Archivi giornalieri: 29 dicembre 2013

°° Paolo Ruffini ironizza sulla macellazione dei maialini °°

Dopo le ultime parole famose contro gli animali scritte dal comico italiano Leonardo Pieraccioni sulla sua pagina ufficiale di Facebook, sabato 28 dicembre 2013 è arrivato il turno di Paolo Ruffini, comico livornese ex VJay di MTV e conduttore di Colorado Cafè.
L’ARTISTA ( come si definisce sulla sua pagina facebook) tra doppiaggi e film flop volgarotti al Cinema, è noto per il suo frequentissimo utilizzare questo social network per condividere foto del suo lavoro o link umoristici con i propri fans.
Molto attento alle immagini che circolano, proprio ieri ha commentato una foto che da giorni sta facendo il giro del web.
Come potete vedere qui sotto, si tratta di una foto scattata in una macelleria ( al momento non si sa il nome del negozio, per la fortuna dei titolari ) dove è stato messo un cartello vicino ad un “maialino da latte” in vendita con scritto sopra “PEPPA PIG” e il relativo costo al chilogrammo del corpicino del povero animale.

1501665_522939401147424_1390176964_n

Peppa Pig , per chi non lo sapesse, è una maialina protagonista dell’omonimo cartone animato che di recente ha spopolato  trai bambini di tutta Italia. La sua storia racconta di tantissime sue avventure con la propria famiglia e altri amici.
Purtroppo nella realtà i maialini non sono felici, anzi.
Vengono strappati via dalle loro mamme e spesso, come in questo caso, uccisi nonostante la loro tenerissima età.
L’aver scritto il nome di questa protagonista dunque, pur potendo essere una trovata pubblicitaria o un tentativo di accalappiare l’attenzione dei bambini, è stato un gesto di pessimo gusto nei confronti della vittima innocente distesa in vetrina tra gli altri animali fatti a pezzi.
Ovviamente tale immagine raccapricciante ha destato non poche critiche da parte degli animalisti, ma soprattutto da parte di persone che hanno un minimo di sensibilità nei confronti dell’esistenza altrui.

Tutte queste critiche evidentemente non sono piaciute a Ruffini, che ha pertanto pensato di scrivere sulla sua pagina la sua opinione in merito:

1526105_10203061259795522_1972650755_n

Ruffini insomma ha voluto esternare il suo pensiero facendo intendere che ci sono tante persone che si lamentano e indignano per queste “piccolezze” quando al mondo ci sono drammi peggiori ( un classico delle frasi scontate !) non avendo nulla da fare tutto il giorno.
Ha poi aggiunto con un sarcasmo di pessimo gusto che ci abbraccia con un panino farcito di maiale a fette e chiuso il post con un “PUPPA PIG”, motto alquanto volgare dato che il “Puppa” livornese indica una esclamazione che rimanda al sesso orale.

Questo post è piaciuto a ben 12 mila e passa persone.
Persone sicuramente superficiali come lo stesso Ruffini.

Ancora una volta mi stupisco di quanto siano tristi alcuni comici.
Ci vuole veramente un bel coraggio a non provare compassione e pietà per un animaletto ucciso a poche settimane dalla nascita.
Bisogna essere davvero delle persone squallide per ridere e ironizzare sulla morte degli altri.
Una pena infinita.

Ci si scandalizza per manifesti pubblicitari come quello animalista in cui un bambolotto fatto a pezzi era racchiuso in una vaschetta da banco frigo, e poi si reputa normale e lecita l’uccisione di neonati VERI, di specie diversa dalla nostra.

Che lo sappia Ruffini e i suoi squallidi seguaci:
Chi non ha rispetto per le più piccole forme di vita,
non ne ha a sufficienza per i propri simili.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: