Annunci

Archivi Blog

°°Manifestazione contro Circo Millennium ~ Pontedera 23.12.2018°°

Domenica 23 Dicembre 2018 si è tenuta la manifestazione autorizzata promossa da Think Green • Live Vegan • Love Animals contro il Circo Millennium attendato a Pontedera (Pi).

Dalle ore 15.30 alle 18.30 noi attivisti e attiviste provenienti da paesi limitrofi abbiamo esternato il nostro dissenso sull’utilizzo di animali per intrattenimento.

Sotto il tendone della famiglia Coda Prin infatti era prevista la presenza di tigri, leoni ed altri animali esotici.

La manifestazione si è svolta in presenza della Polizia, che ha potuto assistere ai futili tentativi messi in atto dai circensi per rendere poco udibili i nostri messaggi antispecisti.

Presenti alla manifestazione Luca Zappolini e Susanna Guidi, due rappresentanti di Pontedera 5 Stelle, che hanno girato un video in diretta, e l’associazione Animalisti Italiani sez. Lucca con la portavoce Claudia Corsini.

Grazie all’uso dell’altoparlante fornito dall’attivista Viviano Voliani abbiamo sensibilizzato le famiglie accorse a vedere i due spettacoli previsti in tale giornata.

Guarda il video cliccando qui.

Gli animali detenuti nel circo vivono una vita di cattività lontano dal loro habitat innaturale. Costretti ad un’esistenza itinerante, spesso e volentieri stipati dentro gabbie o containers con lampade rosse per ricevere calore nei mesi gelidi europei. Una vita fatta di assenza di libertà dove le loro funzioni nell’ecosistema vengono messe da parte in nome dello spettacolo e del business.

Il circo in passato ha fatto della derisione umana il suo punto di forza: sotto il tendone venivano mostrati donne obese o baffute, nani, gente di colore, superdotati, persone da caratteristiche fisiche fuori dal comune. Oggi le leggi che proteggono i diritti dell’uomo non permettono più di sfruttare caratteristiche e peculiarità umane per lucro. Ecco perché il capro espiatorio rimane l’essere che ancora non gode di diritti: l’animale.

Ci auguriamo che presto questa schiavitù legalizzata venga messa al bando. Al momento è ancora legale, ma legale non è sinonimo di morale.

In special modo, ci auguriamo che le donne non sfruttino la loro emancipazione conquistata grazie a coloro che hanno lottato per i diritti femminili per calpestare quelli non ancora riconosciuti degli animali.

Le cose cambiano grazie alle persone, alla collettività e noi crediamo fermamente che un progresso etico sia possibile.


Riflessione sulla subordinazione animale e l’illusione umana di prevalsa sulle altre specie.

L’essere umano non ha armi fisiche: teme il freddo, è sprovvisto di artigli, la sua dentatura non è mortale e non è sufficientemente veloce nella fuga. A mani nude davanti un leone o una tigre esso diventa preda. Come ogni altra specie predabile. Sotto ai tendoni del #circo va quindi in scena l’antitesi della realtà predatoria tanto scomoda per questo animale sociale: l’umano non accetta la sua inferiorità rispetto ad altre specie. Temendo la predazione, madre di ogni altra paura, escogita un modo per fingere di essere al vertice della Creazione.
Pur di sentirsi superiore, l’essere umano fa uso di strumenti di tortura quali fruste e pungoli per inibire i grandi carnivori e costringerli a sottostare alle sue volontà.
Senza frusta i circensi non sono nessuno.

Quando andate al circo con animali finanziate coi vostri soldi il triste spettacolo sull’antropocentrismo malato e folle.

Annunci

°° 1.12.2012 SCATENIAMO IL DIVERTIMENTO: Manifestazione Contro il Circo con Animali a Roma °°

L'amore prima di ogni cosa

         Manifestazione Nazionale
CONTRO il CIRCO
Con gli Animali

Si è tenuta ieri, sabato 1 Dicembre 2012, la Manifestazione Nazionale contro il Circo con gli Animali in occasione dell’incontro tra Papa Benedetto XVI e i massimi esponenti circensi.
In mattinata il Pontefice li ha accolti a San Pietro per benedirli. Li ha definiti “il futuro dell’Italia” e ha inoltre accettato di accarezzare due cuccioli di tigre portati appositamente al Vaticano per essere visti da tutto il clero.

benedetto XVI
Come potete vedere dalla foto scattata, il cucciolo non era affatto felice di trovarsi circondato da persone in un luogo per lui inadatto.
Ed è proprio in occasione di questo giorno segnato da una mancanza di rispetto così grave che abbiamo deciso di manifestare.
Il Coordinamento Antispecista del Lazio insieme ad Animal Amnesty hanno quindi organizzato questa manifestazione, a cui hanno partecipato migliaia di animalisti provenienti da tutta Italia.
In tanti si sono spostati con mezzi propri, altri invece si sono uniti a dei pullman organizzati con partenza da tutte le regioni.
Io sono stata presente sul pullman organizzato da un incredibile  Fabio Serrozzi , che come sempre ha saputo gestire nel modo più efficiente possibile la trasferta del Gruppo Antispecista Toscana.
Il ritrovo è stato alle ore 15.00 in Piazza della Repubblica.
I manifestanti erano di tutti i tipi: bambini,ragazzi,adulti,anziani,coppie,famiglie..
Erano presenti anche gruppi animalisti e associazioni, prima fra tutte la Lav con il presidente Gianluca Felicetti.
Tutti insieme abbiamo seguito il corteo capitanato dai ragazzi del Coordinamento Antispecista e attraverso le strade principali siamo giunti al Colosseo. Lì dalle 18 in poi si è tenuto uno spettacolo di Artisti di Strada che hanno divertito i presenti e stupito con la loro bravura.
La loro presenza è stata significativa: non c’è bisogno di schiavizzare gli animali. Ci si diverte lo stesso senza!

no al circo con gli animali

ragazza manifestante

sbarellababyanimals

 

Ed è per questo che abbiamo manifestato.
Abbiamo protestato contro il Circo che schiavizza gli animali, che li detiene e incatena, che li picchia, che li costringe col dolore fisico a compiere esercizi che vanno contro la loro naturale postura.
Numerosi video hanno mostrato la realtà dei fatti: gli animali vengono maltrattati dai circensi, che utilizzano fruste e uncini per obbligarli a saltare, stare su due zampe ecc.
Tutto questo deve finire.
La schiavitù deve cessare di esistere.
Nessun essere vivente merita di vivere in gabbia, lontano dal proprio habitat naturale, privato degli affetti e in totale sofferenza.
Tutto questo non fa ridere.

– Guarda tutte le foto della manifestazione nel mio album su facebook .

°° 6 dicembre 2009 — Protesta contro il Circo Orfei a Empoli (FI) °°

E’ arrivato a Empoli il circo dell’odiatissima donna-immortale [con tutte le maledizioni gettatele contro è sempre viva.. assurdo]
Moira Orfei & Family.. uno dei tanti circhi che vorrebbero farci ridere mostrandoci animali alle prese con trampolini,
esercizi da svolgere, il tutto a suon di frusta.
Vi ricordo che spettacoli tipo quello degli elefanti che danzano su due zampe è una vera crudeltà imposta:
gli elefanti (come tutti i quadrupedi) non sopportano l’andamento da bipede, e ciò comporta seri dolori
al fisico degli animali.
Nessun animale deve esser strappato al proprio habitat naturale per essere sfruttato.
Nessun uomo deve permettersi di lucrare sulla sofferenza degli animali.
Se veramente li amate, i nostri amici animali, non andate al circo. Non andate allo Zoo..
andate nelle oasi WWF..
Basta con gli animali costretti a fare cose contro natura!!!
il circo non deve avere animali!!!
 

 
 
6 Dicembre 2009
Protesta animalista [CEDA]
contro il Circo Orfei
Ore 15:30 – 18:00
Serravalle (davanti al circo)
Empoli (FI)
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: