Archivio mensile:dicembre 2019

°°Haribo: Finalmente Le Caramelle Senza Gelatina Animale°°

Cari lettori e care lettrici,
in questo articolo vi parlo di un’altra bella novità 🙂

Non si conta il numero di volte in cui ho scritto al marchio francese di dolciumi HARIBO che sarebbe stato carino da parte loro iniziare a produrre caramelle senza gelatina animale. Non ho mai perso occasione per far notare, attraverso commenti lasciati ai post sulla pagina facebook dell’azienda, che non era il massimo usare tessuto connettivo animale, colorato da coloranti, insaporito da aromi, per poi essere trasformato proprio in forma di animali.

Puntualmente mi veniva risposto che gli ingredienti da loro utilizzati erano di ottima qualità, che la gelatina animale è utilizzata dall’industria alimentare ed altre frasi di convenienza mirate a farmi capire che le cose così stavano e così sarebbero rimaste.

E invece vale la regola del panta rei.

Stamattina mentre passavo dalla corsia dedicata a dolci e caramelle ho notato la scritta VEGAN proprio su una confezione di caramelle HARIBO.
Mi sono detta: “incredibile!”.

Haribo ha prodotto finalmente caramelle gelée realizzate in gelatina vegetale, e tale novità è stata eletta prodotto dell’anno 2019 dai consumatori.

Avrà sicuramente giocato un ruolo importante la concorrenza aperta al cambiamento, Fruittella e Trolli per citarne due. Sarà anche stata una maggiore attenzione alla richiesta che cambia.
Sta di fatto che questa novità ci piace, ed è molto positiva.

Sappiamo bene tutti che le caramelle non sono fra gli alimenti più salutari in commercio, ma da avere dolciumi prodotti con scarti dei corpi di poveri animali macellati, ad avere dolciumi prodotti con soli vegetali è sicuramente una bella svolta.

Complimenti ad Haribo. E chissà che presto la gelatina vegetale non rimpiazzi definitivamente quella animale delle altre varianti non vegan 😉

°°INTIMISSIMI: Stop Definitivo alla Vendita di Intimo in Pelle°°

Care lettrici e cari lettori,
qualche mese fa vi avevo informati delle novità commerciali poco rispettose degli animali di INTIMISSIMI, noto marchio di abbigliamento maschile uomo-donna.
Il brand aveva deciso di mettere in vendita infatti indumenti realizzati in pelle di agnello: slip, top e reggiseni.

Ne aveva dato notizia su Facebook la sezione LAV di Bergamo.

A seguito di quel post, pubblicai un articolo per invitarvi ad inviare un messaggio al gruppo CALZEDONIA, per sollecitarlo ad orientarsi su materiali meno crudeli.
Siete stati tantissimi a prendere parte all’invio di email di protesta.
E come sempre, l’unione fa a forza.

Dopo esserci visti recapitare un messaggio di risposta per nulla positivo (Calzedonia informava dell’utilizzo di pelli “scarto” di produzione alimentare, n.d.r) con molto piacere posso oggi dirvi che l’incontro dei vertici del Gruppo con l’associazione LAV avvenuto settimane fa ha dato vita a qualcosa di buono.

Intimissimi ha deciso di non realizzare più abbigliamento in pelle, non solo quella di agnello ma di tutti gli altri animali.


Ne ha dato notizia oggi il presidente LAV Gianluca Felicetti attraverso il suo profilo facebook personale.

Voglio quindi ringraziare ogni singola persona che ha preso parte alla protesta organizzata. Grazie per aver dato voce agli animali, grazie per averli difesi e per esservi schierati dalla loro parte.

La nostra specie non è ancora completamente rispettosa nei confronti delle altre specie. Sono ancora tante le persone che vivono facendo del male agli animali, ma non possiamo e non dobbiamo permettere che ciò continui.
Non è solo una questione etica. E’ anche una questione evoluzionistica: meritiamo di essere esistenze migliori.

Grazie ancora e alla prossima vittoria ❤

Carmen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: