Archivi Blog

°°Digerisce Male il Rifiuto: Ragazzo Onnivoro Offende Pubblicamente Ragazza Vegana°°

Sofia (nome di fantasia per tutelarne la privacy) è una ragazza di 21 anni con una passione forte per gli animali. Dopo anni trascorsi seguendo uno stile alimentare vegetariano, anche aiutata dal mio blog decide di fare un passo avanti nella strada del rispetto per le altre specie, e diventa vegana.

Un giorno Nerone (nome di fantasia per tutelarne la privacy), di molti anni più grande di lei, decide di fare sua conoscenza. Lui, onnivoro. Lei, vegana.
Sofia è consapevole di ciò che vorrebbe in una relazione, e del tipo di persona che sogna di avere accanto, pertanto mette in chiaro che la loro è una semplice conoscenza, anche per lo stile di vita che è divergente.
Nerone sembra comprendere Sofia, tant’è che con la ragazza si dimostra gentile. Addirittura, in sua presenza in momenti passati insieme a tavola, Nerone sceglie piatti vegetariani.
Col passare del tempo però Sofia riflette su queste attenzioni “artificiali” e non spontanee, e realizza che stare con una persona che mangia animali proprio non fa per lei.

<<Due sere fa gli ho detto che per me era davvero impossibile avere una relazione con lui. Così lui ha pubblicato un post offensivo su facebook che mi ha fatto sentire male. Inoltre nei messaggi mi ha dipinta come un mostro, una razzista e intollerante>> racconta Sofia, spiegandomi che rabbrividisce all’idea di cosa una persona più fragile possa arrivare a fare sentendosi attaccata pubblicamente, anche se in modo anonimo e indiretto.

Nerone infatti nelle sue reazioni non è stato piacevole per niente.

<<Mi ha detto che le mie difficoltà me le sono create da sola, che lui ha provato a costruire qualcosa sul rispetto reciproco ma che con me si sentiva come un criminale che commette crimini contro il creato. Mi ha scritto che è una persona che ama prima di tutto se stessa e che non permette a nessun intollerante di negargli una possibilità per un motivo che per lui non sta né in cielo né in terra. Non ha compreso la mia volontà, le mie preferenze, e mi ha scritto che se avessi inventato qualsiasi altra “stronzata” per allontanarlo gli avrebbe fatto meno male. Perché secondo lui questa motivazione non ha senso. Gli ho risposto che non è una “stronzata” il mio ideale di rispetto per gli animali e che sono stata chiara sin da subito delle mie necessità. Così ha continuato a dirmi che l’amore si basa su rispetto reciproco e che di questo passo avrei trovato sul mio percorso persone più intolleranti di me. A quel punto, la colpa sarebbe stata solo la mia>> ha raccontato Sofia.

Nerone poi ha rincarato la dose pubblicando sul suo profilo facebook un link di un video satirico contro i vegani con commento alquanto offensivo e di natura (c’era da aspettarselo) sessuale.

nerone.png
Bene, veniamo a noi.

Innanzitutto ringrazio Sofia per aver condiviso con me, e accettato di condividere con voi, questa sua spiacevole esperienza. Spiacevole esperienza che non si augura nemmeno alla persona che più ci sta antipatica al mondo. Perché le rogne non si augurano a nessuno.

Dopo aver vissuto realtà analoghe eccomi qui a mettere qualche puntino sulle i.

Punto primo: scegliere di non mangiare animali non è una stronzata. E’ una cosa seria. Per me è stata la scelta più importante della mia vita. Il cibo è vita, il cibo è il fondamento della mia e dell’esistenza di tutte le persone. Decidere di basare la propria esistenza su quanto regala la Terra e non sui corpi che popolano la Terra è frutto di anni di pensieri, di intime sensazioni, di profondi ragionamenti. Se i superficialotti qualunquisti non riescono ad afferrare questo basilare concetto, non è cosa che ci compete. Per carità, si è sempre in tempo a capire.. ma come diceva il caro Leonardo da Vinci “chi è causa del suo mal pianga se stesso”.

Punto secondo: se esiste qualche divinità, che regali lunga vita alle persone serie che mettono in chiaro le proprie intenzioni. Quelle che PARLANO, SI ESPRIMONO, che non hanno intenzioni di perdere tempo né di farlo perdere agli altri. In poche parole, quelle che non prendono in giro il prossimo beandosi dei sentimenti non corrisposti.

Punto terzo: smettetela di mangiare vegetariano o vegano in nostra presenza, che il contentino non lo vuole nessuno. Che si capisca una volta per tutte che non è un discorso di rispetto verso le persone vegetariane/vegane, è questione di rispetto per gli animali che finiscono nel piatto. Non siete convinti che sia giusto non divorare i corpi degli animali? Non peccate di falsità allora. Meglio una brutta verità che una bella bugia.

Punto quarto: quelli che mettono se stessi davanti a tutto e tutti sono come la yersinia pestis trecentesca: assolutamente da evitare. Soprattutto se tale egocentrismo va poi a discapito di esseri innocenti messi in subordinazione alle proprie preferenze alimentari.

Punto quinto: il mondo è pieno (per il momento) di persone non vegane. Perché pretendere di avere come partner un individuo che desidererebbe, per la propria felicità, qualcun* in grado di comprendere appieno l’amore per gli animali?
Per le sfide impossibili, esistono già sport estremi.

Punto sesto: sempre se esiste qualche divinità (che deve benvolere chi è serio/a e sincero/a) che nel tempo libero folgori d’intelligenza chi sprofonda negli abissi della volgarità. “Rimani vergine che la salsiccia per te finisce qui”. Quanto squallore, quanta repressione trasudano da queste parole. Detesto fortemente chi sessualizza i resti degli animali. Ritengo oltraggioso nei confronti di chi muore un tale vile accostamento.

Punto settimo: l’amore non è carità. I sentimenti devono essere ricambiati. Quando la volontà di uno dei due predomina sull’altro ha inizio il processo che porta all’infelicità. E chi desidera essere infelice?

A tutti i Nerone che sono la fuori: l’idea che gli animali perdano la vita per esseri immondi come voi è una delle cose più legali e atroci della nostra società.

A tutte le Sofia schernite e derise da persone di scarso valore spirituale: l’amore per tutte le forme di vita non merita di soccombere per i sentimenti per una sola persona. Cosa è una sola persona a fronte di miliardi di esistenze?
Scegliete di condividere il vostro tempo e di dedicare le vostre attenzioni a chi non accetta che la bellezza di un corpo venga dilaniata in nome del niente. Perché ormai è noto a chiunque: non abbiamo necessità di uccidere e chi vive sulla morte degli altri lo fa per vezzo. Scegliete chi ogni giorno difende, e non oltraggia. Scegliete chi ha mani per aiutare, e non per ferire. Preferite chi per gli altri darebbe la propria vita, e non chi la sottrarrebbe, agli altri, pur di trarne presunto giovamento.
Preferite chi sa esattamente cosa significhi la parola “rispetto”, e che sia in grado di estenderla ad ogni forma di vita presente sulla terra. Senza scale d’importanza, senza discriminazioni.

Perché non esistono vite di alto valore, né di scarso.
Tutti valiamo.
Tutti, dal momento della nascita, meritiamo di vivere.

Carmen

°° La Ragazza Vegan: Come conquistarla, sapersela tenere e non farla scappare! °°

Di 60 milioni di italiani, potrà capitarti di incontrare nella tua vita una ragazza che catturerà le tue attenzioni.
Ma guarda la sfiga 😀 .. ti vai a beccare proprio una tipa diversa da te.
Sei pronto alla conquista, ignaro di cosa può riservarti il destino.

Tu, dalla bacheca di Facebook piena di panini del McDonald’s  che fotografi a cena con gli amici, pensavi di proporle di uscire ma… Oops!
Noti dal suo profilo che è VEGANA.
Inizi a domandarti che cosa significa perchè eri rimasto al termine “vegetariana”.
Wikipedia e Google ti aiutano a capire.
E scopri che…
Non mangia carne. Non mangia nemmeno il pesce, e per giunta si rifiuta di mangiare anche i derivati animali come latte e uova che “non generano la morte degli animali” (a tua detta).
Non sai come comportarti.
Però è carina!
Menomale doveva esser bianchiccia.
Anzi, è proprio discreta!
Inizi a pubblicare in automatico appelli di cani da adottare, link dolciosi che nemmeno avresti mai condiviso se non per cercare di attirare la sua curiosità.
E mentre speri che lei metta un “Mi Piace”, che fraintenderai di sicuro per un “hei, sono qua per te!”, ti chiedi come puoi instaurare un dialogo con lei per ottenere la prima uscita.
La contatti, e involontariamente l’argomento è il solito: cibo, animali, natura.
Credi di dire cose giuste, e invece spari due o tre stronzate.

Ma….
Come si conquista una ragazza vegan?
Gli sfondoni sono a portata di mano, e ci vuole davvero poco per farla scappare di corsa lontano da te ( e nelle braccia di qualcun’altro)!

Segui qualche consiglio e forse ( dico forse) avrai qualche chance.

COSE DA EVITARE:

– Se non sei vegano, o vegetariano, o comunque degli animali non te ne frega proprio un cazzo, EVITA come la morte di pubblicare link di argomenti che non sono tipici tuoi.
Se ne accorgerebbe subito e risulteresti un falso lecchino.
Sicuramente avrà visitato il tuo profilo.
Se non ha lasciato un commentino irritato alla tua foto da ebete sorridente con la carpa pescata l’estate precedente al laghetto, ti è andata bene.
Vuol dire che hai di fronte una persona moderata.
Se non ti ha cancellato dagli amici, ancora meglio, hai qualche possibilità, ma te la devi sudare.

– Se la vuoi vedere a cena, non proporle di CENARE INSIEME A CASA TUA, preparando una cena vegana.
Non sai cucinare un uovo, e figurati se riesci a cucinare pure per lei roba che non hai mai assaggiato.
La maggior parte delle donne ha timore degli uomini ai fornelli.
E se l’uomo in questo caso è onnivoro e non sa nemmeno la differenza tra dieta vegan e vegetariana, le possibilità di fallire aumentano.
In più, ricordati che non è il caso di far entrare nel tuo habitat una ragazza che conosci da poco ( o per nulla). Ci passi male.

– Se la incontri per la prima volta, NON METTERTI A PARLARE DELL’ALIMENTAZIONE.
Evita questo argomento.
Se tu fossi intollerante al glutine ti piacerebbe che per 3 ore una ragazza ti frantumasse i coglioni chiedendoti come fai ad alimentarti lo stesso?

– Al primo appuntamento vestiti in maniera carina, rimanendo del tuo stile, senza modificarti troppo.
Ma non pensare di uscire con lei con il giacchetto di pelle nera tipo Fonzie o un cappotto con un bordo enorme di pelliccia al cappuccio: perderesti tanti punti!

Se fumi, evita di gettare a terra le cicche come fossero molliche di Pollicino: non ti deve seguire nessuno. Punto primo. E poi solitamente la ragazza vegan è anche ecologista e tu faresti la figura del cafone maleducato.

– Se ha qualche chilo in più, non ti azzardare a dirle che di solito i vegani dovrebbero essere magri.
O almeno, se poi vuoi provare il brivido di una non-seconda uscita, fai pure!

NON OSARE MAI dire “Per te diventerei vegetariano”.
Non crederti l’unico ad aver formulato questo squallido tentativo che sa tanto di “ti scongiuro, qualsiasi cosa ma dammela!”.
Avresti le ore contate.

– Se vai a pesca o a caccia, e vuoi continuare a farlo, evita per il tuo bene di pretendere un’uscita.
Per lei gli animali sono tutti uguali e non accetterebbe il compromesso di uscire con te mentre il giorno dopo spari ad esseri indifesi.

– Andava di moda negli anni ’90, ma se ti viene la malsana idea di incidere il vostro nome sulla corteccia di un albero,
la tua fine arriva fra 3..2…

METODI DI ABBORDAGGIO PERFETTO:



– Contattala con il pretesto (vero) di cercare un gattino da adottare per un amico/familiare.
Sicuramente saprà di qualche micio in attesa di adozione e guadagnerai tanti punti per il tuo interesse nell’aiutare il prossimo.

– Se ti capita di pranzare vegetariano, corri pure il rischio di fare la foto al piatto e di caricarla su Facebook oppure Instagram scrivendo “davvero ottimo! non credevo”. Ti sentirai dire dagli amici che sei un frescone.
Ma aspettati pure un suo mi piace.
Da li, attacca bottone per chiederle qualche ricetta.
Poi, sparisci per un po.
Le farai intendere che non è  un pretesto per ammaliarla.

– Invitala a cena fuori senza parlare di alimentazione. Ti dirà che lei è vegana e che non sa se nel locale faranno piatti adatti per lei.
Dille che non ci sono problemi e che deciderete insieme durante l’incontro.
In realtà, la porterai in un ristorantino bio vegano dove hai prenotato per due a sua insaputa.
Effetto sorpresa: Sarà quasi tua!

– Vuoi regalarle dei fiori?
Opta per una composizione floreale in vaso e non recisi: ogni giorno il tuo regalo le ricorderà di te e si instaurerà un rapporto di stima nei tuoi confronti.

– Documentati sulla dieta vegan su siti internet specializzati, libri e opuscoli senza fare il terzo grado a lei:
Rimarrà stupita nel vedere la tua conoscenza in ambito senza aver avuto il minimo stress causato da domande fuori luogo.

– Se arrivi al secondo appuntamento, datti un profumo fresco cruelty free acquistato in erboristeria.
Durante la serata, tra un argomento e l’altro, spiazzala chiedendole di sentire se le piace il tuo nuovo acquisto facendola avvicinare al tuo collo.
Sicuramente dirà di si.
Quando le rivelerai che non è testato su animali, porgile pure un fazzoletto per farle pulire il rivolo di bava che le starà sicuramente scendendo dalla bocca.

– Se vuoi generarle un senso di dipendenza emotiva nei tuoi confronti, che la legherebbe a te decisamente, non aver timore a mostrarti vulnerabile: raccontale del tuo cagnolino con cui hai passato l’infanzia e dille pure che ti manca da quando non c’è più.
L’uomo dolce viene spesso ricambiato con un immediato abbraccio.
Da li, hai il 70% di ottime speranze di stamparle un bacio.

– Se ha un gatto, sappi che se le chiedi di poterlo vedere dopo qualche uscita, sicuramente la farai felice.
Il passo dal gatto agli amici e poi alle presentazioni ai genitori, è breve.
E guadagni punti.

– Stupiscila caricando una foto su facebook di te mentre porti a spasso qualche cagnolino di un rifugio nelle vicinanze del tuo paese. Magari con quella tuta che ti fa tanto figo. Ti cercherà lei per dirti quanto sei tenero dopo essersi rifatta gli occhi!

– Se non le racconti che in casa tua hai abitudini alimentari diverse, non si offenderà, tranquillo.

– Se nella tua auto hai sedili in pelle, quando passerai a prenderla per la prima volta chiedile scusa per un eventuale disagio che puoi farle vivere, dicendo che non era intenzionale la scelta.
Se sei sincero, apprezzerà che tu glielo abbia detto.

– Se hai un cane, invitala a fare una passeggiata in un parco anche solo per due chiacchiere.
La condivisione del tempo con la presenza di un animale ravvicina le persone e solidifica i legami nuovi.
COME TENERSI UNA RAGAZZA VEGANA.

Solo quando avrai capito che per lei ci sei tu, e per te c’è solo lei, invitala a cena da te preparando qualcosa di vegano.
A quel punto avrà fiducia in te abbastanza da assaggiare ciò che le proporrai o addirittura potrete optare per cucinare insieme. Poi, metti in funzione la lavastoviglie!! 🙂

Non chiederle di andare a visitare zoo o delfinari: sapresti la sua risposta e la faresti solo rimanere male.

– Se non è riuscita ad infonderti l’amore incondizionato per gli animali e rimani convinto della tua alimentazione a base di carne e pesce, evita almeno di mangiarli in sua presenza. Oppure, chiedi se può darle fastidio.
Se ti dice di “no, non c’è alcun problema”, sappi che devi farti il problema.
Acconsenti e poi evita situazioni del genere.

– Non essere mai geloso del tempo che passa insieme al suo animale domestico. E’ come se lei si lamentasse del rapporto fra te e il tuo migliore amico.

– Se il suo tempo libero lo dedica prevalentemente al volontariato,
non farglielo pesare. Potresti creare attrito.
Saldi invece il rapporto se a sorpresa ti presenti ad una manifestazione animalista dove c’è anche lei.

La ragazza vegana fa per te se…

– Sei un uomo sensibile
– Sei vegano o vegetariano!
– Ami tantissimo gli animali
– Ti piace stare a contatto con la natura
– Ti piace scoprire cose nuove
– Sei in cerca di una donna che dia valore ai sentimenti
– Ti piacciono le persone sensibili
– Vuoi cambiare il tuo stile di vita e avere una compagna adatta per il tuo percorso
– Non ti danno noia i peli di gatto o cane sui vestiti
– Non ti urta l’idea di passare pomeriggi in canile

….evitala se

– Non rinunceresti mai e per nessuno al mondo di andare a pesca
– Per te gli animali sono visti come esseri inferiori
– Ti danno noia le persone che piangono anche per la morte di un moscerino
– Non reputi la dieta vegan naturale e vuoi farle cambiare idea

__________________________________________________


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: