Annunci

Archivi Blog

°°SSNV: Nuovi Corsi sull’Alimentazione 100% Vegetale°°

Condivido con voi una notizia molto importante ricevuta attraverso comunicato stampa da Pompea Gualano di Iwy Ethical Communication and Pr – Milano.

 

CALENDARIO E PROGRAMMA DEI NUOVI CORSI AUTUNNALI PER PROFESSIONISTI DI

SOCIETA’ SCIENTIFICA DI NUTRIZIONE VEGETARIANA – SSNV
Milano, 12 settembre. Ripartono i corsi di aggiornamento a cura di SSNV, in collaborazione con Agire Ora Edizioni, per i professionisti della nutrizione, anche pediatrica, destinati a tutte le professioni sanitarie.
I corsi riconoscono ai partecipanti 8 crediti ECM e sono strutturati per un pubblico di professionisti che vogliano approfondire i vantaggi di una alimentazione vegetale in qualsiasi fascia di età: il corso del 7 ottobre, a Mestre, è dedicato alla nutrizione vegetale nelle varie fasi del ciclo vitale, in particolare: gravidanza, allattamento, svezzamento e infanzia; il corso dell’11 novembre a Milano si occupa invece della nutrizione nell’adulto. Si acquisiranno le conoscenze di base per strutturare dei menù ottimali per la prevenzione delle malattie degenerative che sempre più spesso insorgono anche in età pediatrica.
Il mondo scientifico a livello globale sempre di più riconosce i vantaggi per la salute derivati dall’introduzione di alimenti vegetali nella dieta delle persone di qualsiasi età, ma ancora non tutti sanno che una alimentazione prevalentemente o, meglio ancora, totalmente vegetale ha una elevatissima importanza preventiva, perché protettiva dell’organismo contro l’innescarsi di malattie, soprattutto quelle degenerative, quali malattie cardiovascolari, ipertensione, ateroscelrosi, cancro, sovrappeso-obesità, diabete mellito.
E’ di poche settimane fa la notizia dell’ennesima posizione ufficiale favorevole all’alimentazione 100% vegetale di una importante società scientifica: la British Dietetic Association, la più antica organizzazione inglese che rappresenta dietisti e nutrizionisti, fondata nel 1936, che conta oltre 9.000 membri tra il Regno Unito e l’Irlanda. L’organizzazione afferma infatti che una dieta vegan può “assicurare una vita sana in persone di ogni età” (https://www.bda.uk.com/news/view?id=179).

Novità di quest’anno, i corsi possono essere seguiti in remoto in video conferenza (solo nella versione senza crediti Ecm).
Programma e schede d’iscrizione on-line: https://www.agireoraedizioni.org/corsi/

Pompea Gualano
Iwy Ethical Communication and Pr ▪ pgualano@iwyworld.com


Oltre ad arricchire significativamente il proprio curriculum e il proprio bagaglio culturale, questo corso permette a chi lo frequenterà di contribuire alla diffusione del messaggio antispecista.

Chiunque sia interessato e voglia partecipare, indicando via mail ad AgireOra il mio nominativo, potrà farmi avere un buono da 10 euro da spendere in materiale informativo da diffondere gratuitamente nella provincia di Pisa.

Ringrazio in anticipo coloro che prenderanno parte ai corsi decidendo di indicarmi come riferimento.

Carmen

Annunci

°°Belgio: Hotel Noleggia Pesci Rossi per Clienti Soli°°

Succede in Belgio.

Trovandosi ad attendere il suo turno allo Charleroi Airport Hotel un cliente ha notato un particolare davvero inusuale. Collocato sul bancone, dentro una boccia di vetro, c’era un povero pesce rosso tutto solo intento a nuotare in poco spazio. Accanto a lui un cartello con una raffigirazione di Nemo con sopra scritto “sei da solo nella tua stanza e vorresti compagnia? Pesce a noleggio“. La tariffa? 3.5 euro a notte. Una trovata studiata per dare compagnia ai clienti che si ritrovano ad alloggiare nella struttura senza alcuna compagnia umana al seguito.


La foto scattata all’animale ha fatto il giro del web giungendo fino in Italia e finendo sotto la mia attenzione.

Una realtà come questa mette solo in evidenza quanto lo specismo sia radicato nella mente delle persone e quanto ancora gli animali siano visti come un qualcosa da cui trarre utilità, qualsiasi sia l’ambito.

Mettere alla mercé dei clienti un essere vivente RINCHIUSO in pochissimo spazio, praticamente in trappola, con l’intento di offrire a pagamento compagnia ai viaggiatori solitari denota un forte egoismo antropocentrico.

L’uomo, al centro di tutto, necessitante di compagnia. L’animale, subordinato, obbligato a sottostare ad ogni forma di schiavitù pur di soddiafare ogni esigenza umana, anche la più stupida.

Noleggiare un essere senziente come fosse uno schiavo messo a disposizione per soldi fa capire quanto poco rispetto si abbia per le altre specie che vivono sulla terra. Gli animali non sono oggetti, ma ancora vengono trattati come tali. E alla mancanza di empatia non c’è mai fine.

Si pensa sempre e solo allo stato d’animo umano, ma non si tiene mai conto delle ripercussioni che esso può avere sugli esseri che ci circondano.

Avete mai visto una persona tenuta in gabbia da una specie animale per far da compagnia (senza averglielo chiesto) a degli esemplari? È un dato oggettivo: siamo la specie più oltraggiosa mai generata dalla natura. Alcuni di noi, ancora grezzi e ‘finiti’, sono capaci di diventare una vera piaga per il prossimo, e non sono in grado di evitare di essere un peso nemmeno alle forme di vita più piccole.

Trovo che lucrare sull’assenza di libertà di un individuo sia veramente vergognoso.

Vi invito a non soggiornare in questa struttura con la speranza che possiate trovare hotel più etici. Magari in compagnia di chi ha scelto volontariamente di farvi compagnia. 

°° Al Comune di Pisa: Abolire Subito lo Sfruttamento dei Cavalli °°

Pisa, città ricca di storia e di cultura grazie ai numerosi beni che custodisce,
è culla di progresso, sia nelle arti che nelle scienze, attraverso gli studi della sua rinomata Università. Ogni anno ospita un numero ingente di turisti che sopraggiungono da tutto il mondo per ammirarne, contemplarne e fotografarne le bellezze. Una realtà importante come questa non dovrebbe lasciar spazio a nessuna forma di schiavitù. Eppure lo fa.

A Pisa, purtroppo ancora oggi, qualcuno risente il peso della cultura:
sono i cavalli utilizzati come forza motrice delle carrozze che circolano tra le strade più storiche pisane, messe a disposizione dei turisti.

cavalli pisa 2

Cavalli obbligati ad indossare ferri agli zoccoli che possono compromettere il loro apparato circolatorio, morso in bocca fastidioso, briglie, paraocchi per obbligarli ad solo senso di visuale e copri-orecchie. Cavalli costretti a trascinare silentemente per la città carrozze pesanti ai quali sono attaccati campanelli il cui tintinnio può infastidire gli animali stessi. Cavalli a cui viene imposta la sosta in prossimità della Piazza dei Miracoli con qualsiasi clima e per ore intere. Al freddo, sotto la pioggia, durante giornate afose, tra lo smog generato dai tubi di scappamento di auto e bus.

cavalli Pisa.jpg

Nel 2017 non si può tollerare né permettere che degli esseri viventi siano sfruttati in questo modo per finalità turistiche e per lucro.
Appartiene ad una forma di pensiero arcaica, antropocentrica e retrograda l’idea che il cavallo sia un mezzo di trasporto. Gli animali non sono mezzi e non esistono al mondo per diventare nostri servi!
La città di Pisa ha la fortuna di avere mezzi alternativi quali tandem, biciclette e piccole carrozze a pedali (o guidate da operatori consenzienti) per far fronte al relax e al divertimento dei turisti, e solo su questi ultimi dovrebbe focalizzarsi.

Chiediamo a gran voce che l’utilizzo dei cavalli, ai quali vengono legate le carrozze, venga immediatamente abolito.

Vi invito a firmare la petizione che ho lanciato su Change.org cliccando qui. Fatela firmare ad amici, parenti, conoscenti.. chiunque.
E’ giunto il momento di iniziare a rispettare davvero i diritti delle altre specie che la natura ospita. Non siamo i proprietari di nessuno, su questo mondo.

Vi invito inoltre a inviare una mail al Comune di Pisa.
Potrete decidere di scrivere la vostra opinione oppure di unirvi alla protesta inviando una copia di quanto scritto sotto:

Gentile Comune di Pisa,
con mio enorme dispiacere noto che in questa città viene concesso l’utilizzo dei cavalli come traino per carrozze ad uso turistico.
Reputo tale realtà deplorevole e inaccettabile.
I cavalli, come tutti gli animali, meritano rispetto. Obbligarli a compiere sforzi fisici tra le strade, in mezzo alle auto, con forzature fisiche (paraocchi, morso, briglie, ferri, copriorecchie) e a suon di frusta non è sicuramente sinonimo di rispetto.
Mi unisco ad altri cittadini nel richiedere che tale sfruttamento venga abolito immediatamente.
Esistono opzioni nettamente più etiche e decorose per permettere ai turisti di visitare comodamente Pisa non a piedi: carrozze trainate da operatori in bici, tandem ed altri, disponibili a noleggio. Vi invito a fare in modo che siano preferite e presenti solo queste tipologie di mezzi e che non ci sia più neanche un solo cavallo ridotto a mezzo di trasporto nella città.

Saluti.

Nome, Cognome, Città

Da inviare a:

 

18578662_120332000858020155_1055947453_n.jpg

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: