Archivi Blog

°°[Benevento] 9 Cuccioli Abbandonati Senza Cibo°°

La cattiveria delle persone non ha limiti. Nemmeno la paura di contrarre il virus e di rischiare di morire sta arrestando il male che viene inflitto agli animali.

Mi giunge da Benevento una segnalazione drammatica:
ben 9 cuccioli di cane sono stati abbandonati in una zona di campagna.
Sono 7 femmine e 2 maschi, meticci. Sono stati lasciati a sé stessi senza la loro mamma, e ovviamente senza cibo né acqua.
Quale intento se non quello di farli morire?
In quella zona, mi dicono, l’abitudine di abbandonare animali è molto frequente.

I cagnolini abbandonati



I cagnolini si trovano in Via Nocelle a Bonea (Benvento) vicino a un rudere abbandonato di campagna, non lontano da un vivaio.
Chi ne ha comunicato il ritrovamento sta provvedendo a portare un po’ di cibo ai piccoli ma in quelle condizioni, da soli, non possono rimanere.

Impossibilitata a fare qualcosa di concreto dalla Toscana, mi affido anche a voi nella condivisione di questo appello: chiunque potesse intervenire, meglio se associazione di recupero animali, si mobiliti per mettere al sicuro questi cuccioli.

So che in questo momento critico è chiedere molto: i volontari della Campania sono stremati in una regione dove anche loro si sentono abbandonati dalle istituzioni assieme agli animali che recuperano.



Ringrazio sin da ora chiunque darà il proprio contributo condividendo l’appello o contattando chi di competenza sul territorio.

Spero che anche questa volta, con l’aiuto di tutti, l’ennesimo vuoto di umanità generato da gente dannosa e inutile, venga colmato con l’umanità di altri.


Aggiornamento: i cagnolini abbandonati sarebbero 11, non 9.


Aggiornamento del 20/04/2020


I cagnolini sono stati recuperati tutti da alcune volontarie animaliste della zona. Grazie a tutti per le condivisioni. Chi volesse contribuire anche a distanza al mantenimento dei piccoli potrà inviare una piccola donazione.
Rimanete aggiornati cliccando QUI

°° Progetto Animalista per la Vita °°

PROGETTO ANIMALISTA PER LA VITA onlus-SPAGNA. E’ un Associazione NO PROFIT con sede a Milano,che nasce con l’intento di far conoscere la situazione di disagio nei confronti degli animali in terra spagnola e delle perraras luoghi di morte per cani e gatti.

Molti non sanno che i canili spagnoli (definiti in lingua Perreras , Perro = Cane per l’appunto) sono veri e propri lager legalizzati e finanziati dal Governo. Quando un cane o un gatto entrano in uno di questi siti di “raccolta e smaltimento animali abbandonati” molto difficilmente troveranno una famiglia che li adotta, mentre con estrema facilità vengono uccisi.

“GLI ANIMALI NON HANNO NAZIONALITA’ E VIVONO TUTTI SOTTO LO STESSO CIELO”  si legge sul sito dell’associazione ( http://www.progettoanimalistaperlavita.org/ )

Chiunque voglia aiutare questo gruppo di volontari che cercano disperatamente di strappare dalla morte tantissimi animali abbandonati, può innanzitutto adottare quelli che vengono salvati e portati in Italia, oppure contribuire economicamente. Le offerte in denaro ricevute servono all’associazione per coprire le spese aeree e del trasporto degli animali da salvare dalle perreras all’Italia.

CODICE FISCALE ASS.97549090153

per donazioni: PROGETTO ANIMALISTA PER LA VITA onlus

IBAN IT82X0306909559100000000252

PER INFORMAZIONI: progettoanimalistaperlavita1@gmail.com

Alcuni degli animali che cercano casa:

 Lui è LEO.

 Bon Bon! Ha solo 3 mesi.

 Ludovica. Un amore!

http://www.progettoanimalistaperlavita.org/

°° A Natale, meglio regalare un Peluche che un animale vero °°

A primo impatto qualcuno potrà trovare di poca coerenza la frase che fa da titolo a questo mio nuovo post. Invece, le buone motivazioni animaliste per affermarlo, ci sono eccome. A Natale, periodo che ormai si basa quasi ed esclusivamente sulla tradizione consumistica di fare-ricevere regali, anche gli animali diventano “oggetto” da regalare a famigliari, figli, amici ecc. Che siano cagnolini, coniglietti o gatti. Non c’è niente di più sbagliato del regalare all’insaputa del destinatario un essere vivente. E’ come se qualcuno, a Vigilia, si presentasse a casa nostra con una bottiglia di Champagne e un neonato di pochi mesi augurandoci che ci piaccia. Gli animali, come i bambini, sono per sempre. Ma la gente non lo comprende. Forse perchè gli animali vengono visti sempre arcaicamente come esserini inferiori? capaci di adattarsi a tutto e col dovere di soddisfare i desideri di gioco di bambini e adulti? Sta di fatto, che molti genitori regalano un animale ai figli che per mesi interi fanno i capricci per averne uno. Di solito, gli animali regalati ai bambini sono gatti e cani. Tutti piccoli. Un bambino che riceve un cane adulto non si è mai visto. Vengono presi i cuccioli così l’animale ha la dimensione fisica adatta per essere preso in braccio, baciato, coccolato, stretto con un pò troppa forza ecc ecc. Niente di male, se il cucciolo di casa riceve le giuste attenzioni da http://sosquattrozampe.files.wordpress.com/2010/11/cane-regalo.jpgparte di tutti e da parte del baby-padroncino. Il male arriva quando iniziano a passare i mesi e il cucciolo cresce, mette i denti, rosicchia, vuole giocare, necessita di spazi più ampi per muoversi. In questo caso, il cucciolo da “carino” inizia a diventare un peso, che col passare del tempo diventa sempre più ingombrante e, alla fine, molti genitori arrivati alla stagione estiva, scaricano il fardello in strada, e partono felici per il mare. Altri ex cuccioli di casa, finiscono invece in canile, dove li rimangono a vivere il resto dei loro giorni con la speranza di poter scodinzolare/miagolare ai padroni a cui volevano tanto bene.

Questa, è la tragica storia dei cuccioli-regalo di natale. Ci sono anche casi in cui l’animale viene accettato come membro della famiglia e li rimane fino alla sua morte naturale (come un vero membro di famiglia ha il diritto di fare) ma sono rari. Non a caso le statistiche sugli abbandoni lo evidenziano.

Tornando al punto.. Se non avete spazio in casa per un animale, se non avete tempo materiale per prendervi cura di un nuovo membro di famiglia, se viaggiate spesso in luoghi in cui gli animali non vengono accettati, evitate assolutamente di comprare un animale o di regalarlo a chi ha le vostre stesse problematiche. Se avete figli sensibili e che adorano gli animali, portateli in canile o al gattile a far coccolare qualche piccolo sfortunato. Ci sono canili che danno la facoltà di poter portare a spasso gli animali ospitati. Portate i vostri figli a far fare una passeggiata a questi piccoli che non hanno nessuno con cui giocare. Fatelo anche ogni settimana, quando avete tempo. Adottate l’animale a distanza. Ma non compratene MAI uno solo per soddisfare le MOMENTANEE richieste di chi conoscete.

E se avete dei figli che proprio non vi danno pace.. regalategli un peluche!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: