Archivi Blog

°° Supermercati CARREFOUR: Teste di maiale in vendita °°

In vendita nel reparto macelleria di uno dei supermercati CARREFOUR presenti in Italia è stato possibile assistere a questa macabra scena:
una testa mozzata di un maiale, con occhi chiusi, impacchettata e posta in un vassoio nel banco frigo ed etichettata “i freschi di Carrefour”.
Ne è stata scattata una foto, che vi propongo.

carrefour

La pelle ripiegata del mento, le orecchie schiacciate, il grugno contro la plastica trasparente.
Un vero orrore.
Personalmente  solo ad osservarla mi fa mancare il respiro.
Come se fossi io intrappolata li dentro, senza ossigeno.
Tutto questo scaturisce da una fortissima empatia che mi porta quasi a sentire il dolore degli altri su me stessa.
Empatia che invece viene a mancare a chi ripone la parte di cadavere nel banco frigo e a chi, spingendo il carrello, vi passa accanto senza rabbrividire alla vista.

Ancora una volta mi chiedo:
1) Come si possa mangiare ancora animali nel 2014.
2)Come si possa mettere in vendita la testa di un animale morto.
3)Come si possa ACQUISTARE la testa di un animale morto!

Provo a mettermi nei panni di chi trova tutto questo “normale”, ma non ci riesco.
E’ inaccettabile che l’uccisione e il sezionamento di un corpo che un tempo aveva vita vengano viste come cose comuni, quasi banali e di poco conto.

Troppo spesso ci alieniamo dal dolore degli altri.
E non dovremmo, visto che quel dolore è generato proprio da noi.
Puro egoismo il nostro, dettato dal futile vezzo di sentirci superiori agli altri (quando non lo siamo affatto) tanto da pretendere il lusso di decidere quando una vita debba cessare di esistere.
Per cosa poi?
Per 5 minuti di “piacere” per le papille gustative.
Già, perchè poi finito quello c’è la digestione e poi quello che rimane di scarto nel wc.

Ma è giusto uccidere qualcuno perchè abbiamo bisogno di sentirne il gusto?
Per la durata di un semplice pasto?
E’ etico mettere in vendita la faccia di qualcuno?

La risposta è NO.
Dovremmo svegliarci da questo coma della ragione e iniziare a deambulare con le nostre gambe nel cammino, lungo, dell’etica e del rispetto.
Per prima cosa, dovremmo capire TUTTI che nessuno al mondo ha il diritto di privare del diritto di esistere il suo prossimo.
E non iniziamo con la classica frase da calci in bocca “Beh il leone mangia la gazzella”.
Aprite un po la mente e realizzate per una buona volta che la differenza tra gli animali e voi, umani, sta nel fatto che potete SCEGLIERE senza dover sottostare agli impulsi, agli istinti.
Perchè avete una ragione, una coscienza e il libero arbitrio.
Ed è UN OBBLIGO usarlo.
Altrimenti tornatevene nelle caverne visto che rivendicate tanto i gusti culinari dell’Homo Sapiens.

Siamo nel 2014, accendete il fuoco con l’accendino e non con l’ausilio del chopper, vi muovete con dei mezzi a 4 ruote e non esclusivamente coi vostri arti, beneficiate di tutta la tecnologia possibile scaturita dal progresso dell’uomo e quindi ACCETTATE ANCHE QUELLO ALIMENTARE.
Senza fare tanti capricci.

Per progresso alimentare si parla di una dieta di origine vegetale che con la sapiente combinazione tra ingredienti può ricreare qualsiasi tipo di gusto.
Persino quello delle vostre adorate bistecche, il quale reale sapore a molti è ignoto grazie all’addizione di sale, pepe, aromi, cottura, vino e quant’altro.

Non abbiamo assolutamente bisogno di uccidere gli animali per alimentarci.
Abbiamo la possibilità ( lo chiamerei addirittura PRIVILEGIO) di poter mangiare tantissime varietà di frutta, cereali, legumi, ortaggi.
Abbiamo la facoltà di poter scegliere tra il bene o il male, la vita o la morte.
Cerchiamo di essere dunque più umani verso il prossimo ricordandoci sempre che dovremmo amarli gli animali e non distruggerli.
In ogni forma di vita presente sul Pianeta c’è infinita bellezza.
Basterebbe solo stare li ad osservare, invece di pensare solo a riempirsi la pancia.

La bellezza si ammira,
non si annienta.

l-Pig
Abbandonate l’abitudine di vedere nel maiale solo del cibo ambulante.
I maiali sono animali intelligentissimi, e meritano rispetto come ogni singola forma di vita che ci circonda.

Lo sapevate che..

  • Amano dormire vicino alle persone con cui vivono.
  • I cuccioli amano giocare e , come i bambini, si annoiano facilmente.
  • Riconoscono il loro nome e vi raggiungono se sentono che li chiamate
  • Scodinzolano quando sono contenti, come i cani!
  • Sognano.
  • La loro intelligenza supera quella dei cani ed è paragonabile a quella di bambini di 3 anni di età.
  • In natura sono animali pulitissimi che tengono ben lontane le feci dai luoghi dove dormono o dove mangiano.
  • Amano la musica classica.
  • Sono capaci di imparare semplici passi di danza.

[ Scrivete una mail a CARREFOUR per esprimere il vostro parere sulla vendita di teste di maiale nel reparto macelleria http://servizio-clienti.carrefour.it/sito/Ticket.aspx  oppure chiamate al numero verde 800 – 650 650 ]

°° LEGAMBIENTE LUNIGIANA: Cene “sostenibili” a base di animali °°

avatar_legalunid60f0a6437a6db53a2

Vi segnalo un evento che ha davvero dell’incredibile.
La MAIALATA“, ovvero una cena a base di carne di maiale organizzata da nientepopodimeno che… LEGAMBIENTE!
Esatto! LEGAMBIENTE! Un’associazione che DOVREBBE (usiamo il condizionale,eh) diffondere una cultura sull’etica ambientale e sul rispetto e tutela della Natura e dei suoi abitanti.
Invece di organizzare cene ed eventi davvero sostenibili con menu biologici e vegetali, qui si opta per la mattanza.
E appunto per parlare di cosa fare nel 2013 Legambiente Lunigiana ha invitato tutti i soci a questa cena definita “sostenibile”, per discutere intorno ad una tavola su cui verranno serviti maiali.
Tutto questo è totalmente incoerente oltre ad essere un insulto il nome dato alla cena nei confronti di poveri animali innocenti uccisi in maniera disumana.

Qui di seguito vi riporto l’invito ufficiale della Maialata:

****************************************************************

logo_maialata2

Ai Soci e Amici di Legambiente LunigianaMAIALATA CON SOCI E AMICI DI LEGAMBIENTE LUNIGIANA     
VENERDI 8 FEBBRAIO 2013 – ORE 20,30
AGRITURISMO IL PICCHIO VERDE, LOC. MOLESANA 6 LICCIANA NARDI (MS)
Cari Soci, Cari Amici
visto che siamo agli inizi dell’anno, quando in Lunigiana è tradizione ‘fare il maiale’ e condividere socialmente questo evento a tavola, abbiamo pensato di invitare ad una ‘maialata sociale’ tutti i soci e gli amici di Legambiente Lunigiana.
Vogliamo approfittare di questo convivio per scambiare opinioni con voi su come rendere l’anno che ci aspetta proficuo per una sviluppo davvero sostenibile della Lunigiana.
E visto che ci ospita uno degli agriturismi lunigianesi, ci piacerebbe chiaccherare a tavola anche di turismo sostenibile e sviluppo rurale, che sono secondo noi le chiavi su cui puntare per far crescere la ‘green economy’ nel nostro territorio, che vede iniziative associative importanti operare come Lunigiana Amica e la neonata Associazione Operatori Turistici della Lunigiana.Per questo vi invitiamo Venerdi 8 febbraio 2013, alle ore 20,30 all’agriturismo Il Picchio Verde, in loc. Molesana (subito sopra ad Amola) di Licciana Nardi, per una proficua ‘Maialata sociale’.Per prenotare o chiedere altre informazioni chiamateci al 338 5814482 (Francesca) o scriveteci a: segreteria@lunigianasostenibile.it

Vi aspetto numerosi.

Luigi Ringozzi, Presidente del Circolo

Terrarossa (MS), 1 FEBBRAIO 2013

***********************************************************

Legambiente Lunigiana aveva fatto girare l’invito anche sul social network Facebook, fino a ieri, ma dopo aver ricevuto decine e decine di critiche l’evento è stato vigliaccamente rimosso.

Ciò che vogliamo, è che LA CENA STESSA VENGA ANNULLATA.
O che almeno venga cambiato il menù della serata.
Non è accettabile che un’associazione che dovrebbe occuparsi dell’ambiente, si sieda a tavola per divorare degli abitanti del nostro Pianeta!
Vi invito dunque a scrivere , se siete d’accordo con me, una mail a questi incoerenti per ricordargli che anche i maiali hanno il diritto di vivere.
Dopo questa caduta di stile clamorosa vi invito anche a diffidare da associazioni come Legambiente, brave solo A PARLARE MA DAVVERO MISERE NEI FATTI!

Scriviamo un paio di righe a<<<  segreteria@lunigianasostenibile.it >>> per farci spiegare cosa c’entra sgozzare un maiale con l’ambientalismo!

Mail da inviare tipo:

Spett.le Legambiente Lunigiana,
sono venuta a conoscenza della Vostra iniziativa sociale, da voi definita proficua “Maialata sociale”.
La mia opinione è che sia davvero una iniziativa di cattivo gusto e che fa seriamente dubitare dei vostri obiettivi sociali. A mio avviso chi si occupa di questioni ambientali e si schiera con gli animalisti e li sostiene in alcune attività non dovrebbe avere iniziative di questo tipo dove si usano animali per scopi sociali: “maialata sociale”…dove il maiale viene visto come occasione conviviale….e non come creatura con diritto di vita… per discutere di “turismo sostenibile e sviluppo rurale” non è necessario mangiare maiale o qualsiasi altra creatura…volete far crescere la ‘green economy’ nel vostro territorio publicizzando una iniziativa che comincia con l’uccisione di animali? Non male come inizio….è per questo che vi chiedo spiegazioni in merito, che vede iniziative associative importanti operare come Lunigiana Amica e la neonata Associazione Operatori Turistici della Lunigiana.

Cordiali saluti
Nome e Cognome
Città

Segui l’evento di mail bombing contro Legambiente sull’evento ufficiale su Facebook.

 

Perchè nell’uccidere un essere vivente non c’è NULLA DI SOSTENIBILE!!!!!

 

vergogna!!!!!!!!!! assassini!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: