Archivi Blog

°° Green Hill : Finalmente i beagle sono liberi °°



CANI

Dopo le numerose iniziative per chiudere l’allevamento lager Green Hill di Montichiari (migliaia di firme raccolte, decine di manifestazioni nazionali e non , organizzate nel tempo) siamo riusciti con l’aiuto finale della Lav e di Legambiente ad ottenere il sequestro dell’allevamento, e a togliere dalle mani degli aguzzini più di 2.500 cani destinati alla vivisezione.

Sono stati giorni cruciali, quelli passati questa settimana.
C’era il rischio che la custodia dei cani rimanesse a chi li aveva allevati fino al giorno del sequestro.
Per fortuna, tutto ciò non è successo.
I cani sono stati affidati alla Lav, che ha già pubblicato online sul proprio sito un modulo per richiederne l’adozione.
Si stima che debbano ancora nascere circa 500 cuccioli dalle fattrici incinte.
Intanto, il 27 Luglio qualche cagnolino pronto per l’adozione ha già trovato famiglia.
Si tratta di una ex fattrice che è stata adottata di recente da un ragazzo del Coordinamento stesso.
E’ stata chiamata Vegan, nome che rispecchia un credo che abbraccia il rispetto verso tutte le forme di vita.
Auguriamo buona fortuna a tutti i cuccioli salvati da questo inferno.
E speriamo che anche i beagle salvati dall’allevamento Morini di San Polo D’Enza (Reggio Emilia) qualche anno fa, come tutti gli altri  animali abbandonati in attesa dietro delle sbarre possano trovare una famiglia che li riempia d’amore.

Di seguito vi proponiamo le foto della libertà di questi cuccioli.

sempre uniti per la libertà dei nostri amici animali

******************************************************************************************

News letter Lav

I primi beagle hanno già una famiglia

Oggi per tutti noi è un giorno straordinario, quello della libertà per i beagle di Green Hill. Lei è Liberatutti, una “fattrice” incinta, fino a ieri considerata una macchina per produrre cuccioli. Ora per lei comincia una nuova vita, la vita di un cane circondato dall’affetto di amici fidati.

La liberazione dei cani di Green Hill è un fatto unico, il risultato di una battaglia, quella contro la vivisezione, per cui la nostra associazione è nata. Oggi stiamo scrivendo una pagina unica nella storia dei diritti degli animali. Aiutaci ad andare avanti!


°° A Natale, meglio regalare un Peluche che un animale vero °°

A primo impatto qualcuno potrà trovare di poca coerenza la frase che fa da titolo a questo mio nuovo post. Invece, le buone motivazioni animaliste per affermarlo, ci sono eccome. A Natale, periodo che ormai si basa quasi ed esclusivamente sulla tradizione consumistica di fare-ricevere regali, anche gli animali diventano “oggetto” da regalare a famigliari, figli, amici ecc. Che siano cagnolini, coniglietti o gatti. Non c’è niente di più sbagliato del regalare all’insaputa del destinatario un essere vivente. E’ come se qualcuno, a Vigilia, si presentasse a casa nostra con una bottiglia di Champagne e un neonato di pochi mesi augurandoci che ci piaccia. Gli animali, come i bambini, sono per sempre. Ma la gente non lo comprende. Forse perchè gli animali vengono visti sempre arcaicamente come esserini inferiori? capaci di adattarsi a tutto e col dovere di soddisfare i desideri di gioco di bambini e adulti? Sta di fatto, che molti genitori regalano un animale ai figli che per mesi interi fanno i capricci per averne uno. Di solito, gli animali regalati ai bambini sono gatti e cani. Tutti piccoli. Un bambino che riceve un cane adulto non si è mai visto. Vengono presi i cuccioli così l’animale ha la dimensione fisica adatta per essere preso in braccio, baciato, coccolato, stretto con un pò troppa forza ecc ecc. Niente di male, se il cucciolo di casa riceve le giuste attenzioni da http://sosquattrozampe.files.wordpress.com/2010/11/cane-regalo.jpgparte di tutti e da parte del baby-padroncino. Il male arriva quando iniziano a passare i mesi e il cucciolo cresce, mette i denti, rosicchia, vuole giocare, necessita di spazi più ampi per muoversi. In questo caso, il cucciolo da “carino” inizia a diventare un peso, che col passare del tempo diventa sempre più ingombrante e, alla fine, molti genitori arrivati alla stagione estiva, scaricano il fardello in strada, e partono felici per il mare. Altri ex cuccioli di casa, finiscono invece in canile, dove li rimangono a vivere il resto dei loro giorni con la speranza di poter scodinzolare/miagolare ai padroni a cui volevano tanto bene.

Questa, è la tragica storia dei cuccioli-regalo di natale. Ci sono anche casi in cui l’animale viene accettato come membro della famiglia e li rimane fino alla sua morte naturale (come un vero membro di famiglia ha il diritto di fare) ma sono rari. Non a caso le statistiche sugli abbandoni lo evidenziano.

Tornando al punto.. Se non avete spazio in casa per un animale, se non avete tempo materiale per prendervi cura di un nuovo membro di famiglia, se viaggiate spesso in luoghi in cui gli animali non vengono accettati, evitate assolutamente di comprare un animale o di regalarlo a chi ha le vostre stesse problematiche. Se avete figli sensibili e che adorano gli animali, portateli in canile o al gattile a far coccolare qualche piccolo sfortunato. Ci sono canili che danno la facoltà di poter portare a spasso gli animali ospitati. Portate i vostri figli a far fare una passeggiata a questi piccoli che non hanno nessuno con cui giocare. Fatelo anche ogni settimana, quando avete tempo. Adottate l’animale a distanza. Ma non compratene MAI uno solo per soddisfare le MOMENTANEE richieste di chi conoscete.

E se avete dei figli che proprio non vi danno pace.. regalategli un peluche!

°° Lav: il traffico dei cuccioli è finalmente reato °°

LEGA ANTIVIVISEZIONE

Finalmente è legge!

Oggi il Parlamento ha approvato in via definitiva la Legge di Ratifica ed esecuzione della Convezione europea per la protezione degli animali da compagnia.

Il traffico dei cuccioli ora è un reato: chi trasporta e commercia cani e gatti senza microchip, documentazione sanitaria e passaporto rischia la reclusione da 3 mesi a un anno e una multa da 3.000 a 15.000 euro.
Non solo. La legge punisce in modo più severo chi maltratta e uccide animali: introdotte sanzioni più aspre nel Codice Penale.

Ce l’abbiamo fatta: abbiamo rotto le scatole ai trafficanti di cuccioli e a chi sfrutta gli animali, che da oggi avranno vita dura!

Questo importante risultato potrà salvare la vita a migliaia di cuccioli: strappati prematuramente alle loro madri, costretti a viaggi estenuanti, perdendo anche la vita. Acquistati a costi irrisori e venduti a caro prezzo perché “trasformati ” in cuccioli italiani.

Un risultato raggiunto grazie al nostro impegno.

Per primi abbiamo parlato di un fenomeno poco noto. Lo abbiamo portato all’attenzione di tutti, anche delle Istituzioni. Abbiamo chiesto e ottenuto il loro l’intervento.

Abbiamo informato e mobilitato miglia di persone. Come te.
Abbiamo raccolto migliaia di firme con la nostra petizione.
Abbiamo collaborato con le Forze di Polizia, indagato e denunciato casi di traffico di cuccioli. E continuiamo a farlo, ancora con più forza.

Abbiamo ottenuto la legge: la prima in tutta Europa, un ulteriore passo avanti nella difesa degli animali.

Grazie per essere stato al nostro fianco. Grazie per il supporto che ci hai dato e per quanto farai ancora!
ll nostro impegno continua: da domani lavoreremo per l’efficace applicazione della legge.
Sono sicuro non ci farai mancare il tuo sostegno. Puoi farlo ora, on line. Il modo più facile  e sicuro.
Grazie per quanto deciderai di fare.

Gianluca Felicetti
Presidente LAV

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: