Annunci

Archivi Blog

°°[Salerno] Ragazza Inseguita In Auto e Insultata da un Antivegan°°

Chi pensa che la vegefobia sia una semplice invenzione dei vegani, dovrebbe seriamente ricredersi e prendere atto che essa è un fenomeno realmente esistente.
E preoccupante.

Eccovi l’ennesimo esempio di come la scelta altrui di non mangiare animali possa innescare in taluni odio e risentimento.

Qualche mese fa a Salerno una ragazza è stata inseguita in auto da un ragazzo.
Lei, a bordo di una Mini con la scritta “Il Futuro è Vegan” sul vetro, procedeva regolarmente fino a quando il giovane è l’ha affiancata. “Viva la carne” le ha gridato, aggiungendo anche un invito (in dialetto) poco gradevole a praticarle del sesso orale.  L’inseguimento per offendere la donna è stato filmato dall’autore stesso del gesto, che non si è trattenuto dal palesare la sua identità su pagine che hanno diffuso il video.
Nel commento pubblico che riporto qui sotto il ragazzo ha ammesso che la vittima è stata seguita per ben 10 chilometri.

ragazza inseguita salerno.jpg

Il video è stato diffuso su svariate pagine Fecabook dedicate al “trash” e all’ironia.
Ma in questo gesto vile, e pericoloso, non vi è niente di ironico.

ragazza inseguita.jpg

Innanzitutto la sicurezza stradale: il giovane ha ammesso di aver guidato per inseguire la ragazza per 10 chilometri. Nell’inseguimento possiamo ben constatare che egli ha tenuto in mano il cellulare per filmare la sua vergognosa condotta, con la possibilità quindi di mettere a rischio la vita di altri automobilisti.

Violazione della privacy: nel video girato ai danni della ragazza non è stata oscurata la targa, attraverso la quale chiunque può risalire all’identità della persona offesa.

Inciviltà e maleducazione: non sappiamo bene cosa abbia spinto il ragazzo ad avvalersi del diritto di inseguire la giovane per schernirla e offenderla con frasi a sfondo sessuale.
Qualsiasi sia il motivo, il gesto è moralmente da condannare, e mi chiedo se non lo sia anche dal punto di vista legale.

E’ giunto il momento di fermare questo odio fomentato da gruppi antivegan ed amplificati dai social network che danno un pubblico a questi individui in cerca di visibilità.

Da parte mia, solidarietà alla ragazza inseguita ed offesa da questo essere incivile.
Quest’ultimo, spero possa essere punito per il gesto che ha compiuto.

Annunci

°° Capriglia (SA): Agnellino Vivo Come Primo Premio alla Lotteria di Pasqua della Parrocchia °°

Nel piccolo comune di Capriglia ( Pellezzano ) , in provincia di Salerno, è da poco iniziata la vendita dei numeri della lotteria di Pasqua ideata per sostenere
la Parrocchia di “Santa Maria delle Grazie“.
L’iniziativa sarebbe stata anche carina, se non fosse per un piccolo “dettaglio”:
tra i 5 premi messi in palio dagli organizzatori infatti compare al primo posto, in mezzo a degli oggetti, un agnello… vivo.

La notizia è giunta a Think Green Live Vegan Love Animals grazie alla segnalazione di un follower che, per dare prova di quanto appena scritto e per avere in prima persona maggiori informazioni circa il  primo premio , ha dovuto necessariamente comprare un numero dal costo-donazione di 1 euro .

parrocchia

L’estrazione avverrà domenica 27 Marzo 2016 alle 12,30 dopo la celebrazione della “Santa Messa Solenne” presso la parrocchia.
Così i fedeli , muniti di numerini alla mano, potranno scoprire se saranno i fortunati vincitori di un uovo di pasqua da 2kg , 2 kg di soppressata “paesana” ( 5° comandamento WHAT?? ) , un asciugacapelli Termozeta, uno smartphone Vodafone  oppure di una piccola creatura innocente messa al mondo dallo stesso Dio menzionato più volte durante la messa.

Nonostante il Medioevo sia finito ormai da secoli , la mente umana ancora non si è avvicinata al progresso tecnologico del XXI° secolo.

Sarà forse colpa di una mentalità ancora troppo chiusa e retrograda se un essere vivente tra un mese finirà in palio come fosse un oggetto per raccogliere fondi per tale parrocchia ?
O sarà colpa della religione cattolica, da sempre carente di empatia nei confronti degli animali?
Cosa ne penserebbe il loro caro Filippo d’Assisi noto ai più come San Francesco?
sarebbe felice di sapere che la vita di un agnello è appesa al filo della volontà dell’individuo umano che “vincerà” la sua esistenza dopo aver pagato un euro per un biglietto?
Che fine farà l’agnellino?
Ma poi, con tanti bei regali da poter mettere in palio ( un cervello umano nuovo e funzionante, per esempio ) perchè scegliere proprio questo animale ?
Forse perchè da fin troppo tempo gli agnelli sono il simbolo per eccellenza della Pasqua , dal momento che vengono straziati dopo pochi mesi di vita per finire sulle tavole dei credenti?

Mi chiedo se i cittadini di Capriglia che stanno acquistando i numeri siano consapevoli di quale piccolo crimine contro i diritti degli animali stanno sostenendo.
Mi chiedo se il Parroco della Parrocchia ( a quanto pare Don Luigi Pierri , n.d.r ) che sta raccogliendo fondi in questo modo per nulla etico abbia dei sentimenti, una coscienza, la facoltà di ragionare…
Che vergogna!!

Come si può?

Nessun essere vivente deve subire un trattamento simile da parte di qualcuno per interessi.
La vita è sacra.
La vita degli animali è sacra quanto quella umana!
Come fanno queste persone ad adorare delle statue in gesso solo per il loro rappresentare ipotetiche divinità e a non riuscire poi a rispettare poi la vita concreta, visibile, di esseri senzienti ??

Questa lotteria deve essere assolutamente modificata!
Nessun agnellino deve finire come primo premio!!
Dobbiamo impedirlo!

3931666786_5995c017dd_o.jpg

Vi invito a prendere parte attivamente alla protesta
lasciando un commento di dissenso sulla pagina facebook della Parrocchia e telefonando direttamente al numero 089 741161 .
Grazie in anticipo a tutti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: