Annunci

Archivi Blog

°° Findus Lancia i Nuovi Burgers per Vegetariani: Ecco Perchè Io Non Li Comprerò Mai °°

Da oltre 50 anni l’azienda FINDUS basa il suo lavoro e il suo introito economico sul surgelamento di prodotti che in gran percentuale altro non sono che alcuni tipi di animali: uccisi ,trasformati in “alimenti” e poi surgelati.
Findus sostiene la pesca ( per i suoi “Bastoncini del Capitano“) , lallevamento di mucche e di galline ( utili per i Sofficini, le Pizze e piatti pronti della linea 4 Salti In Padella) e quello di animali “da carne” ( per gli Hamburgers ecc ), proprio per non farsi mancare niente e per non fare un torto a nessuna specie animale appartenente alla categoria B.

Sono numerosi dunque gli esseri viventi non umani che vengono usati come macchine ( nel caso delle mucche e delle galline “ovaiole”) o macellati e privati della loro vita per realizzare gli alimenti a loro marchio.

Tutto questo non è assolutamente etico, ma Findus pensa di esserlo, e non ha nemmeno vergogna di scriverlo sul proprio sito internet.

Ora, fazzoletti alla mano, preparatevi alla notizia che sto per darvi.

Di recente, per chi non lo sapesse, l’azienda ha lanciato sul mercato un nuovo alimento:
i burgers per vegetariani! E lo hanno proprio scritto sulla confezione.
Ve lo sareste mai immaginato?
Io sinceramente no, ma in nome delle vendite questo ed altro!

Sarà che ogni giorno MILIONI di persone si rifiutano di comprare animali morti da portare in tavola ( e quindi non comprano Findus )??
Sarà il veganismo che si sta diffondendo rapidamente come l’edera??
Sarà che finalmente nel 21° secolo l’umanità sta iniziando a capire che non si può andare avanti uccidendo altre forme di vita mettendo poi a repentaglio la salute del pianeta e la presenza stessa dell’uomo sulla Terra??
Sta di fatto che l’azienda ha avuto la geniale ed economicamente disinteressata idea di ampliare i propri prodotti e di concedere ai vegetariani l’onore di poter comprare alimenti a loro marchio.

Solo ai vegetariani.

Esssì, cari miei.

Questa commovente novità è ovviamente riservata solo ai vegetariani perchè condividono con Findus l’amore per gli alimenti realizzati con secrezione mammaria di mucca e con ovuli non fecondati di gallina.
Perchè va bene assumersi il fastidio di evitare il corpo degli animali , ma arrivare a togliere anche latte e uova realizzando qualcosa di commestibile anche per quei rompicazzo dei vegani che si sentono superiori perchè esistono senza ledere l’esistenza altrui era troppo.
burgers finus 3
burgers findus1 burgers findus2

burgers findus

Il prezzo dei burgers vegetariani è di 2,94 euro, esattamente come quelli fatti con animali per chi ancora li mangia.
Con la differenza che la confezione di burgers vegetariani ha 50 grammi di prodotto in più.
Secondo voi è un caso?
No.
Etica com’è quasi sicuramente Findus avrà voluto proteggere sotto l’ala di gabbiano i vegetariani vittime di frasi da bullismo onnariano tipo
“gli alimenti veg sono più costosi di quelli NORMALI, perchè le persone veg sono ricche, mantenute..”.

Sarcasmo a parte ( si è notato?? )
ci tengo a dirvi che NON COMPRERO’ MAI questi alimenti per svariati motivi:

1) I burgers contengono formaggio ( con caglio, che può essere anche animale ) e uovo. Dunque sono realizzati con ingredienti frutto di sfruttamento animale portato avanti da allevamenti che hanno negato alle galline e alle mucche di esistere come è giusto che sia ( ovvero libere , senza dover essere macchine produttrici ).
2) L’idea di acquistare un alimento vegetariano di un marchio che produce anche e soprattutto alimenti fatti con il corpo di animali mi fa sbarellare come una bestia ( umana ). I miei soldi non li vedranno mai.
3) Non si può dare fiducia a chi dice di seguire l’etica ambientale e poi sostiene l’uccisione degli abitanti dell’ambiente marino.

Accetterei di acquistare un alimento a marchio Findus solo se l’azienda facesse mea culpa e cambiasse totalmente etica di vendita, togliendo dalla produzione gli alimenti fatti con animali e derivati e portando avanti quelli di origine vegetale.
Solo in quel caso ci sarebbe davvero un motivo per sostenere economicamente il marchio.

Invito tutti voi lettori a riflettere sulla mia opinione e di formulare autonomamente la vostra, tenendo di conto però di quella mai ascoltata di coloro che per l’azienda valgono ZERO.

Ogni volta che fate spesa decidete il mondo che volete.

nemesi animale

nemesi animale1

Cadavere di galline-2

[ foto Nemesi Animale – I retroscena di un allevamento di galline “ovaiole” italiano ]

mucca

[ Dopo anni di sfruttamento e di gravidanze per produrre latte, le mucche vengono accompagnate adagio al macello poichè INUTILI ]

__________________________________________

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Annunci

°° Bambini sempre più coinvolti in spot pubblicitari assassini °°

Bastano soltanto 5 minuti spesi a guardare la tv per notare quante pubblicità ingannevoli vengano messe in onda quotidianamente. E quante di esse abbiano come protagonisti i bambini.

I bambini infatti, vengono usati per sponsorizzare il prodotto al meglio, per rendere la pubblicità “carina” da vedere ogni volta e soprattutto per spingere altri infanti ad emulare ciò che viene fatto vedere in quei 30secondi pubblicitari.

Prendiamo per esempio, una delle pubblicità che più non riesco a tollerare..

Quella della Findus e del suo Capitano.

Cosa percepisce un bambino, o le persona in generale, quando ai bimbi in pubblicità viene fatto dire “Il Capitano ci ha insegnato.. bla bla bla bla” ? Il messaggio che passa, è quello che i bastoncini di merluzzo sono cibo affidabile da dare a cena ai propri figli, e questi ultimi in prima persona rimangono affascinati dal prodotto sponsorizzato rimanendo con il desiderio di provarlo. Ciò che il Capitano “non ha insegnato” però, e che dovrebbe ben sapere, è che dietro a quella forma rettangolare impanata c’è un abisso di sofferenza che porta alla morte. Sofferenza che viene nascosta, non resa nota, perchè tanto degli animali e della loro esistenza (incluso il diritto alla vita) non interessa ai tanti consumatori ignoranti.

Ciò che il Capitano non sa, e che dovrebbe sapere, è che anche i merluzzi hanno il diritto alla vita. Come gli umani, hanno il diritto di poter nascere, vivere liberamente. Solo perchè fisicamente diversi da noi,non ci si può permettere di appellare degli esseri viventi “cibo” trasformando il loro essere in futili bastoncini da friggere in padella. Se ai bambini venissero mostrati i metodi di pesca, gli interminabili istanti di panico,terrore e sofferenza che precedono la morte di queste vittime innocenti, sono sicura che non vorrebbero mai mangiare i bastoncini Findus.

Cosa dire della Simmenthal?

Fino a pochi anni fa nella pubblicità della Simmenthal c’era un tripudio di colori, fiori, sorrisi e una bambina che colorava. Quest’anno invece ci può allietare una famigliola che pranza insieme in terrazza. Ok, ma mi domando: Cosa c’entrano i colori viola,rosa,arancio,giallo quando l’unico colore che determina la Simmenthal è il rosso del sangue versato dalle mucche?

Stessa cosa: Se i bambini sapessero come vengono trucidate le povere mucche, e che quella morbida gelatina contenuta nella scatoletta è fatta con le loro ossa e tessuti connettivi, preferirebbero mangiare piuttosto una mela!. Ah, vorrei aggiungere che la qualità della Simmenthal è pari a quella di carne in scatola per gatti venduta nei peggiori discount. Definizione data da un esperto veterinario. Ora che lo sapete, rifletteteci. Poi, la salute è vostra. E la coscienza anche.

Vogliamo parlare di stracchino volante? No.. su questo ci stendo un velo pietoso.

Forse forse nemmeno i bimbi rimangono affascinati. Anzi,credo proprio che pensino a ciò che è facile pensare: “che cazzata di pubblicità!”.

E’ Quello della Lola? Non ci interessa se è di Lola, Ermengarda, Isotta o Bernadette. Il latte delle mucche E’ DEI PROPRI CUCCIOLI E BASTA. Anche nella pubblicità della Granarolo si usa la figura di un cucciolo d’uomo per spingere madri (poco educative) e pargoli a simpatizzare con questo marchio. Pubblicità del tutto ingannevole perchè le mucche non sono tenute in condizioni igieniche ottimali,non sono al pascolo nel verde, non sono libere e NON SONO FELICI! La “Lola” purtroppo non è una sola che fornisce miliardi di litri all’anno di latte per tutti i poveracci onnivori in Italia. Esistono migliaia di “Lole”, intrappolate in capanni fatiscenti, ammassate li, LEGATE, ingravidate artificialmente (ma pensate se fosse fatto a voi donne certe cose!!!) , fatte partorire e private dei loro cuccioli e munte fino all’estremo, per cinque anni, prima di finire al macello. Tutto questo è disumano. Perchè l’uomo non ha bisogno di rubare il latte ai cuccioli di altre donne dato che non ne necessita. Anche qui, se i bambini sapessero da subito che il latte che bevono al mattino con i cereali è stato negato ad un vitellino che invece è stato macellato a soli 3 mesi di vita, credo chiederebbero alle madri di bere del thè caldo.

Bambini, aprite gli occhi. Molti di voi sono più sensibili dei propri genitori. E ai genitori cosa dire? Usate il cervello.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: