Archivi Blog

°°L’Imbarazzante Post dei Formaggi Camoscio D’Oro con Joaquin-Joker°°

Nel mondo del marketing sembra che ormai sia tutto concesso, ma a volte l’esigenza di pubblicizzare il proprio prodotto cavalcando l’onda degli eventi può sfociare nel paradosso.

È il caso del marchio Camoscio D’Oro, produttore di formaggi di origine animale, che ha deciso di pubblicare sulla pagina Facebook aziendale una grafica inerente alla premiazione degli Oscar.

Di tutti i premiati della serata, il brand è andato a prendere come esempio proprio quello di Best Actor vinto da Joaquin Phoenix per la sua maestosa interpretazione di Joker.

Una scelta alquanto imbarazzante quella di fondere la notizia della premiazione di Phoenix con le “fette morbidissime così buone da meritarsi un Oscar”.

Mi domando se gli ideatori di questo post pubblicitario abbiano minimamente ascoltato le parole di Phoenix durante la premiazione, perché ci vuole un tantino di coraggio ad accostare una tipologia di formaggi a una personalità che sta difendendo pubblicamente gli animali allevati per i più disparati fini.

Forse quelli di Camoscio D’Oro non sono al corrente di quanto ha espresso davanti ai colleghi seduti in sala durante la notte degli Oscar. Si saranno sicuramente persi le sue idee di liberazione animale, di rispetto per le forme di vita, del superamento della crudeltà ai danni degli altri.

Phoenix è diventato vegano all’età di 3 anni. Una scelta scaturita da amore per tutte le creature e da un profondo senso di rispetto per l’altrui esistenza.

Eletto anni fa “Il vegano più sexy” da PeTa (People for the Ethical Treatment of Animals), proprio grazie al suo ruolo di Joker e ai numerosi premi che sta ricevendo sta dando voce a chi rimane inascoltato.

Nei suoi messaggi pubblici non mancano mai parole profonde mirate a sensibilizzare gli ascoltatori sulle condizioni degli animali da allevamento, inclusi quelli sfruttati per la produzione di latte, uova e formaggi.

La scelta di Camoscio D’Oro a mio avviso mostra irriverenza nei confronti dell’attore.

Spero con tutto il cuore che le parole di Joaquin arrivino alla coscienza di tantissime persone, in modo tale da spronarle a smettere di alimentarsi coi derivati corporei animali mettendo così fine a un’industria immorale.

Attendo con impazienza il glorioso epilogo dello sfruttamento animale.

Carmen.

°°Vittoria agli Oscar: Joaquin Phoenix parla dei Diritti Universali°°

E’ letteralmente un 2020 d’oro per Joaquin Phoenix.

Dopo aver vinto numerosi premi fra i quali il Golden Globe, il protagonista del film Joker è stato premiato come miglior attore alla cerimonia degli Oscar.

Un’interpretazione magnifica, la sua, che ha scosso e impressionato gli spettatori in tutti i cinema del mondo.
Una vittoria preannunciata.

Ma Joaquin, fantastico nel calarsi nei panni dei personaggi, lo è ancora di più quando indossa i suoi, mostrando a tutti il vero sé.

Non ha perso l’occasione per parlare dell’ambiente e dello specismo neanche alla premiazione degli Oscar, e lo ha fatto davanti ad un pubblico vastissimo e davanti alle telecamere che avrebbero di li a poco portato la sua voce in ogni angolo del globo.



<< Sono grato a tutti. Non mi sento superiore a nessuno degli altri compagni nominati all’Oscar perché condividiamo lo stesso amore per i film, e questa forma di espressione mi ha donato la vita più straordinaria che potessi avere. Non so cosa sarei senza di essa.. Ma penso anche che il più grande dono che mi sia stato dato, a me come agli altri in questo luogo, sia l’opportunità di usare la nostra voce per coloro che non hanno voce.
Ho pensato molto ai problemi che stiamo affrontando nella collettività e che sento dobbiamo superare: l’uguaglianza di genere, il razzismo, i diritti queer, i diritti degli indigeni, i diritti animali. Una lotta alle ingiustizie. Una lotta contro lo stereotipo che ci porta alla credenza che un’unica nazione, una sola fede, un solo genere, una sola razza, una sola specie abbia il diritto di dominare, di controllare e di sfruttare un’altra impunemente.
Penso che temiamo l’idea del cambiamento personale per timore di dover sacrificare qualcosa nello smettere di compiere un determinato atto, ma gli esseri umani sono così ingegnosi e creativi.. penso che quando essi usano amore e compassione come principi base sia possibile creare sviluppo e progresso capaci di dare benefici a tutti gli esseri senzienti e per l’ambiente>>

Dopo aver pronunciato questo discorso Joaquin ha ricevuto un caloroso applauso da parte del pubblico nella sala.
Ed ha continuato.

<<Sono stato un farabutto nella mia vita. Sono stato egoista, crudele in un certo periodo, una persona difficile con cui lavorare, una persona ingrata, ma molti di voi in questa sala mi hanno dato una seconda opportunità, ed è quello che accade quando ci supportiamo a vicenda. Ci aiutiamo a migliorare e a cancellare gli errori del passato, ci aiutiamo a crescere, ci educhiamo quando guidiamo gli altri verso la redenzione.
Questa è la parte migliore dell’umanità.
Quando avevo 17 anni mio fratello scrisse un testo che dice
corri verso la salvezza con amore e giungerà la pace“.
Grazie>>


Un discorso che lascia scorrere brividi lungo la pelle, quello di Joaquin Phoenix. Sono davvero contenta che l’Oscar sia stato vinto da una persona come lui, umile, che ha usato le difficoltà della vita come catarsi personale.
Perché la staticità è illusoria, tutto cambia e anche noi cambiamo.
Siamo artefici della nostra vita, il passato può insegnarci come disegnare il nostro futuro.


Complimenti a Joaquin per aver dimostrato che il film più importante nel quale abbiamo un ruolo da interpretare è proprio la nostra vita.


Carmen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: