Archivi Blog

°°Macelleria “I Piaceri della Carne”: Insulti Sessisti a Chi Non Mangia Animali°°

Oggi pomeriggio, 31 marzo 2020, è successo un fatto più che vergognoso.
Una macelleria di Milano, “I Piaceri della Carne“, ha fatto recapitare a diverse persone messaggi dal contenuto sessisti e pornografici sul social network Facebook. Ne hanno dato segnalazione due donne, Anna e Giovanna, che si sono ritrovate via messaggio privato le offese che riporto sotto forma di screenshot.


“Anche se sei un po’ cesso se vuoi ti permetto di leccarmi le palle mentre squarto l’agnello“.
Una frase volgare, nauseante, macabra inviata presumibilmente attraverso un copia/incolla alle donne sopra menzionate da un mittente che al momento non ha volto.
L’identità però sarebbe individuabile: l’eroe da tastiera, paladino della giustizia nonché rispettoso di ogni essere vivente sarebbe uno dei soci della macelleria milanese, risentito del ricevere messaggi di dissenso per la vendita di agnellini in prossimità di pasqua.
Perché, dovete sapere, anche se il mondo intero sta attraversando un periodo nefasto dove ogni giorno muoiono innumerevoli persone e altre rischiano la vita per salvarle, c’è chi con la vita e la morte altrui tira a camparci. E poco importa se le vittime del proprio business abbiano visto la luce del sole da poche settimane.

Ho contattato personalmente il numero di telefono fisso della macelleria per chiedere spiegazioni: mi ha risposto un uomo, che dopo aver ascoltato il mio leggere ad alta voce il messaggio di insulti da loro inviato, ha riagganciato senza tanti complimenti.
Ho chiamato nuovamente e stavolta, nel chiedere spiegazioni sul perché tanta volgarità, l’uomo ha risposto che l’idea era venuta al socio, che si scusava ma che lui non c’entrava con quella esternazione. La telefonata è durata meno di un minuto: il macellaio di innocenti ha tagliato corto dicendo che aveva da fare, e che noi potevamo fare ciò che ci piaceva.

Il post dove la macelleria pubblicizzava la vendita di agnellini ha ricevuto tantissime critiche, non più visibili. Esso infatti è stato rimosso in seguito alla valanga di commenti che ha collezionato.

Un messaggio comparso qualche ora dopo in risposta ad una recensione negativa sul locale ha permesso di rendere più nitide le cose.


Dopo aver già espresso il mio parere attraverso un video pubblicato sulla mia pagina, aggiungo un altro messaggio rivolto all’autore del commento, e dell’insulto:

Falsità, dire che chi è vegan impazzisce quando legge di agnellini mandati al macello. Chi è vegan sa che quasi tutti gli animali macellati sono dei cuccioli. L’industria dello smontaggio animale infatti miete vittime innocenti che spesso non hanno mai raggiunto l’età adulta.
Si inorridisce, piuttosto, nel vedere con quanta leggerezza si parla di corpi da macellare e vendere come se quei corpi non contenessero una vita.
Si inorridisce davanti all’assenza di sensibilità e di empatia.
Ogni anno si assiste ad una carneficina di piccoli, nati da poche settimane, e in una umanità intenta a risvegliarsi nella consapevolezza è comprensibile aspettarsi delle reazioni di dissenso.
Credo ci sia qualcosa di ben peggiore del ricevere come insulto un “assassino”. Se leggiamo la definizione di tale termine troviamo “omicida, criminale”. Per adesso il linguaggio comune vuole che esso sia attribuito a chi toglie la vita alle persone. Magari un giorno, quando il genere umano sarà più progredito, lo si intenderà anche per chi toglie la vita agli animali, che non sono inferiori alle persone, sebbene si vuol continuare a portare a vanti questo egoistico, antropocentrico stereotipo.
Non ci si lamenti troppo delle reazioni avverse: credo che gli animali, se potessero, preferirebbero essere appellati in modo spregevole a patto di vedersi lasciati stare. Invece perdono la vita.
Vengono fatti nascere, messi al mondo con una condanna a morte che grava già sulla loro testa.
Una condanna a morte in nome del vile denaro, fatto passare per “onesto lavoro” quando di onesto, nel negare il diritto all’esistenza, io non vedo proprio niente.

Detto ciò, ancora vergogna per il sessismo e la volgarità dimostrati.
Che queste parole rimangano impresse a tutti, clienti donne in primis.
Ma come ha detto qualcuno, <<non ci si può aspettare molto da chi per mestiere ammazza>>.

Che le persone aprano mente e cuore. Che finanzino le attività che la vita la rispettano per davvero. Che la mattanza di innocenti in nome di tradizioni, feste e altre umanate finisca presto.


Carmen

°° Capriglia (SA): Agnellino Vivo Come Primo Premio alla Lotteria di Pasqua della Parrocchia °°

Nel piccolo comune di Capriglia ( Pellezzano ) , in provincia di Salerno, è da poco iniziata la vendita dei numeri della lotteria di Pasqua ideata per sostenere
la Parrocchia di “Santa Maria delle Grazie“.
L’iniziativa sarebbe stata anche carina, se non fosse per un piccolo “dettaglio”:
tra i 5 premi messi in palio dagli organizzatori infatti compare al primo posto, in mezzo a degli oggetti, un agnello… vivo.

La notizia è giunta a Think Green Live Vegan Love Animals grazie alla segnalazione di un follower che, per dare prova di quanto appena scritto e per avere in prima persona maggiori informazioni circa il  primo premio , ha dovuto necessariamente comprare un numero dal costo-donazione di 1 euro .

parrocchia

L’estrazione avverrà domenica 27 Marzo 2016 alle 12,30 dopo la celebrazione della “Santa Messa Solenne” presso la parrocchia.
Così i fedeli , muniti di numerini alla mano, potranno scoprire se saranno i fortunati vincitori di un uovo di pasqua da 2kg , 2 kg di soppressata “paesana” ( 5° comandamento WHAT?? ) , un asciugacapelli Termozeta, uno smartphone Vodafone  oppure di una piccola creatura innocente messa al mondo dallo stesso Dio menzionato più volte durante la messa.

Nonostante il Medioevo sia finito ormai da secoli , la mente umana ancora non si è avvicinata al progresso tecnologico del XXI° secolo.

Sarà forse colpa di una mentalità ancora troppo chiusa e retrograda se un essere vivente tra un mese finirà in palio come fosse un oggetto per raccogliere fondi per tale parrocchia ?
O sarà colpa della religione cattolica, da sempre carente di empatia nei confronti degli animali?
Cosa ne penserebbe il loro caro Filippo d’Assisi noto ai più come San Francesco?
sarebbe felice di sapere che la vita di un agnello è appesa al filo della volontà dell’individuo umano che “vincerà” la sua esistenza dopo aver pagato un euro per un biglietto?
Che fine farà l’agnellino?
Ma poi, con tanti bei regali da poter mettere in palio ( un cervello umano nuovo e funzionante, per esempio ) perchè scegliere proprio questo animale ?
Forse perchè da fin troppo tempo gli agnelli sono il simbolo per eccellenza della Pasqua , dal momento che vengono straziati dopo pochi mesi di vita per finire sulle tavole dei credenti?

Mi chiedo se i cittadini di Capriglia che stanno acquistando i numeri siano consapevoli di quale piccolo crimine contro i diritti degli animali stanno sostenendo.
Mi chiedo se il Parroco della Parrocchia ( a quanto pare Don Luigi Pierri , n.d.r ) che sta raccogliendo fondi in questo modo per nulla etico abbia dei sentimenti, una coscienza, la facoltà di ragionare…
Che vergogna!!

Come si può?

Nessun essere vivente deve subire un trattamento simile da parte di qualcuno per interessi.
La vita è sacra.
La vita degli animali è sacra quanto quella umana!
Come fanno queste persone ad adorare delle statue in gesso solo per il loro rappresentare ipotetiche divinità e a non riuscire poi a rispettare poi la vita concreta, visibile, di esseri senzienti ??

Questa lotteria deve essere assolutamente modificata!
Nessun agnellino deve finire come primo premio!!
Dobbiamo impedirlo!

3931666786_5995c017dd_o.jpg

Vi invito a prendere parte attivamente alla protesta
lasciando un commento di dissenso sulla pagina facebook della Parrocchia e telefonando direttamente al numero 089 741161 .
Grazie in anticipo a tutti.

°° Pasqua 2013: Iniziative per salvare gli agnellini dal macello °°

Manca poco più di un mese a Pasqua, ricorrenza cristiana macchiata dal sangue di migliaia di innocenti agnellini.
Come ogni anno per festeggiare la Resurrezione di Gesù (che quasi sicuramente l’agnello non lo mangiava, facendo parte degli animali del creato) tantissimi animali verranno sgozzati, macellati e venduti nelle macellerie per essere acquistati dalle famiglie che professano questa religione.
Non esistono prove scritte che prevedono necessariamente l’inutile mattanza, eppure questa strage va avanti da centinaia di anni grazie alla Chiesa e al Clero che non spendono MAI parole misericordiose nei confronti di queste dolcissime vittime.
Il 5° comandamento, per assurdo, viene inteso da rispettarsi solo verso il genere umano.

Anche quest’anno dunque migliaia di agnellini nati da pochissime settimane verranno giustiziati.
Ma davvero c’è bisogno di uccidere per una ricorrenza che dovrebbe ricordare a tutti il ritorno alla vita?

Gli animalisti, e tutti i cittadini italiani credenti o no, si schierano dalla parte delle vittime astenendosi dal mangiare l’agnello a Pasqua, diffondendo materiale informativo contro la mattanza e spesso salvando dalla vana morte tantissimi cuccioli.
Le iniziative per salvare gli agnellini dal macello sono sempre più numerose.
Di seguito vi proponiamo alcune che ci sono giunte via mail.

(Se sei a conoscenza di altre iniziative simili, scrivimi a sbarellababy_animals@hotmail.it )

agnellino

ANPANA (Ente Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente )

1°iniziativa Anpana Lucca “salviamo l’agnellino ” in memoria di Fiocco agnellino soccorso e recentemente deceduto .
La sua anche se breve conoscenza ha rafforzato la convinzione che bisogna fare qualcosa per sensibilizzare la popolazione informandola dell’assurda mattanza di agnellini a Pasqua .
L’Anpana Lucca chiede a TUTTI di non mangiare l’agnello a Pasqua anche perché dovrebbe essere una ricorrenza di pace e amore. L’iniziativa sarà resa concreta dall’ACQUISTO di uno o più agnellini salvati dal macello, l’acquisto sarà fatto con i FONDI raccolti da TUTTI voi durante lo stand del sabato mercato Bachettoni
o tramite bonifico bancario intestato a:
A.N.P.A.N.A lucca iban IT 12K 05034 13703 000000 382773 banco popolare borgo giannotti.

Tutti quelli che doneranno potranno lasciare un indirizzo email dove gli invieremo le foto e notizie dell’ agnellino salvato.
La donazione è libera cerchiamo di essere tanti.

Com.Prov. Anpana Lucca
Galleni Laura
cell 3381170611

Iniziativa su Facebook:

Per il 4° anno consecutivo ritorna l’evento virtuale sul social network intitolato ” Io dico NO alla Pasqua di Sangue ” che prevede l’adesione e la diffusione dell’usanza di NON mangiare l’agnello a Pasqua.
Sono circa 5.300 (me inclusa) le persone che hanno preso parte all’evento e che stanno invitando tutti gli amici tramite condivisione di materiale informativo a non festeggiare col sangue in tavola.

 

TOSCANA
Happy Pasqua: Una giornata totalmente cruelty free in allegria!

happy pasqua

Gran Buffet di Pasqua e non solo

A pranzo col sorriso, senza nessun sacrificio
– Nessun sacrificio economico, il pranzo costerà al massimo 16 euro …
– Nessun sacrificio affettivo per lasciare i tuoi pelosetti a casa, ci sarà spazio anche per loro
e soprattutto…..
– Nessun Sacrificio a tavola, per un buffet totalmente cruelty free

Fabio & Massimo, dopo il Vegannovo, vi invitano ancora nello splendido scenario di Villa Fossi, tra le colline della campagna valdelsana, a passare con loro un’altra giornata all’insegna del sorriso e della compagnia, mangiando in modo sano e etico…
Sarà una giornata interamente da trascorrere insieme, all’aria aperta (in caso di maltempo, facendo i dovuti scongiuri, siamo preparati all’alternativa!), con le famiglie, gli amici, e gli sconosciuti che arriveranno per l’occasione…
Vi aspettiamo dalle ore 12 in poi, verso le 13 sarà servito il buffet che potrete gustare a bordo piscina e nel grande giardino che circonda la villa… Poi nel pomeriggio, per chi rimane, ci saranno alcune iniziative e sorprese… e una merenda con thè e biscotti per tutt*… Potrete inoltre trovare banchetti di associazioni e gruppi locali che vorranno partecipare con il loro materiale informativo e promozionale…

DETTAGLI EVENTO:

– BUFFET DI PASQUA SENZA SOFFERENZA (100% CRUELTY FREE), con prodotti Bio, etici, a km zero. Il prezzo comprende il pranzo con portate varie servite a Buffet, dal salato al dolce, vino, acqua e caffè inclusi. Inoltre nel prezzo è compresa anche la merenda con thè e biscotti…

– SPAZIO CANI E ANIMALI: sarà possibile portare i propri animali, ovviamente OGNUN* di voi ne sarà direttamente responsabile per qualsiasi cosa, nel rispetto di tutt*… Tenete anche conto che non ci sarà solo il vostro cane, e voi sapete se il vostro animale si relaziona bene con altri, magari sconosciuti… Il parco della Villa è grandissimo MA non è recintato. In caso di pioggia, l’evento si terrà all’interno e sotto il loggiato, quindi lo spazio si riduce notevolmente.

– BANCHETTI: Chiunque voglia partecipare con un banchettino per divulgare il proprio materiale informativo o far sostenere la propria associazione attraverso gadget et simili, potrà farlo senza nessun costo aggiuntivo al prezzo del Pranzo.

– RISPETTIAMO ANCHE L’AMBIENTE: Per il buffet useremo esclusivamente piatti in porcellana, posate di metallo e bicchieri di vetro… che poi laveremo con detersivi bio! Niente plastica quindi. Questo ovviamente comporta un maggior senso di consapevolezza da parte vostra quando userete piatti, posate e bicchieri… Ognuno il suo, senza “buttarli” a ogni portata , ma lo custodisca gelosamente !!!

– DOVE: Villa Fossi, az. agrituristica Il Poggio –
SP 125 km 5 (Loc. Pian Grande) Via Montebello n. 146-a/149 – 50052 Certaldo (FIRENZE) – ITALY
link: http://www.villafossi.it/

– COSTO e PRENOTAZIONE: sarà una giornata di condivisione e festa, a prezzo popolarissimo, che servirà esclusivamente a coprire le spese organizzative… Bambin* fino a 10 anni non pagano, dai 10 ai 15 pagheranno la metà (8 euro), i più grandi se la caveranno con 16 euro a testa!
Non è richiesta NESSUNA CAPARRA, ma servirà comunque una prenotazione via e-mail, questo capirete bene, per darci modo di fare la spesa, SENZA INUTILI SPRECHI. Ovviamente confidiamo anche nella correttezza di tutt* voi, che una volta prenotato, sarete effettivamente presenti all’evento (salvo emergenze). Noi ci organizzeremo per ospitare al massimo 100 persone, quindi non aspettate l’ultimo momento (al Vegannovo, molti di voi non son potuti venire perché era tutto pieno!!!).
Nella mail indicate: NOME – COGNOME (DI TUTTI I PARTECIPANTI) – TELEFONO – ETA’ DI EVENTUALI BAMBINI – ANIMALI AL SEGUITO.

La mail per le prenotazioni è: happypasqua@gmail.com

CONTATTI PER INFO E ULTERIORI DETTAGLI:
FABIO: 393 1839574
MASSIMO: 328 6368464

Domenica 31 Marzo 2013
dalle ore 12.00
Villa Fossi – SP 125 km 5 (Loc. Pian Grande)
Via Montebello n. 146-a/149 50052 Certaldo (FIRENZE) – ITALY
Segui l’evento su Facebook cliccando QUI .

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: