandosi il collo, l’altra è stata abbattuta dai veterinari come hanno comunicato anche i quotidiani) l’evento è andato avanti lo stesso come da programma. Così, con la pista dove ancora aleggiava la morte, oggi sono stati fatti correre 12 cavalli per il mero divertimento degli spettatori paganti e per la gioia degli interessi degli organizzatori.

A manifestare eravamo circa 20 persone, alcune provenienti da Firenze e da Pisa.
Durante le tre ore circa di protesta abbiamo dato voce agli animali che non possono difendersi né sottrarsi a questo evento che spesso e volentieri ha sottratto loro la vita.

Abbiamo avuto modo di parlare con persone di Fucecchio contrarie alla corsa. È stato un piacere potersi confrontare con menti aperte ed empatiche. Non si può dire lo stesso di altri individui che hanno preferito deridere a distanza, avvicinarsi con sguardo minaccioso e sputare per terra in segno di disprezzo. Ma alla fine, cosa aspettarsi da chi va a vedere lo stesso uno spettacolo che ha già mietuto due vittime?

Al microfono sono intervenuti sia Fabrizia Morelli, Consigliera Comunale, che Sonny Richichi, presidente di IHP Italian Horse Protection. Quest’ultimo, assieme alla sua associazione e proprio nella giornata del 22 settembre, è stato il primo a dare notizia del decesso di Rexy e Ugo Ricotta. Ancor prima che la verità venisse resa nota dal Palio di Fucecchio stesso.
Ai singoli cittadini sopraggiunti per difendere gli animali, si sono unite anche le associazioni LAV sezione Pontedera e L.I.D.A Firenze.



La manifestazione si è conclusa alle 16.00 circa, come da orario indicato ai Carabinieri – presenti sul posto assieme alla Polizia.

Quella di oggi, come già indicato, è stata la prima manifestazione mai organizzata contro le corse coi cavalli per il palio di Fucecchio. Con pochi giorni di preavviso e con attivisti e attiviste impegnati/e in altri presidi in Italia, abbiamo dato voce agli animali in numero contenuto. Per gli anni a venire abbiamo intenzione però di rendere l’evento nazionale come accade per Siena, invitando associazioni grandi e piccole di tutela animale che non hanno potuto partecipare ma che erano già state invitate per questa domenica. Ma non solo. Si è creato un gruppo di persone che da ora in poi si uniranno per opporsi ai vari eventi della zona dove vengono coinvolti gli animali.

Ringrazio tutte le persone che hanno preso parte a questa protesta.

Carmen Luciano



Hanno parlato di questo evento:
Il Cuoio in Diretta
NelCuore.org
La Nazione
Informazione.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: