Annunci

Archivi giornalieri: 17 agosto 2012

°° Siena : Ancora cavalli feriti per il Palio della Vergogna °°

Se c’è una cosa che mi fa perdere il senno, è la costante tutela da parte dallo Stato Italiano nei confronti dei cittadini che abusano sugli animali.
Lo Stato non dovrebbe permettere che sul suolo nazionale degli esseri viventi rischino la propria vita, animali o umani che essi siano.
Ma sappiamo bene invece che il nostro caro Stato a tutto pensa TRANNE AL BENESSERE DI CITTADINI UMANI E ANIMALI. E se c’è di mezzo un giro d’affari milionario, si fa finta di non vedere.

Ci sono tradizioni arcaiche e medievali, tipo quella della corsa dei cavalli per il PALIO, che a distanza di secoli continuano a mietere vittime innocenti.
SIENA è la prima città in Italia ad esser nota per lo sfruttamento di questi bellissimi animali.
E ovviamente, questo scempio continua grazie alla tutela che lo Stato offre agli organizzatori di questo evento annuale così retrogrado e specista.

Non per essere volgare, ma credo che tutte le persone dal buonsenso come me ne abbiano le palle piene di vedere cavalli sfracellarsi al suolo o andare a sbattere contro le protezioni di metallo per non ferire gli incivili spettatori del Palio.

Anche quest’anno, a Siena, il Palio c’è stato. E ci sono stati anche cavalli feriti.
In data 16 Agosto 2012 sono caduti durante la corsa ben 6 cavalli insieme ai loro fantini.Il cavallo della Civetta Moedi è stato costretto a ricorrere ad un intervento chirurgico ( a quanto pare si trova ancora sotto i ferri ) da parte dei veterinari della clinica del Ceppo. Gli esami radiologici hanno confermato per l’animale una frattura alla prima falange dell’arto anteriore sinistro.
Sperando che l’animale non venga abbattuto come è successo anni fa con altri feriti.

Tutto questo è successo sotto gli occhi dei migliaia di spettatori incivili che ogni anno pagano per assistere allo sfruttamento dei cavalli, e sotto gli occhi del Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri.

E’ arrivato il momento di SMETTERLA con queste buffonate camuffate sotto il nome di “tradizione”.
Le tradizioni che implicano l’uso di animali e che ne mettono a rischio la vita VANNO ABOLITE TUTTE DALLA PRIMA ALL’ULTIMA!

Chiunque abbia mai preso parte al Palio, di Siena o di qualsiasi altro paese regredito che l’organizza, dovrebbe capire che tutto questo è sbagliato.
Gli animali, in questo caso i cavalli, non nascono per essere usati per scopi ludici umani!!!
il mio invito rimane sempre il solito: vi piace il Palio? Portate in groppa voi i fantini, fatevi frustare, e lasciate stare i cavalli!!

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: