Archivi Blog

°° Il Mio Micio quasi a ImpattoZero °°

Ciao a tutti 🙂
Oggi vi parlerò di.. gatti!
Appartengono a una delle specie animali che preferisco in assoluto ( anche se gli animali li amo tutti come ben saprete ) e come animali domestici mi fanno compagnia praticamente da quando sono nata. Sono cresciuta coi gatti e per me sono qualcosa di speciale.

Oggi voglio parlarvi di alcune scelte che ho fatto per unire la bellezza di avere un micio in casa al rispetto per l’ambiente. Perchè è bello poter condividere la vita con un felino, ma è importante anche tener di conto dell’ambiente!

Per chi ha la fortuna di vivere in campagna e di poter far uscire di casa i gatti ( come è giusto che sia, la loro vita è fuori dalle abitazioni umane ) gli accorgimenti per essere ecologici sono pochi.
I gatti che vivono all’aperto vomitano i boli di pelo in giardino, perdono i peli nell’aria, fanno i bisognini nei campi e poi ricoprono tutto con la terra… insomma, gran parte dei rifiuti organici rimane nell’ambiente e li col tempo si biodegrada diventando anche utile per la crescita di erba e piante spontanee.

Per chi come me vive in una casa ( appartamento, condominio ecc ) senza giardino e senza poter mandare in giro il micio per via delle strade trafficate dove morirebbe dopo poco sotto un’auto, questa comodità non esiste.
Per fortuna l’americano Mr Edward Lowe, inventore della lettiera per gatti, ci ha facilitato la vita con la sua scoperta permettendo ai nostri mici di fare i bisogni in casa senza sporcare a terra o la tappezzeria.

In compenso però, se c’è un aspetto positivo della comodità, ne esiste anche uno negativo: il suo impatto ambientale.
Vi siete mai chiesti quanto possa inquinare la lettiera?

Basandomi sui consumi del gatto senior di casa, l’undicenne Nerino, ormai abituato alla lettiera di sabbiolina bianca, i consumi corrispondono a circa 10 kg ogni 2 settimane abbondanti.
Se moltiplichiamo i kg di lettiera per il numero di gatti domestici in Italia viene fuori una quantità spropositata di materiale di rifiuto che non si può riutilizzare in nessun altro modo.

In commercio ne esistono tante varianti di lettiera: quella d’argilla, quella minerale, di silicio e quella fatta con materie prime vegetali.

Sebbene quella in silicio sia la più assorbente e neutralizzante in ambito di odori e quindi perfetta per chi ha la cassettina dei bisogno in casa, rimane comunque la più inquinante di tutte ( e c’è chi ipotizza possa portare malattie ai gatti, essendo chimica e prodotta in Cina).

Per Russell, il mio gatto, ho quindi preferito optare per una lettiera a base vegetale e non in silicio o minerale.

Attualmente sto usando la lettiera GREENCAT garantita da Legambiente.
Se si fa il paragone con le lettiere scadenti da discout è ovvio che il prezzo sia più alto, ma è anche vero che la durata è anche maggiore ( un sacco da 9 kg per il mio gatto è durato oltre un mese e mezzo).
La lettiera GreenCat è fatta in Italia ( in Emilia Romagna ) con scarti d’orzo ed è acquistabile sullo store online o nei Supermercati Coop più riforniti.

Russell la trova buona, infatti appena pulisco la cassetta dei bisogni mettendola nuova corre a sgranocchiare qualche chicco ( ahahah ). Poi una volta fatto il primo bisognino la usa solo come wc.

Questa lettiera vegetale è veramente ottima perchè è agglomerante: la pipì del gatto diventa un blocco unico che si stacca e si getta, pertanto è utilizzabile fino all’ultimo granello a differenza delle altre che invece vanno buttate via completamente dopo una settimana.
L’unica pecca di Greencat è che l’odore richiama troppo il cibo che mia nonna da ai polli, e non lo posso sopportare.

Ah, dimenticavo.
Un’altra pecca di Greencat è che è sponsorizzata da Legambiente ( e costa meno per i soci , io non lo sono ) e io non nutro un sentimento di rispetto per questa associazione che spesso organizza cene a base di animali.

Per questi due motivi, ma prevalentemente per il primo indicato, sono in procinto di cambiare lettiera passando ad un’altra marca che produce sempre lettiera vegetaleCAT’S BEST .
In vendita su Zooplus ce ne sono svariate fatte con scarti di mais o altri vegetali.
Opterò per quella.


Framed Logo zooplus

Un’altra cosa importante è che questa tipologia di lettiera è smaltibile nel wc. Per chi preferisce non gettare le cose nel wc, esiste un’alternativa per pulire quotidianamente la lettiera: i sacchetti in mater-bi.

Sacchetti Biodegradabili Bon Ton

Li ho trovati in vendita nel negozio L’Isola dei Tesori.
E’ una confezione da 3 rotolini contenenti 10 sacchetti l’uno. Sono realizzati in mater-bi ( derivato dall’amido di mais ) e quindi biodegradabili.
Il costo è di circa 3 euro, e vi garantisco che conviene comprare questi piuttosto che i sacchetti da pattumiera organici.
In pratica sono refil dei porta-sacchetti che si legano ai collari dei cani, ma si possono usare anche per questo nobile scopo 🙂 .
Pulendo la lettiera vegetale mettendo le cacchette in questo sacchetto e gettando tutto nella pattumiera dell’umido vuol dire rendere i bisogni dei nostri amici felini ecologicamente innocui.
Niente plastica, niente minerali.. solo materie biodegradabili che non inquinano la terra.

Trovo questo combo veramente geniale e mi fa sentire molto più con la coscienza apposto.

Altra cosa importante per limitare l’inquinamento generato dall’avere in casa un bel micione sta sicuramente nella detersione delle superfici calpestate dal bel felino con i propri zampotti.
Per pulire i pavimenti e detergere altre superfici uso solo detersivi di origine vegetale, ecologici, biodegradabili e non testati su animali.
Avevo trovato il profumo di menta fresca di Rio CasaMia Bum Bum specifico per animali veramente ottimo, ma purtroppo il prodotto non è certificato icea, e quindi l’azienda non beccherà più un quattrino da parte mia.
Per fortuna un’amica vegan mi ha fatto scoprire che I Provenzali ( del Saponificio Gianasso ) ha una linea di detergenti per la casa.
Così sono corsa da Acqua & Sapone a comprare il detersivo per i pavimenti.

lava pavimenti vegan i provenzali lava pavimenti vegan i provenzali 1

Il profumo è veramente delizioso.
Costa circa 3,80 euro, molto di più di un detergente per pavimenti qualsiasi, ma ciò che importa è che questo prodotto non sia costato la vita a decine di animali in laboratorio o di altri nei mari e nei fiumi.

Oltre alla pulizia, è possibile rendere il micio di casa eco-friendly anche attraverso l’alimentazione.
Sappiamo tutti che l’allevamento intensivo di animali “da carne” sta distruggendo il pianeta.
Io lo so benissimo e lo ricordo ogni giorno.
Per questo e per altri motivi ho deciso di alimentare il mio Russell ( e tutti i gatti che tolgo dalla strada ) con croccantini di origine vegetale a marchio Ami Cat Food.
Preferire le crocchette vegetali made in Italy a quelle di carne fatte con materiale di scarto e prodotte chissà dove vuol dire ridurre notevolmente l’inquinamento e sicuramente diminuire il numero di animali uccisi.

Per ulteriori info sulle crocchette, clicca qui .

Ricapitolando:
lettiera biodegradabile + detergenti ecologici biodegradabili cruelty free + cibo vegetale =
una piccola goccia che unita ad altre gocce forma l’oceano! ❤

Se siete persone come me attente a ridurre al minimo l’inquinamento prodotto e a preferire la qualità delle cose usate, vi troverete assolutamente bene come mi ci sto trovando bene io.
A chi reputa queste scelte troppo costose, vorrei ricordare che è meglio risparmiare il pianeta piuttosto di 10 euro al mese. E’ vero che 10 euro al mese sono 120 euro all’anno, ma un mondo inquinato vuol dire vita malsana per tutti i suoi abitanti, inclusi noi!



GATTI


Grazie per la lettura e…
Un saluto da Sbarellababy & Russell !

Russell e Carmen

** On. Brambilla: stop agli allevamenti di primati,cani e gatti da vivisezione in Italia **

La coscienza degli animali

“La giornata di oggi rappresenta un passaggio fondamentale ed una grande conquista per l’affermazione di una nuova coscienza di tutela e rispetto degli animali e dei loro diritti. Un salto culturale dal quale in futuro nessuno potrà più prescindere”. È quanto afferma il Ministro del Turismo, on. Michela Vittoria Brambilla, presidente del comitato ministeriale per la creazione di un'”Italia Animal Friendly”, che oggi ha proposto ed ottenuto l’approvazione delle misure che cambieranno radicalmente lo scenario della sperimentazione animale nel nostro paese.
“È stato approvato in commissione Affari Sociali – continua il Ministro Brambilla – il nostro emendamento alla legge comunitaria 2011, di recepimento della direttiva del 2010, che ci permette di voltar pagina con la sperimentazione animale dopo decenni di orrori. Abbiamo quindi corretto i grandi errori della direttiva europea 63/2010 e abbiamo introdotto in maniera importante e definitiva il principio per cui l’utilizzo degli animali, in quanto esseri senzienti e portatori di diritti, deve essere abbandonato in favore dello sviluppo di metodi alternativi in vitro. Questo principio, solo in parte accolto dalla direttiva europea, diventa centrale nella nostra impostazione. Il testo approvato dalla commissione -spiega l’on. Michela Vittoria Brambilla- prevede infatti misure adeguate per la concreta attuazione del loro sviluppo e la destinazione di congrui finanziamenti allo scopo. Inoltre, in attesa che siano perfezionati metodi alternativi e completamente sostitutivi della sperimentazione su animali, sarà possibile effettuare test su cani, gatti e primati, solo previa autorizzazione del Ministero della Salute e del Consiglio Superiore di sanità. Inoltre, gli animali non potranno essere più utilizzati per esercitazioni didattiche (eccetto l’alta formazione di medici e veterinari) e per esperimenti bellici”.
“Infine, ho oggi assolto ad un preciso impegno – continua il Ministro Brambilla – che avevo preso con tanti cittadini, associazioni animaliste e comitati spontanei, che si sono mobilitati contro lo stabilimento Green Hill di Montichiari, dove sono allevati cani di razza beagle destinati ai laboratori. Pochi giorni fa, avevo postato sulla mia pagina personale di facebook e su quella creata dai militanti animalisti, un messaggio di solidarietà con una promessa di aiuto concreto per fermare quello che considero un vero e proprio orrore indegno di un grande paese civile. Sono felice di poter dire oggi che ho mantenuto la mia parola e mi sono fatta interprete delle aspettative dei tanti italiani che non sono più disposti ad accettare che il nostro paese ospiti quella che viene definita una ‘fabbrica di morte’: il nuovo testo vieta quindi su tutto il territorio nazionale l’allevamento di primati, cani e gatti, destinati alla sperimentazione.
Dopo tanti anni di militanza animalista – ho fondato all’età di tredici anni la sezione lecchese della lega contro la vivisezione lombarda – nei quali mi sono battuta senza sosta per cambiare la normativa del ‘92 e dopo il recente ulteriore impegno che avevo assunto per correggere gli errori della direttiva europea 2010, che non protegge affatto gli animali e i loro diritti, considero un grandissimo successo l’approvazione oggi di queste misure che rappresentano una vera e propria svolta, della quale vado molto fiera”.
I membri del comitato ministeriale per la creazione di un Italia Animal Friendly del ministro Brambilla, che hanno quindi avuto tutti parte nell’approvazione di questa misura, sono i deputati Basilio Catanoso, Fiorella Ceccacci, Paola Frassinetti, Gabriella Giammanco, Gianni Mancuso, Barbara Mannucci, Manuela Repetti, Michele Scandroglio. Del comitato fanno parte anche i rappresentanti delle associazioni nazionali di tutela ambientale e animale, oltre a quelli di Anci, Upi e delle Regioni.
Fonte: News Letter “la Coscienza degli Animali “

°° Petizione LAV contro la Vivisezione °°

L’Unione Europea è a un passo dall’essere libera dall’ombra della sperimentazione animale, almeno in campo cosmetico, infatti l’11 marzo 2013 è la data che dovrebbe sancire l’entrata in vigore del divieto totale di testare materie prime cosmetiche su animali.
Nonostante la chiara posizione contraria dell’opinione pubblica e i divieti già esistenti, la Commissione Europea ed il Parlamento Europeo stanno prendendo invece in considerazione un possibile slittamento di tale data,
Unisciti a noi per dire NO ai cosmetici testati su animali.

 

SOTTOSCRITTI CITTADINI
considerato che
:

  • nel marzo 2013 entrerà in vigore il bando totale dei tre test sui cosmetici (tossicità ripetuta, tossico-cinetica e tossicità riproduttiva) e anche il divieto d’importazione da Paesi extra UE di prodotti cosmetici testati su animali, anche nei loro singoli ingredienti.

E che:
 

 

  • i test su animali sono dannosi, inutili crudeli, ed eticamente inaccettabili, soprattutto in caso formulazioni complementari come i cosmetici, per i quali sono già disponibili migliaia di materie prime.
Chiedono che:
 

 

  • la Commissione Europea e il Parlamento europeo facciano rispettare la scadenza del 2013, come previsto dalla Direttiva CE 2003/15 e come voluto dalla maggioranza dei cittadini europei da esso rappresentati.
  • Il Governo italiano sostenga a livello europeo la piena applicazione del bando previsto evitando ulteriori slittamenti dei test su animali. 

Firma la petizione on line sul seguente link: http://www.lav.it/index.php?id=1702   falla firmare a tutti: familiari, amici, parenti… non dimenticare che è necessario la partecipazione di TUTTI per far sì che la vivisezione diventi parte del passato… grazie per il tuo aiuto!

 Ma cos’è la VIVISEZIONE?
  
La vivisezione altro non è che un inutile test continuo di prodotti cosmetici e farmaci su animali. Finanziato anche dallo stato e da associazioni (un esempio? Telethon, Airc).
In commercio tutti i cosmetici sono testati, tranne quelli che riportano sulla confezione la dicitura “prodotto non testato su animali” con certificato I.C.E.A per LAV. Smettere di contribuire alla vivisezione comprando prodotti cruelty free è semplice, basta preferire marche “buone” a quelle da boicottare.

Quali sono le marche da boicottare?

Purtoppo sono ormai tantissime le aziende che testano i propri prodotti sugli animali, ecco i prodotti da evitare:
I PEGGIORI
Procter & Gamble,
multinazionale chimica simbolo dello sfruttamento industriale degli animali nella vivisezione
Ace, Apc, Ariel, Asciugatutto, AZ,
Baleno, Bolt, Boss, Bounty,
Camay, Clearasil,
Dash, Demak’up, Dignity, Dora, Douss Douss Intima,
Eukanuba, Experience,
Febreze,
Gentile,
Head&Shoulders,
Iams, Infasil, Intervallo,
Keramine H, Kukident,
Laura Biagiotti, Lenor, Lines, Linidor,
Mastro Lindo, Max Factor, Medinait, Milton, Mister Verde,
Napisan, Nelsen, Noxzema,
Oil of Olaz,
Pampers, Pantene, Poffy, Polin, Pringles, Può,
Senz’acqua, Spic&Span, Swiffer,
Tampax, Tempo, Tide, Topexan, Tuono,
Viakal, Vicks, Victors,
Zest

PRODOTTI DI IGIENE E CURA DELLA PERSONA
Acquafresh, Adidas, Alviero Martini (profumi), Atkinsons, Axe/Apollo/Africa, Antica Erboristieria, AZ,
Belle Color, Benefit, Binaca, Biotherm,
Cacharel (profumi), Cadonett, Calvin Klein, Camay, Casting, Cerruti (profumi), Chloè (profumi), Chopard (profumi), Clear, Clearasil, Colgate, Cover Girl, Cutex, Country Colors, Coppertone,
Davidoff, Defend, Denim, Dignità, Dimension, Donge, Douss-Douss, Dove, Drakkar Noir, Durban’s, Dr. Scholl’s,
Elisabeth Arden, Elisabeth Taylor (profumi), Elnett, Elseve, Elvive, Excellence,
Fabergè, Feria, Free Style, Fructis Garnier, Fx Studio,
Gattinoni (profumi), Gemey, Gillette, Giorgio Armani (profumi), Giorgio Beverly Hills (profumi), Glicemille, Gloria Vanderbilt, Grafic, Guy,
Head&Schoulders,
I Coloniali Atkinsons, Infasil, Intervallo, Intima di Karinzia, Iodosan, Isabella Rossellini’s Manifesto
Jean Louis David, Joop! (profumi), Jovan (profumi), Johnson&Johnson,
Lactacyd, Lancaster, Lancome, Lanvin (profumi), La Roche Posay, Laura Biagiotti (profumi), Leocrema, Lines (assorbenti adulti), Lines Lei, Linidor, L’Oréal, Lux, Leocrema,
Melena Rubinstain, Hugo Bos (profumi), Macleens, Matrix, Max Factor, Maybelline, Mennen, Mentadent, Milton, Movida,
Karl Lagerfeld (profumi), Keramine H, Kerastase, Kukident,
Napisan, Natea, Neutralia, Nidra, Noxzema, Natura, Neutromed, Neutromed Deo, Neutromed ph 3,5, Nordic Colors
Oil of Olaz, Old Spice, Oral-B,
Palmolive, Palma Ricasso (profumi), Pampers, Pantene, Paperino’s, Pepsodent, Perm&Color, Phas LarochePosay, Plax, Plenitude, Pond’s, Pure & Vegetal,
Ralph Lauren (profumi), Recital, Redken, Rexona, Rimmel,
Senz’acqua Lines, Squibb (dentifricio), Studio Line, Saugella, Sinergie, Sergio tacchini (profumi),
Tampax, Timotei, Topexan, Tretan, Taft,
Ultra Dolce Garnier,
Valentino (profumi), Veet, Vichy, Vidal, Vital Colors, Vividop – Balsam.

CURA E IGIENE DELLA CASA

Ace-Gentile, Aiax, Air Fresh, Anitra WC, Ariel, Autan, Ava-Perla,
Baleno, Baygon, Baysan, Bio Presto, Bio Shout, Bolt, Bounty, Bravo, Bref, Brilliance, Bucato lavatrice,
Calfort, Calinda, Cif, Coccolino, Cura Morbido,
Dash, Dinamo, Duracell, Duraglit, Dixan,
Fabuloso, Fébrèze, Finish, Fa,
Glade, Glassex,
Harpic,
Idraulico Liquido,
Kop, Lanza,
Lavasbianca, Lenor, Lip, Liù, Lysoform,
Mastro Lindo, Mister Verde, Mr Muscolo,
Napisan, Nelsen, Neocid, Neofos, Nix,
Off!, Olà, Omo,
Poffy, Polimetro, Provado Pin, Può, Perlana, Sidol, Sil,
Raid,
Soflan, Sole, Sole di Marsiglia, Spic&Span, Splendid, Superfaust, Surf, Svelto, Swiffer,
Tempo, Tide, Tre Corone, Tuono,
Vernel, Viakal, Vim-Clorex,
Woolite.

PRODOTTI ALIMENTARI
Algida, Amora,
Bertolli, Brioschi,
Calvè, Carte d’Or, Céréal, Creme Cuisine,
Dante,
Eldorado, Eukanuba,
Findus, Foglia d’Oro (margarina), Friol,
Genepesca, Gerber, Gradina,
Hill’s,
Knorr,
Iam’s, Igloo, Isostad, Lipton – Ice Tea,
Magnum, Marè, Maya, Mayò, Milkana, Montana,
Novo Sal, Nestlè,
Ovomaltina,
Prescription Diet,
Science Diet, Science Plan, Pringles,
Rama, Rocca dell’Uliveto,
San Giorgio, Solero, Sorbetterai di Ranieri,
Tè Ati, Top-Down, Toseroni,
Vigoplus, Vive la vie

BIBITE
Acqua brillante recoaro, Beltè, Beverly, Coca-cola, Chino’, Energade, Fanta, Gingerino recoaro, Ice tea lipton, Isostad, Mirage, Nestea, Nestlè, One-o one, San pellegrino, San bitter, Schweppes, Sprite.

COMPAGNIE AEREE
Trasportano scimmie e altri animali destinati ai laboratori
Aeroflot (Russia), Air Canada, American Airlines, China Eastern Airlines, Air France, Air India, El Al (Israele), Guyana Airlines, Liat (Caraibi), US Airways, Aero Peru, Air Tanzania, Amerijet International, Continental, Japan Airlains, lufthansa, Sabena.

MANGIME PER ANIMALI

GRUPPO MARS:
Whaltam
Cani: Chappi, Pedigree, Cesar, Royal Canin (tutta la linea).
Gatti: Frolic, Whiskas, Sheba, Kitekat, Catsan (sabbia), Royal Canin (tutta la linea)

GRUPPO COLGATE PALMOLIVE:
Hill’s (science diet, canine maintenance), Hill’s Prescription Diet

GRUPPO PROCTER & GAMBLE:
Iams, Eukanuba

GRUPPO NESTLE’:
Cani: Alpo, Felix, Friskies, Mighty dog, Pro Plan, Purina ONE, Purina veterinary diets.
Gatti: Alpo, Friskies (Gourmet), Purina ONE, Pro Plan.

BAYER:
Cani: PRO GRES
Gatti: PRO GRES

NUTRO

e ancora aziende che testano e relativi prodotti:
3M
BAYER
BIC
BRISTOL-MYERS SQUIBB
COLGATE PALMOLIVE
GILLETTE
GLAXO SMITHKLINE
GUCCI NV
HENKEL
JOHNSON & JOHNSON
JOHNSON WAX
KIMBERLY – CLARK
MARS
MONSANTO
NESTLE’
NOVARTIS
NUMICO
PHILP MORRIS
PROCTER & GAMBLE
RECKITT BENCKISER
SHISEIDO
UNILIVER
WARNER LAMBERT
WELLA

Quali sono le marche CRUELTY FREE che non testano su animali?

   
  http://www.consumoconsapevole.org/cosmetici_cruelty_free/lista_cruelty-free.html clikkate sul link per accedere alla pagina con l’elenco delle ditte cruelty free. 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: