Annunci

°° ASL 9 Grosseto & Paolo Madrucci : Si all’eutanasia dei cani randagi °°

Fa veramente orrore la proposta arrivata da Paolo Madrucci, direttore dell’ASL 9 di Grosseto per quanto riguarda la risoluzione del problema “randagismo canino“.
Il direttore dell’Azienda Sanitaria ha infatti proposto l’abbattimento dei cani randagi catturati tramite eutanasia, metodo che diminuirebbe drasticamente il numero di cani vaganti sul territorio senza proprietario.

La proposta, forse influenzata da recentissimi abbattimenti di cani come in Romania, ha subito ricevuto la risposta di Michela Vittoria Brambilla,presidente della Lega italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente, che ha espresso il suo disappunto:

< Contro la piaga del randagismo, la soluzione non è ritornare al passato o ad un presente in stile romeno, ma far rispettare la legge 281 (che impone precisi obblighi a Comuni ed Asl), educare i proprietari al possesso responsabile (e quindi al controllo sulla procreazione degli animali) e promuovere le adozioni. La “pena di morte” per qualcuno sarà anche comoda, ma è pura barbarie. Oltretutto di comprovata inutilità, visto che nei paesi dov’è praticata, spesso con metodi crudeli, il randagismo continua a prosperare.
A mio avviso  è grave che proposte del genere, irricevibili, siano formulate da un veterinario, per di più del servizio pubblico. Dovrebbe sapere che la soppressione è solo una “soluzione” cruenta e temporanea, una risposta rozza a una cattiva gestione del problema, un tentativo di rimuovere l’effetto senza occuparsi della causa.
L’unico strumento efficace, e umano, per ridurre la popolazione degli animali in strada è la corretta e puntuale applicazione di una politica articolata, che preveda l’identificazione con microchip, la sterilizzazione, la promozione delle adozioni e la responsabilizzazione dei proprietari.
Altrimenti passiamo alle stragi di cani, come quelle autorizzate in Romania e in Ucraina>.

Ma a Madrucci deve stare proprio simpatica l’idea dell’eutanasia.
Qualche settimana fa infatti erano stati la stessa ASL 9 e il sopra citato direttore a rendere pubblica la notizia dell’abbattimento di Zorro, un dogo argentino che aveva quasi staccato un braccio al proprio padrone.
Secondo il loro parere infatti il cane sarebbe stato “irrecuperabile” e quindi da sopprimere.
Il cane però è stato trasferito dai proprietari in un centro idoneo di recupero a Follonica e per fortuna è salvo.

Dura è stata la critica avanzata dalla Giacomo Bottinelli, responsabile LAV di Grosseto nei confronti dell’amante dell’eutanasia:

‘Il dottor Madrucci ci costa troppo e fa danni. Propongo dunque di sopprimere” il suo incarico. ”Il taglio del suo stipendio garantirebbe un risparmio di almeno 150mila euro all’anno alle casse pubbliche che potrebbero essere utilmente impiegati nella riduzione del randagismo. Si tratta di una soluzione razionale e anche umana, dato che ormai appare chiaro come Madrucci soffra nella sua smania di uccidere qualunque essere vivente non si accordi alla sua discutibile visione delle cose’

Non potendo assolutamente accettare una cosa del genere, ho scritto personalmente una mail al “Signor” Paolo Madrucci.

“Gentile Paolo Madrucci,
le scrivo questa mail in qualità di cittadina amante degli animali ed esemplare di essere umano che popola questo Pianeta come lei ed altri, per renderle noto il mio totale disappunto e disprezzo nei confronti della sua personale battaglia a favore dell’eutanasia per i cani randagi.
Non so se ne è a conoscenza, ma siamo alle porte del 2014 e non più nel Basso Medioevo.
Purtroppo per lei la macchina del tempo è ancora in fase sperimentale, pertanto dovrà accontentarsi di vivere in un’era più civile.
Proposte come la sua, che davvero non so con che coraggio abbia potuto enunciare, dovrebbero esser messe a tacere.
Siamo già abbastanza pieni della crudeltà gratuita che viene inferta ogni giorno agli animali.
Non importa il suo contributo, glielo garantisco.
Mi stupisce il fatto che una persona con una mentalità così chiusa come la sua occupi una carica così importante.
E’ inaccettabile che il direttore di un’azienda sanitaria che si occupa di curare umani, dia poi il consiglio di abbattere esseri viventi di altra specie.
Il randagismo è una piaga generata dall’uomo.
E l’uomo deve risolverla.
Ma non con l’uccisione dei cani come ha proposto lei.
Si opta per la sterilizzazione degli animali, piuttosto.
Mi auguro che proposte immonde come la sua non vengano mai accettate e sempre rifiutate da persone più sensibili.

Riguardo all’eutanasia..
Se proprio ne è fanatico, può sempre lottare per ottenerla per lei stesso.
In quel caso appoggerei la sua causa.

Cordiali saluti. “

Se volete inviare anche voi un messaggio al direttore dell’ASL 9 di Grosseto,
potete farlo scrivendo all’indirizzo: 
p.madrucci@usl9.toscana.it

Annunci

Informazioni su Carmen Luciano

Hai trovato i miei articoli interessanti? Ricevili direttamente via email sottoscrivendo al mio blog Think Green Live Vegan Love Animals ! ^-^

Pubblicato il 18 dicembre 2013, in ° Critiche ° con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Lascia un commento :)

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: