Archivi Blog

°°[Review] Collagene Vegetale & Vitamina C Attivo Puro • La Saponaria°°

Cari e care followers,
in questo articolo voglio parlarvi di due prodotti per la salute e la bellezza della pelle che ho scoperto di recente e che mi hanno particolarmente soddisfatta, tanto da desiderare di recensirli qui sul mio blog.
Si tratta del collagene vegetale e della vitamina c • attivo puro a marchio La Saponaria.


Iniziamo dal primo 🙂
Dopo aver parlato della triste realtà dei cosmetici e delle “acque di bellezza” contenenti collagene animale (di bovino, solitamente) ho cercato su Macrolibrarsi (e-commerce fornitissimo e con prezzi onesti) un’alternativa vegetale, e l’ho trovata!

Il collagene è una proteina naturalmente presente nel nostro organismo (e nell’organismo degli animali). Col passare del tempo, con l’invecchiare, la produzione corporea di collagene diminuisce. Questo inevitabile rallentamento porta con sé la perdita progressiva di tono ed elasticità cutanea. Ma la natura con le sue meraviglie vegetali ci offre ogni rimedio per ogni nostra necessità, senza il bisogno di arrecare sofferenza agli animali. La Saponaria ha così formulato Collagene Vegetale, un flaconcino da 30 ml di prodotto che racchiude in sé la combinazione di due estratti portentosi: uno proviene dal frutto della Kigelia Africana, l’altro dalla corteccia della Quillaja Saponaria. Entrambi sono ricchi di peptidi e di flavonoidi che, una volta entrati in sinergia, sprigionano le loro potenti azioni elasticizzanti
tonificanti e liftanti. Azioni che ho visto sin dalle prime applicazioni sulla mia pelle.

Pianta, fiore e frutto della Kigelia Africana
Quillaja Saponaria

Appena arrivato a casa ho provato subito il Collagene Vegetale su tutto il viso, semplicemente puro sulla pelle. Sono bastate poche gocce per idratare in modo efficace l’epidermide. Il prodotto si è asciugato subito e ha lasciato una sensazione di compattezza ed elasticità. Nei giorni successivi l’ho utilizzato anche unito alla crema viso come booster e mi è piaciuto moltissimo.
Il fatto che non abbia una fragranza, e che sia quindi dal profumo neutro, lo rende perfetto da abbinare a qualsiasi crema viso si utilizzi.

Parlando dell’acquisto con le persone che seguono la mia pagina Facebook, alcune oltre a riferirmi che si sono trovate benissimo con questo prodotto mi hanno suggerito anche di provare la Vitamina C Attivo Puro, sempre de La Saponaria. Così, incuriosita, l’ho acquistata la settimana scorsa e l’ho subito provata sulla pelle non appena arrivato il pacchetto ecologico di Macrolibrarsi.



Sono rimasta veramente colpita dall’efficacia di questo prodotto.
Avevo sentito della presenza in commercio di creme viso con la vitamina c all’interno, ma non credevo esistesse alla vendita anche una versione pura come quella proposta da La Saponaria.

Già dalla prima applicazione ho notato che la pelle era molto più luminosa, fresca e compatta.
L’ho applicata pura, giusto qualche goccia, per giorni consecutivi e la sensazione è stata quella di avere una pelle dal colorito uniforme, più roseo, come se avessi applicato la mia CC cream Erbolario che di solito metto sul viso durante i mesi autunnali e invernali.


Sia il Collagene Vegetale che la Vitamina C sono state due belle scoperte cosmetiche che da ora in poi non mancheranno più nella mia beauty•bag. Altro che bevande con collagene bovino idrolizzato e creme con collagene “marino” derivato da creature acquatiche. Entrambi i prodotti che ho acquistato e provato sono interamente vegetali con formulazione vegan, esempio concreto di come si possa avere cura della propria bellezza senza far sfiorire quella degli animali.
Mi sento di promuoverli a pieni voti per la pelle sia maschile che femminile.


Al prossimo articolo!

Carmen

°°Collagene Bovino nell’Acqua: La Risposta di Sant’Anna°°

Con un articolo pubblicato in data 25 giugno 2019 vi avevo messi al corrente della novità di Fonti di Vinadio, ossia una linea di acque di bellezza Sant’Anna contenenti collagene bovino. Siete stati tantissimi ad unirvi a me nell’invio di una mail di dissenso nei confronti dell’azienda.

A distanza di due settimane il brand ha risposto ai nostri messaggi con una mail firmata Giorgia Colombino che fa alquanto riflettere.

Riporto qui di seguito il testo per scopo dimostrativo.

SANTANNA-800-min.png

Gent.ma,
Il collagene utilizzato nella nostra acqua Beauty è – come tutti i collagene – di origine animale, come indicato sull’etichetta.

Non esiste, infatti, collagene di origine vegetale.

Viene ricavato dalla lavorazione della pelle dei bovini allevati a scopo alimentare, il tutto sotto lo stretta supervisione di veterinari esperti e del Sistema Sanitario Nazionale. È dunque una parte dell’animale che non viene utilizzata in nessun altro modo e che sarebbe inviata allo smaltimento. Nessun animale è allevato o abbattuto al solo scopo di ottenere questa proteina.

Il collagene è la più importante proteina strutturale della pelle: le conferisce tono ed elasticità, attiva la protezione delle cellule della pelle dalle radiazioni UVA e inoltre favorisce la salute delle articolazioni. Il processo di idrolisi a cui viene sottoposta permette di scomporla in frammenti microscopici e quindi più facilmente assorbibili dalla cute e dall’intestino.

L’acqua Sant’Anna Beauty non è solo un’acqua, ma un prodotto di bellezza e benessere. Una bevanda funzionale, arricchita di vitamine e minerali, che impiega il collagene in virtù della sua importanza per la salute della pelle e dell’intero organismo.

All’indirizzo https://www.santanna.it/beauty/ potrai trovare tutti i valori, le informazioni e i consigli di utilizzo della nuovissima Acqua Sant’Anna Beauty.

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci oppure visita il nostro sito

Buona giornata

Giorgia Colombino

Iniziamo a commentare questa risposta che, a mio avviso, lascia intendere che l’azienda non abbia del tutto capito l’importanza che diamo alla vita degli animali.

Punto primo: l’esternazione “non esiste collagene di origine vegetale“.
Imbarazzante leggere una cosa del genere. E’ risaputo infatti che il collagene non sia esclusivamente  di origine animale.
Sul sito Benessere360 la dottoressa Jessica Zanza spiega che
“quando si parla di collagene vegetale s’intende l’estensina, una proteina contenuta nelle pareti cellulari di soia, grano, acacia ed alghe, definita collagene vegetale per l’elevato contenuto di idrossiprolina.
Il collagene vegetale pertanto, ed è quello che viene utilizzato dalle aziende cosmetiche certificate cruelty free e vegan per prodotti che sostengono la bellezza della pelle.

Punto secondo: i bovini allevati a scopo alimentare.
Non poteva mancare la classica affermazione alla Ponzio Pilato.
Possiamo notare come sia prassi comune a chi usa ingredienti di origine animale ricordare che essi derivino da animali comunque macellati, come se la fine in mattatoio fosse un’attenuante per beneficiare degli “scarti”.
Ce lo siamo sentiti dire da Haribo per la gelatina alimentare (il tessuto connettivo animale diventa caramella), lo abbiamo letto nelle informazioni di carattere commerciale sul sito del brand che realizza carta igienica con latte animale e così via.
Il primo scarto animale in assoluto, vorrei ricordarlo, è la vita.

Punto terzo: tante belle parole sulle funzionalità dell’acqua che vendono.
L’ultima parte della risposta sembra quasi una campagna pubblicitaria.
Peccato per l’azienda che a noi non interessa avere la pelle in salute sulla pelle delle altre creature. Pertanto della loro acqua non ci interessa niente.

Con la risposta fornita da Fonti di Vinadio chiunque adesso può farsi un’opinione in merito all’etica aziendale del brand.
Personalmente non avevo grandi aspettative.

Il lato positivo di questa vicenda però c’è:
se un prodotto rimane o no sul mercato dipende dai consumatori.
Quindi, cari lettori e cari lettrici, il potere è nelle vostre mani.
Se deciderete di non sostenere economicamente aziende che fanno capire di non essere sensibili al rispetto per la vita degli animali, esse in qualche modo dovranno adattarsi.

Personalmente dopo la “bella” novità Sant’Anna e a seguito di questa risposta non comprerò più niente dall’azienda Fonti di Vinadio spa.
Non solo per rispetto degli animali, ma anche per quello del pianeta: porto la mia borraccia ovunque, la riempio con acqua di fontana ed evito la plastica.

Carmen.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: