Annunci

Archivi giornalieri: 16 settembre 2010

°° Sagra del Seitan – 26/09/2010 @ Arezzo °°

  https://i2.wp.com/www.iocero.com/public/event/20322_header(1).jpg

La Sagra del
Seitan di Arezzo Si terra’ ad Arezzo presso lo Spazio Polifunzionale
dello Stadio Comunale del Baseball e Softball, Via Simone Martini, 9.

11,00 apertura con stand di prodotti e associazioni, bar con panini, dolci ed altre prelibatezze 12,30-14,00 pranzo (no prenotazione) 15,00 "veganismo: una filosofia e non uno stile di vita", incontro con Adriano Fragano 16,00 "Dolci
e dolcetti, come realizzare pasticceria vegan golosa". Ce ne parla
Roberto Politi coautore del libro La cucina etica dolce, ed. Sonda. 17,00 "I benefici dell’alimentazione vegana". Incontro con la Dott.ssa Catia Trevisani, direttrice della scuola di naturopatia SIMO 19,30-21,00 cena (no prenotazione) 21,30 concerto dei VallesantaCorde (www.vallesantacorde.net)

La Sagra del seitan si svolge grazie
all’aiuto di moltissimi volontari e alla preziosa collaborazione in
cucina del ristorante L’Erbavoglio Delizie di Arezzo e Gannaro Varriale
di Ganjamaica

Fonte: www.sagradelseitan.it

https://i1.wp.com/www.crueltyfreewebradio.org/wp-content/uploads/2010/08/sagra-del-seitan.jpg

Annunci

°° La Sofferenza alla quale, forse, non hai mai fatto caso °°

Dietro le cose più banali che usi quotidianamente, si può nascondere una enorme sofferenza sugli animali.
Spesso non ce ne rendiamo conto perchè il clima di omertà in cui viviamo ci impedisce di venirne a conoscenza.
Sta a noi indagare sulla storia del prodotto che usiamo, dell’alimento che mangiamo.. per scoprire se è il frutto di dolore animale o no.
I prodotti incriminati sono soprattutto quelli che, a detta di qualcuno che adora fare il lavaggio dell’altrui cervello, sono naturali e “fanno bene alla salute”.

Iniziamo.

Il LATTE

https://i0.wp.com/www.guadagnorisparmiando.com/wp-content/uploads/2009/01/latte.jpg
Da sempre visto come bevanda indispensabile per una corretta crescita e sviluppo sia per i bambini che per gli adulti
il latte viene inteso come secrezione mammaria “spontanea” delle mucche. Se chiedete a un bambino che ha ricevuto una scarsa educazione al riguardo
“cosa fa la mucca”, egli sicuramente risponderà “la mucca fa MUU/ la mucca fa IL LATTE”.
Risposta che denota l’enorme stereotipazione che ha ricevuto questo animale. Dire che la mucca fa il latte è come dire che la donna fa il latte.
La mucca, da madre, ha il latte quando aspetta il suo cucciolo. Dato che il vitellino può continuare a bere il latte della madre ache fino al terzo anno di età
l’essere umano non ha perso l’occasione di poter sfruttare. Infatti nessun cucciolo passa tre anni di vita con la propria mamma, in quanto viene da lei tolto e ucciso. Intanto, la mucca che ha sempre il latte, viene munta meccanicamente in piedi, per incessanti ore, provocandole stress.
Quindi, non solo viene privata dell’amore di suo figlio, ma dovrà vivere anni in piedi in un capanno con macchinari che le succhiano il latte.
Dopo anni di sfruttamento, il suo corpo intorpidito, viene spedito al macello, per essere trasformato in un simpaticissimo cibo, il Wustel.

https://i0.wp.com/www.iosonoimmortale.it/files/servizi/ogm/mucca_sosp.jpg

Le madri umane che con amore comprano il latte di altre madri, dovrebbero riflettere su questa cosa.
Dove va a finire la solidarietà femminile?
Un’alternativa a tutta questa sofferenza c’è, ed è anche migliore!

https://carmenluciano.files.wordpress.com/2010/09/foto_prodotti_chiccolat.jpg?w=170 https://i0.wp.com/www.lazonavendita.it/images/latte_soia_big.jpghttps://i1.wp.com/www.bollabio.com/images/products/13123.jpg
Le alternative al latte di mucca sono : il latte di riso, il latte di soya & il latte di mandorle.
Questi tipi di latte sono di origine vegetale, biologici e soprattutto ad alta digeribilità.Provare per credere.
Nessun essere animale viene sfruttato per produrli. Inoltre, il loro sapore è nattamente migliore! Ora tocca a te decidere…


LE UOVA & LA MAIONESE
http://tuttigiuperterra.files.wordpress.com/2010/03/uova.jpg https://carmenluciano.files.wordpress.com/2010/09/maionese.jpg?w=170
Dietro una scatola di cartone riciclato contenente sei uova c’è la tragica esistenza delle galline.
Molti di voi al supermercato sceglieranno la confezione che costa meno. Avete mai pensato a cosa comporta il vostro risparmio?
Certo, risparmiate centesimi di euro, ma non risparmiate la vita a milioni di galline che, ogni giorno, producono le uova PER VOI.
Dietro una confezione di maionese fatta con uova, si nasconde la stessa sofferenza.

https://i0.wp.com/www.masternewmedia.org/images/chickens_by_astrass.jpg
Ammassate in gabbie larghe 25 centimentri, le galline sono costrette a “vivere” una vita poco dignitosa in capannoni costantemente illuminati da luce artificiale
(perchè le galline fanno le uova di giorno) , indotte a deporre tutto il tempo. Non possono aprire le ali, non possono razzolare, fare bagni di polvere.
Non possono CAMMINARE  e svolgere le più quotidiane azioni che una gallina libera fa.
Vengono trattate come oggetti che producono, e che devono continuare a produrre.
Molte di loro pur di non vivere in condizioni di tale sofferenza con il becco si feriscono al cuore (quasi un suicidio!).
Per evitare tutto questo, gli allevatori tagliano la punta del becco, con ulteriore sofferenza della gallina.
Quando una gallina muore, viene rimpiazzata subito da un’altra. Vengono fatte nascere pulcini nell’incubatrice, poichè le galline non hanno tempo di covare.
I pulcini maschi, che sarebbero da grandi IMPRODUTTIVI, vengono TRITURATI VIVI!
Anche in questi casi, l’alternativa migliore a uova e maionese c’è.

https://i2.wp.com/www.riviera24.it/userdata/immagini/foto/510/2010/02/gallina_268730.jpg http://shop.ivegan.it/images/36032%20-%20Plamil%20Mayonnaise%20315g.jpg
In alternativa alle Uova da allevamento in gabbia potete scegliere quelle da allevamento BIOLOGICO che prevede un’ampio spazio al verde per le galline, trespoli per deporre le uova, terra per fare bagni di polvere.Le galline sono molto più rilassate.E ciò che mangiano è di origine biologica.
Oppure, se volete farla breve, eliminate completamente le uova dalla vostra dieta.Ricche di colesterolo, le uova non sono semplici da digerire.
L’uomo può vivere benissimo senza alimetarsi di esse (si guardi all’alimentazione Vegana).
Qui sotto, la Legenda che potrà esservi utile nella scelta delle uova.

Per chi invece (come me!) adora il gusto della maionese, ma non ciò che viene imposto alle galline, esiste la maionese VEGAN ormai reperibile in quasi tutte le erboristerie.Mantiene il gusto della classica differenza, ma non ha alcun ingrediente animale all’interno!Assolutamente squisita, provatela!


I PRODOTTI PER IL CORPO.. E PER LA CASA

https://i2.wp.com/www.pourfemme.it/img/enpa.jpg
Quante volte abbiamo sentito dire “..Perchè voi valete?”.
Tutte le pubblicità dei prodotti per il corpo, per l’igiene intima, per i capelli ecc puntano a mettere in risalto l’importanza della persona che usa tali prodotti.
Niente in contrario a prendersi cura di se stessi!
Ma.. se i prodotti che usiamo fossero la causa della SFIGURAZIONE e addirittura della morte di tanti animali?
Sicuramente questo le star che sponsorizzano queste marche Killer non lo dicono..
Sta a noi capire quale marca dobbiamo scegliere, che sia buona IN TUTTI I SENSI.

https://i0.wp.com/www.auto-ticino.net/ecologia/img/vivisezione_art.jpg https://i0.wp.com/www.ecologiae.com/wp-content/uploads/2008/10/test-sugli-animali-coniglio-foto.jpg
Milioni di animali (coniglietti,cavie,gatti,beagles,ratti..) ogni giorno vengono utilizzati per test clinici.
Sfigurati da creme,rossetti.. Asfissiati da gas,profumi.. Bruciati da centinaia di prodotti..
Tutto questo avviene per provare che il prodotto non è dannoso per l’uomo. Se ci pensate bene però, ogni essere vivente è diverso dall’altro.
Ciò che è innocuo per un ratto, può essere letale per l’uomo. La sperimentazione su animali dunque è inutile.. è pura sevizia gratuita.
Esistono test alternativi che non coinvolgono la vita di animali innocenti.
Boicotta i prodotti che sull’etichetta riportano la scritta “testato dermatologicamente/clinicamente” e scegli quelli con la dicitura “non testato su animali”.
Solo noi consumatori, decidendo ciò che è giusto comprare, possiamo indirizzare il commercio sulla retta via.
Lo stato non fa niente contro la vivisezione (basti guardare che l’Italia ha aderito alla nuova legge Europea che prevede il vivisezionamento di CANI & GATTI randagi) .. e allora rimbocchiamoci le maniche noi! Riduciamo le ditte killer alla fame. Costringiamoli a dover cambiare metodi!
I prodotti non testati su animali hanno sull’etichetta IL SIMBOLO DEL CONIGLIETTO!

https://i0.wp.com/www.montagnejeunesse.com/images/green_goddess/logo_choose_cruelty_free.jpghttps://i2.wp.com/www.unimondo.org/var/unimondo/storage/images/notizie/italia-coop-solo-cosmetici-non-testati-sugli-animali/312245-1-ita-IT/Italia-Coop-solo-cosmetici-non-testati-sugli-animali1_medium.jpg

Le marche Cruelty Free!
https://i2.wp.com/a183.ac-images.myspacecdn.com/images01/92/l_0aafe15eb5c049bd89f53754c257e6ee.jpg


VESTITI & ACCESSORI

https://i2.wp.com/www.leiweb.it/moda/news-moda/2009/gallery/img/Borse_colore_cuoio.jpg https://i0.wp.com/www.blogmamma.it/wp-content/gallery/moda-bambini-i-piumini-moncler/piumino_gisele.jpg
Assolutamente da boicottare sono gli abiti con bordatura in pelliccia e gli accessori in pelle e cuoio.
Il Cuoio è derivato dalla pelle degli animali, e per la sua produzione il livello di inquinamento prodotto è incalcolabile.
Dietro una bordatura vera in pelliccia di un cappotto, per esempio, non immaginate quanta sofferenza c’è.
Animali allevati, lasciati al freddo nelle gabbie in inverno per far si che la loro pelliccia diventi più folta..
Vengono uccisi a bastonate, con scariche elettriche, addirittura scuoiati vivi!
Tutto questo per moda? La moda finisce dove inzia la morte degli altri.

https://i0.wp.com/farm3.static.flickr.com/2199/2034926790_c601ef0c31.jpg

Scegli l’alternativa migliore che non implichi la mattanza di animali.
Non siamo più ominidi che vivono nelle caverne e devono vestirsi con la pelle degli animali. Siamo nel 21esimo secolo,
l’uomo ha fatto tanti progressi anche nel settore tessile. Sul mercato c’è vasta scelta di capi realizzati con materie prime “buone”.
Caldo Cotone, i materiali sintetici (da non preferire però), la canapa, il lino ecc..

http://www.lescarpedilinus.it     <– scarpe made in italy vegan & ecologiche.
http://www.veganhome.it/negozi/abbigliamento/on-line      <– abbigliamento vegan


Sbarellababy_Cuore rosso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: