Archivi Blog

°°[ADOZIONI] Il Bellissimo Artù Cerca Famiglia°°

Artù è un bellissimo gattone a pelo lungo nero, maschio, di circa un anno e mezzo. Forse è nato nella primavera del 2021.
Per tutta la sua vita ha vissuto all’aperto, dal momento che qualcuno lo ha abbandonato davanti casa dei miei nonni in provincia di Benevento. Come si faccia a scaricare da qualche parte una creatura indifesa lasciandola a se stessa ancora non lo so. So solo che non potevamo lasciarlo lì, alla mercé dei pericoli della strada, e così a fine dicembre lo abbiamo portato in Toscana come è accaduto a decine di animali prima di lui.

Artù è arrivato a casa nostra e si è subito ambientato.
Ha un carattere dolce, ama farsi coccolare ed è veramente tranquillo.

Lo abbiamo portato dal veterinario per una visita di controllo generica, dove è risultato essere in salute, e poi abbiamo provveduto nei giorni seguenti a farlo sterilizzare.
E’ attualmente nel pieno del calore e dovrà passare qualche settimana prima che il testosterone diminuisca, per questo anche di notte capita che miagoli.

E’ risultato FIV/FELV negativo, anche le feci sono negative. Unico problemino di salute è la rogna che ha alle orecchie: oltre a un trattamento antiparassitario completo è necessario che continui anche quello di Surolan, necessario a pulire definitivamente le orecchie. Lo ha iniziato da qualche giorno e dovremo continuare fino a quando non sarà debellato il problema.
Per il resto, Artù è uno splendido gatto, giovane e in salute, di circa 6 kg di peso.

Passa molto tempo a pulire con dedizione la sua bellissima e folta pelliccia nera.
E’ estremamente educato, sta buono e tranquillo e adora le coccole. Usa la lettiera e non sporca in giro.

Dettaglio delle zampotte da Gattopardo!
Adora farsi prendere in braccio

Nome: Artù
Età: 1 anno e mezzo
Sesso: Maschio
Razza: Europeo a pelo lungo
Colore pelliccia: Nero
Colore occhi: Verde/Giallo
Sterilizzato:
FIV/FELV: – Negativo
Segni Particolari: un ciuffetto di pelo bianco
Carattere: Socievole, coccolone


Per Artù cerchiamo una persona o una famiglia affidabile, che ami gli animali e che lo tenga come un membro della propria famiglia.
Si affida su Pisa, Lucca, Livorno e Firenze con modulo di affido a chi può dedicarsi a lui senza lasciarlo solo tutto il giorno, e che abbia tempo e dedizione per farlo ambientare.
La soluzione migliore per lui sarebbe un’adozione senza altri animali, perché durante questo stallo abbiamo notato che è territoriale con altri mici.
Adozione in casa/appartamento, no all’aperto.

Per informazioni potete scrivermi all’indirizzo info@carmenluciano.com
Risponderò nel più breve tempo possibile.

Artù attende adozione a braccia aperte 🙂

Grazie per eventuali, preziosissime condivisioni!


Carmen

°°I Cavalli Non Devono Essere Mezzi di Trasporto°°

botticella roma

Paraocchi, briglie, ferri alle estremità inferiori degli arti, una carrozza agganciata sulla schiena e l’obbligo di camminare, camminare e camminare sull’asfalto. Sotto la pioggia, sotto il sole, in mezzo alle macchine, fra lo smog. Nessuna interazione con i propri simili. Nessuna possibilità di togliersi di dosso quel fardello.
Benvenuti e benvenute nella vita di un cavallo da carrozza turistica.


Il fatto che sia legale detenere un cavallo per utilizzarlo al fine di trainare una carrozza con a bordo turisti paganti, non fa di tale atto né un vanto, né una realtà da tollerare a priori.
Da secoli questi animali sopportano il peso, fisico e ideologico, della nostra specie sul proprio corpo.
Credo sia il caso di evolversi.


Coloro che fanno dello sfruttamento animale un “lavoro” e lo difendono a spada tratta dalle critiche che giustamente possono giungere, provino a realizzare che la sensibilità umana sta crescendo.
Se risulta difficile capire ciò, allora che si rassegnino.
In alternativa, prendano il posto del “loro” cavallo e si sudino lo stipendio da soli.
Perché è facile dire che il proprio è un duro mestiere, fatto di sacrifici per mantenere gli animali, sterco da pulire, tasse da pagare e quant’altro. Il punto è che imbrigliati non ci sono loro. Non sono loro quelli costretti a fare una vita innaturale senza che nessuno glielo abbia chiesto.

A mio avviso in una società sana, composta da di umani che sanno coesistere assieme alle altre specie, non esisterebbe l’assoggettamento o la subordinazione, men che mai finalizzata al lucro. Invece l’antropocentrismo ancora rende schiavo il nostro genere, e dobbiamo tristemente prendere atto che la nostra specie ha come cardine la moneta, il denaro. Materia di nostra invenzione, che facciamo pesare però anche a chi non l’ha inventata, tanto da metterla addirittura davanti alla vita stessa.


Esattamente come non sarebbe giusto sfruttare una persona legandola per imporle obbedienza (inorridiremmo davanti a un uomo o una donna con un calesse carico di persone legato al corpo), non è giusto né accettabile fare ciò con un animale.
Non importa se un cavallo ha la forza fisica per scarrozzare umani: le altre specie non sono presenti al mondo per renderci servigio.
E che non si pecchi di brutale ipocrisia quando questi bellissimi esemplari soccombono sotto il peso della cattiveria umana: chi finanzia è complice.

Coloro che non hanno ancora compreso l’importanza del riconoscimento dei diritti delle altre specie, dovrebbero provare a mettersi nei panni degli sfruttati e a immaginare una vita fatta di assenza di diritti. Solo così, forse, potrebbero capire.

I cavalli, e tutti gli altri animali, devono vivere LIBERI.
Il mio invito è dunque quello di girare per le città a piedi o con altri mezzi, poiché gli esseri viventi non lo sono.

Non finanziate chi sfrutta gli animali.
Siate solidali con chi ancora non gode di diritti, mai con chi li nega agli altri.

°° Vegan in Rome °°

Ieri sono stata a Roma e trovando delle opzioni vegan sia in viaggio che in giro ho ritenuto utile parlarvene in un nuovo articolo.

  • IN VIAGGIO:
    Sul treno ad alta velocità Italo Firenze S.M.N-Roma Termini ho scoperto che esiste un distributore di snack contenente anche degli alimenti vegani come le merendine alla mela Germinal e le chips di patate e soia non fritte Valsoia. Gli snack vegani sono indicati con un’etichetta dalla fogliolina verde con scritto “vegan“.
    Purtroppo alcuni punti del distributore erano vuoti, chissà cosa contenevano! :)Io delle opzioni ho scelto le chips Valsoia. Era la prima volta che le assaggiavo e devo dire che le ho trovate buone.Dunque, se dovete fare un viaggio a bordo di Italo, adesso sapete anche voi che in caso di fame qualcosa di commestibile per noi esiste eccome 😉13227108_10209582819870448_7091532856580497233_n.jpg

 

  • IN GIRO PER ROMA:
    Roma  è piena di punti ristoro ovunque, dai bar ai minimarket e dalle gelaterie ai take away.
    Per chi è vegetariano ho notato che ci sono molte opzioni, mentre di offerta vegan dipende un po dove si capita.
    Ieri alla fine per pranzo sono stata da Universo Vegano in Piazza del Paradiso.
    Dopo tanto camminare è stato un piacere trovarlo.
    Ho scelto dal menù un Vegan Chop (pane con semi vari farcito con cotoletta di soia, formaggio vegetale, maionese vegetale, insalata, pomodori) unito a Cola bio Ubuntu e al vegamisù come dolcino finale.
    Il panino era davvero molto buono. Il formaggio vegetale al suo interno era spettacolare. A differenza di quanto si può pensare, un solo panino da Universo Vegano sazia eccome anche le persone abituate a mangiare molto.
    Il dolce era molto buono e per me al momento rimane il mio preferito quando mangio da UV.paninouv.jpg
  • NELLA STAZIONE ROMA TERMINI:
    All’interno della stazione l’unico punto dove fare merenda con un gelato 100% vegetale è stato quello Grom. Purtroppo le gelaterie anche fuori dalla stazione avevano tutte alimenti contenenti latte o uova.
    Sempre nella stazione poi ho trovato un Juicebar dove oltre a succhi di frutta e frullati/centrifugati istantanei c’era opzione vegan anche salata: un panino tempestato di semi con verdure (melanzane e zucchine grigliate con insalata, pomodori freschi e secchi).
    Quest’ultimo l’ho acquistato per cena durante il ritorno a casa e non era male.juicebar.jpgNella giornata poi non è mancato il momento ideale per lasciare qualche messaggio antispecista 😀

    adesivo.jpg

     



     

Scopri il benessere fisico e mentale praticando yoga.
Per i principianti ma anche per gli insegnanti sarà sicuramente utile
il nuovo libro ” Yoga per Tutti – Lo Yoga per Ogni Età “ di Meta Chaya Hirschl
( 287 pagine, Macro Edizioni ).
Contiene foto a colori.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: