°° Firenze vieta il menù vegan nelle scuole della provincia °°

bambini_vegan_mense_scolastiche

E’ recentissima la notizia negativa giunta dal Consiglio Comunale di Firenze riguardo all’introduzione del menù vegan nelle mense scolastiche del territorio.
E’ stata infatti bocciata tale proposta avanzata dal consigliere Tommaso Grassi e sostenuta da associazioni animaliste che avrebbe permesso ai bambini e ai ragazzi vegetariani e vegani di poter mangiare tranquillamente a scuola durante la pausa pranzo.

Proposta lecita che se fosse stata accettata, avrebbe consolidato un enorme passo avanti dal punto di vista etico morale e che sarebbe sicuramente stato un servizio migliore per chi non mangia carne e pesce.

Sono sempre di più infatti le persone che hanno modificato le proprie preferenze alimentari adottando una dieta priva di alimenti animali.
In Italia aumentano di numero le famiglie vegetariane che vorrebbero poter vedere i propri figli vivere tranquillamente senza avere limiti nel sociale.
Limiti culinari che per esempio non hanno i ragazzi musulmani.

Esempio fatto anche da Mariangela Corrieri, ex Responsabile LAV Firenze che ha espresso quanto segue:

“Vengono tutelate le scelte alimentari di ebrei e musulmani ammettendo la pratica cruenta della macellazione rituale senza stordimento e non viene ammessa l’alimentazione incruenta e morale di chi fa una scelta vegana.

 Naturalmente consideriamo tale bocciatura come una chiusura mentale, una prepotenza, quella  mancanza di considerazione verso le scelte personali altrui che perfino l’art. 2 della Costituzione tutela in quanto rispetto dei convincimenti dei singoli e base del rispetto della persona umana e della sua dignità.

Le istituzioni non dovrebbero quindi imporre la loro visione (spesso dogmatica e insipiente) ma offrire ai cittadini un ventaglio di scelte dalle quali costoro potranno attingere secondo il proprio convincimento e le proprie esigenze di salute e coscienza morale.

Nessuno di noi può essere strumento del volere di altri e nessuno può imporre ad altri come alimentarsi.

 Noi ce lo saremmo augurato e non soltanto per gli animali che si salverebbero dalle inaudite sofferenze a cui vengono sottoposti, ma anche per l’ambiente (acqua, foreste, clima…..) la cui devastazione produce quel cambiamento climatico certificato dal rapporto FAO del 2006 Livestocck’s long shadow, aggiornato recentemente,il quale espone con chiarezza come gli allevamenti intensivi di animali rappresentino una delle principali cause di immissione nell’atmosfera (51% del totale) di gas serra – anidride carbonica (CO2), metano (CH4), ossido di azoto (NO2) e clorofluorocarburi (CFC). 

Il ciclo di produzione della carne infatti è un sistema inefficiente che trasforma una moltitudine di alimenti a base vegetale in una quantità estremamente  limitata di alimenti di origine animale incidendo  non soltanto sull’ambiente ma anche sulla fame nel mondo e sulla nostra salute (diabete, cancro, obesità, malattie cardiovascolari). 

Ma possiamo arrestare il processo? Sì, possiamo. Agevolando le scelte vegane e cominciando ad alimentarci senza prodotti animali almeno un giorno a settimana secondo l’esempio di città come San Francisco, Gand e tante altre nel mondo.

Inviamo un ringraziamento per la loro sensibilità, la libertà di coscienza e il rispetto della Costituzione a tutti quei consiglieri che hanno votato a favore della scelta vegana e invitiamo tutti a una riflessione.”

 

Assolutamente d’accordo con Mariangela Corrieri.
Non è assolutamente giusto ed equo vedere dei cittadini oppure ospiti musulmani o ebrei tutelati nei loro diritti NONOSTANTE IN ITALIA SIA D’USANZA STORDIRE GLI ANIMALI PRIMA DI MACELLARLI, e poi ritrovarsi una proposta così etica rigettata.

Per non parlare del fatto che sarebbe stato un modo per avvicinare TUTTI i bambini e i ragazzi ad un’alimentazione sana e naturale.
Importantissimo oggigiorno, dato il livello di obesità infantile che affligge la nostra società.

Questo ostacolo è incomprensibile.
Mi rifiuto completamente di credere che nel Consiglio Comunale di Firenze ci siano persone così retrograde e poco aperte al progresso.

Ricordo benissimo quanto è stato difficile adattarmi alla mensa scolastica delle scuole medie che ho frequentato io: spesso c’erano piatti che non potevo mangiare e che non mi facevo servire per lasciarne maggiore quantità ad altri, rimanendo dunque senza primo o secondo e facendomi bastare il pasto.
Poi però, quando di secondo arrivava la carne di maiale, per gli studenti musulmani in un contenitore a parte c’era il pollo, per esempio.
Questa discriminazione non mi è mai piaciuta.

Sono passati 10 anni , e vedere ANCORA queste differenze mi fa davvero rabbia.
Non iscrivere alla mensa i bambini vegetariani sarebbe una soluzione?
ASSOLUTAMENTE NO.
Significherebbe darla vinta a chi ha bocciato la proposta, oltre ad essere una scelta sconveniente dal punto di vista sociale, dato che a mensa i bambini rafforzano il contatto con i loro coetanei.

Pertanto, spero che nel Consiglio Comunale cambi presto aria con l’arrivo consiglieri più sensibili e rispettosi nei confronti di tutti.

Informazioni su Carmen Luciano

Hai trovato i miei articoli interessanti? Ricevili direttamente via email sottoscrivendo al mio blog Think Green Live Vegan Love Animals ! ^-^

Pubblicato il 14 dicembre 2013, in ° Critiche ° con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 25 commenti.

  1. “Non è assolutamente giusto ed equo vedere dei cittadini oppure ospiti musulmani o ebrei tutelati nei loro diritti NONOSTANTE IN ITALIA SIA D’USANZA STORDIRE GLI ANIMALI PRIMA DI MACELLARLI, e poi ritrovarsi una proposta così etica rigettata.”
    Ma perché, ti risulta che la carne che viene servita nelle mense sia frutto di abbattimento rituale? Che c’entra?
    La scelta religiosa può essere sicuramente opinabile, ma escludere il maiale dalla dieta di un bambino non porta a nessun problema per la salute di questo. Escludere la carne, o addirittura escludere tutti gli alimenti di origine animale, a detta di tutta la comunità scientifica rappresenta un concreto rischio sopratutto nei bambini.
    Nutriteli così come la scienza nutrizionale dice, e poi quando saranno cresciuti lasciateli liberi di mangiare cosa più aggrada il loro palato e la loro morale.
    E state tranquilli che un bambino che mangia carne in una dieta sana ed equilibrata molto difficilmente avrà i problemi elencati. Poi ovvio, se campa di McDonald e dolci senza controllo e misura, non c’è da stupirsi se si ammala. Ma questo è da imputare a genitori poco attenti e non al consumo di carne e prodotti di origine animale.
    Per diventare nutrizionista bisogna studiare e prendere una laurea, non basta leggersi i trafiletti di wikipedia.
    Andate a studiare, oppure a zappare la terra, ma non state qui ad imporre ai bambini diete malate.

    • sbarellababyanimals

      La dieta vegan non è una dieta malata.
      Non mangio animali da quando avevo 12 anni e non ho problemi di nessun tipo.
      L’unico problema invece è trovare commenti lasciati da persone come te che non capiscono che la scelta insana è proprio quella di mangiare cadaveri e carcasse !

  2. Evidentemente sto qua sopra o non conosce bene la vera nutrizione umana oppure come molti altri ha un sacco di pregiudizi x colpa delle pressioni che fanno le multinazionali verso i consumatori..magari imparasse a conoscere bene chi segue una dieta vegana e capirebbe che i bambini vegani sono molto più sani ed é la dieta più adatta x loro..si vada a leggere un po di anatomia umana, nutrizione e igienismo invece di sparare a zero..dice di lasciar scegliere ai propri figli la dieta che vogliono ma non é forse vero che la dieta onnivora occidentale abitua a poco a poco i bambini durante lo svezzamento a mangiare omogeneizzati di carne x abituarli a quel sapore che a loro proprio non piace? Anche chi battezza i figli sta scegliendo x loro..chiunque genitore sceglie sempre il meglio per i propri figli..l`intestino di un bambino non é proprio adatto a mangiare carne (spesso piena di ormoni e antibiotici) e formaggini mio..

    • E’ vero ma non del tutto esatto secondo me, uno che mangia carne può decidere in ogni momento della sua vita che non vuole più mangiare carne, che siano motivi etici,religiosi, ambientalisti o sanitari.

      (Sul battesimo uno può sempre scegliere di non seguire il cristianesimo )

      Poi ovviamente dipende da persona a persona. I genitori ti danno delle linee guida, ma spetta a te scegliere se seguirle o meno.

    • ha ha ha ha
      ancora con questa storia delle multinazionali brutte e cattive??? ma aggiornati, ritorna a vivere nel mondo reale e inizia a pensare con la tua testa. Ragazzina viziata e supponente.

  3. Quello che mi ha dato fastidio è stato il tuo “avvicinare TUTTI i bambini e i ragazzi ad un’alimentazione sana e naturale” e l’affermazione “Agevolando le scelte vegane e cominciando ad alimentarci senza prodotti animali almeno un giorno a settimana”. Un adulto consapevole è libero di mangiare quello che crede, ma i bambini non possono certo essere obbligati. Non voglio che mio figlio sia costretto a mangiare vegan a scuola, anche se solo per un giorno. Condivido il fastidio nei confronti dei menu ad hoc per musulmani ed ebrei, ma in quel caso i genitori sono favorevoli. E’ assurdo imporre, viceversa, a TUTTI, un pasto vegano. Indipendentemente dalla valutazione della scelta vegana. E ti ricordo che è capitato che il governo abbia tolto la potestà genitoriale a “genitori” che avevano abituato il figlio neonato alla dieta vegan, rendendolo rachitico, denutrito e prossimo alla morte.

    • sbarellababyanimals

      Guarda che un piatto di pasta al pomodoro con un secondo di patate al forno ed insalata è GIA’ UN MENU’ VEGAN.
      Tuo figlio non mangerà la merda, ovvero la materia in cui viene cresciuto ogni singolo animale che invece gli fai mangiare !

      Il caso del bambino coi genitori vegani è isolato.
      In Inghilterra anche i medici avviano la gestazione con una dieta vegetariana.
      Che tu sia consapevole o no,
      Mangiare cadaveri lede al tuo organismo.

      Sai cosa contiene la sacca di alimento in vena di chi non può più mangiare perché il TUMORE NON GLIELO PERMETTE?
      OLII e grassi Vegetali e SOIA.
      Vedrai che se un giorno ne avrai bisogno l’apprezzerai di più la dieta vegan!

      • Il fatto di chiamarlo “menù vegan”, però, gli da una connotazione di parte. Sarebbe come chiamare “educazione cattolica” una lezione incentrata sul rispetto e sull’amore. Non ti chiedo come giustifichi il fatto che da sempre l’uomo è onnivoro perché immagino ti sia informata su autorevolissimi testi vegan. Immagino che avrai anche tante giustificazioni del perché l’uomo dev’essere erbivoro e non onnivoro, così come immagino che i vegani siano immuni da malattie e cancro. Una domanda: se un vegano fa uso di integratori come puoi definire la sua dieta “equilibrata”? Sono vegani di serie B? Una cosa non capisco: che problema etico c’è nel mangiare uova di galline allevate all’aperto? D’altronde, non penso di convincerti, dato che neanche i più accurati studi medici e scientifici riescono. Volevo solo dire che mi sembra ingiusto imporre a un bambino (e al suo genitore) una dieta vegan. Ultima cosa: se mangiare vegano salva dai tumori perché gli studi di medici VERI non ne parlano? Cospirazione? Massoneria?

        P.S. Nei terreni sui quali le tue erbe crescono l’azoto è dato anche da sostanze organiche mineralizzate, fra le quali, ovviamente, escrementi di molti animali (non sto parlando di concimazione). Quindi la merda la mangi anche tu 🙂

      • sbarellababyanimals

        Se valuti, tutti ingeriamo sterco.
        Ma sicuramente io non ingerisco sterco, ormoni, antibiotici come te.

        Per medico vero intendi pure Veronesi?
        Ti va bene un oncologo che non mangia animali perchè sa cosa comporta la dieta carnivora?

        Ti dico solo che tra le due imposizioni, che comunque son di prassi perchè non puoi attendere la maggiore età del figlio per fargli decidere cosa mangiare visto che lo devi alimentare, preferisco la dieta vegan.
        Ovvero alimentarlo con frutta, verdura, ortaggi, cereali e legumi.
        Perchè mangiare carne è controproducente ed inutile.

        Nella carne ci sono proteine,ferro,calcio,sali minerali ecc perché gli animali uccisi sono erbivori.
        Nessun organismo auto produce elementi nutritivi di cui ha bisogno.
        Altrimenti non avremmo l’apparato digerente.
        Pertanto un erbivoro se mal nutrito ha carenze..
        Perché calcio, ferro, sali minerali, vitamine ecc li immagazzina mangiando Frutta e verdura.
        Cereali ecc.
        Che possiamo mangiare tranquillamente anche noi, senza dunque uccidere.

        Se a tuo figlio fai mangiare un pollo anemico, credi che assimilerà ferro?
        ovvio che no.

        Rimane il fatto che il menu vegano per bambini vegani è un diritto.
        Ai vostri fate mangiare lo schifo che vi pare.

      • Tu confondi il diritto TUO di imporre a tuo figlio una dieta vegan e il diritto SUO di decidere come alimentarsi. Finché non sarà abbastanza grande per decidere con consapevolezza, secondo me (opinione personale) è meglio abituarlo a una dieta completa. Se imponi a forza a tuo figlio di mangiare vegan probabilmente di nascosto si troverà con gli amici al McDonald’s o in pizzeria e mangerà quello che vorrà. La scelta dev’essere ponderata e libera, non imposta dalla nascita. Veronesi è vegetariano, non vegano: la dieta vegetariana è ben diversa dalla vostra. Un conto è il piano etico, altra cosa è quello scientifico: se non mangi carne per non uccidere un coniglietto va bene, ma demonizzare in questo modo tutti i tipi di carne è assurdo. Se fosse così violentemente dannosa l’uomo avrebbe adottato spontaneamente la dieta vegan molto tempo fa, e sicuramente non per motivi etici. E a meno che tu non dimostri che mangiare vegan regala trent’anni di vita in più privi di malattie penso che la vostra rimarrà nient’altro che una scelta etica, perché i benefici che millantate non valgono la pena di cambiare così drasticamente regime alimentare. Ti ripropongo la mia curiosità: un vegano che assume integratori è un vegano di serie B?

      • sbarellababyanimals

        Mi fa veramente tanto dispiacere leggere il tuo commento che trasuda proprio di ignoranza abnorme. E per ignoranza intendo il vero senso della parola, ovvero ignorare, non essere a conoscenza.
        Ti assicuro che la dieta onnivora non è completa.
        Il nostro organismo anche se si abitua a mangiare qualcosa, non vuol dire che quell’alimento sia giusto per noi.
        Fa parte dell’adattabilità.
        Chiamalo pure istinto alla sopravvivenza.
        Ecco perché campate nonostante i kg su kg di carne ingurgitati.
        Ti ripeto che assimilare principi nutritivi da un tessuto muscolare di un animale che a sua volta li ha assimilati dall’alimentazione erbivora, quando puoi passare direttamente a frutta ,verdura ,cereali, ortaggi , legumi ecc E’ VERAMENTE INUTILE!
        E dannoso.. pensa a tutti i grassi presenti nella carne.

        Poi, che differenza c’è fra la TUA imposizione a un bambini di mangiar carne, e la MIA di non mangiarla?
        Nessuna.
        Tu credi che la dieta onnivora sia ben bilanciata. E avvii tuo figlio in base a quella alimentazione.
        Io sono fermamente convinta dell’opposto, e quindi lo avvio secondo la mia alimentazione.

        La differenza fra me e te, è che io ho provato sul mio stesso organismo.
        Quando mi dicevano che avrei avuto carenze e sarei addirittura morta.
        Non mangio animali da ben 11 anni e ho smesso di mangiare quel poco di carne che mi schifavo di mangiare a 12 anni.
        Non ero nemmeno sviluppata all’epoca.
        Ora sono una ragazza alta 1.75 cm, peso 64 kg e fisicamente non mi manca proprio nulla.
        Hai mai sentito il nome “MARGHERITA HACK”?
        Ebbene tesoro,
        non ha mai mangiato un animale in 90 anni di vita.
        Eppure la sua dieta le ha permesso di essere ciò che è stata.
        E ne conosco diversi di ragazzi che non hanno mai mangiato carne in vita loro, nemmeno da neonati, che hanno una forma fisica invidiabile.
        Gli ho anche chiesto se avessero mai avuto curiosità di provare carne.
        Sono sempre stati tutti liberi di scegliere cosa fare.
        Magari hanno provato ad assaggiarla di gusto.
        Ma poi non hanno mai iniziato ad alimentarsene.
        Informati prima di sparare a zero sull’alimentazione che è l’unica scelta per salvare il mondo.

        Quando dici ” i benefici che millantate non valgono la pena di cambiare così drasticamente regime alimentare” ti sbagli.
        NON VALE LA PENA?
        vai a dirlo ai miliardi di animali che muoiono.
        Non te ne frega un cazzo degli animali?
        Vai a dirlo al miliardo di persone al mondo che muoiono di fame perché non hanno di che mangiare per via che cereali e legumi vengono utilizzati per l’alimentazione di animali destinati alla carne nei paesi ricchi. Per ingrassare di un kg un animale deve mangiare 15 kg di cereali e bere 1500 l di acqua.
        Non te ne frega un cazzo di chi muore di fame al mondo?
        Vai a dirlo allora al Pianeta con il buco nell’Ozono che si allarga sempre di più.
        L’industria dell’allevamento genera il 16% dell’inquinamento globale, superando quello dei trasporti.
        Non te ne frega un cazzo della salute del Pianeta?
        Prima o poi t’importerà.
        Con le cattive.

        Ossequi.

      • Scusa, Sbarellababy, mi permetto di ripeterti ANCORA la domanda: un vegano che prende integratori è un vegano di serie B? Un vegano “che bara”? Ti costa tanto rispondere?
        Dici che hai smesso di mangiare carne a 12 anni: benissimo, ma è perché TU l’hai scelto consapevolmente, e in un’età in cui l’organismo è molto più sviluppato di quello di un neonato. Anche gli amici di cui parli hanno scelto consapevolmente di non alimentarsi di carne, non gli è stata imposta una dieta vegana sin dai primi giorni di vita.
        Da quanto dici, Margherita Hack non ha mai mangiato carne. Ma era vegetariana (come Veronesi) o vegana? La differenza è abissale, lo sai bene.
        L’agricoltura e l’allevamento hanno costituito una rivoluzione epocale nella storia del genere umano, un caposaldo dell’evoluzione della specie. Demonizzare l’allevamento e imporre ai contadini l’agricoltura biologica non solo non aiuta l’ambiente, ma da ragione a chi considera i vegani dei “biotalebani” senza rispetto per le scelte altrui. Con la scusa di salvare le popolazioni disagiate implicitamente imporresti la dieta vegetariana/vegana a tutto il mondo. In alcuni paesi l’agricoltura è impossibile a causa del clima e del suolo. Cosa proponi? Spedizioni continue di tofu? Emigrazione di massa nelle zone dove si mangia vegan? L’evoluzione ha permesso all’essere umano di evolversi: se i prodotti animali sono cancerogeni, mortali, ecc… per quale motivo rientrano nella normale dieta umana da decine di millenni?
        Ovviamente NON TI STO AUGURANDO IL CANCRO, ma se mai ti capitasse saresti ancora convinta delle meraviglie indiscusse della scelta vegan? Non fraintendermi, ti prego, ma se un tuo caro si ammalasse di cancro, tu daresti il consenso a curarlo con la medicina tradizionale? Ripeto, è SOLO UN ESEMPIO che ti auguro non si avveri MAI.
        Ancora una cosa: per favore, rispondi alla domanda che ti ho fatto all’inizio. Grazie.

  4. Perdonami, immagino che tu non abbia risposto perché sei molto impegnata. Mi accontento solo di sapere cosa pensi dei vegani che assumono integratori. Solo questo 🙂

    • sbarellababyanimals

      Ciao.
      Scusami tanto ma avevo approvato il tuo commento mentre ero in giro tramite app wordpress e poi mi è passato di mente.
      Di vegani che prendono integratori ce ne sono il giusto.
      Quello dipende dall’organismo ed è una cosa personale, il riuscire ad assimilare le sostanze nutritive.
      va ben oltre la dieta.
      Anche tra gli onnivori c’è chi prende integratori.
      E poi, le fonti derivano comunque da vegetali.
      Che male c’è?

      • Non ti preoccupare 🙂
        Di solito gli onnivori assumono integratori a causa di scompensi metabolici o in funzione di uno sviluppo atletico. Quello che mi lascia perplesso è il contrasto fra l’apologia della dieta vegana come quella più completa e sana e il fatto che alcuni vegani debbano prendere integratori. Nella stragrande maggioranza dei casi, invece di acquistare integratori (di dubbia provenienza) basterebbe assumere qualche alimento non vegan che consente di assumere i nutrienti mancanti.
        Altra cosa: perché i vegani sentono il bisogno di scimmiottare alimenti non vegani, come l’hamburger di seitan o cose del genere?

      • sbarellababyanimals

        cosa vuol dire “scimmiottare” ?

      • Per esempio produrre “hamburger di soia”. Mia madre mi ha raccontato che in Svizzera ha aperto il primo ristorante vegetariano, provvisto addirittura di una “macelleria vegetariana” in cui si producono “salsicce vegetariane”. In questi prodotti, ovviamente, non c’è ombra di carne. Ti chiedo, quindi: visto che un hamburger di soia sa di soia esattamente come qualsiasi altro prodotto fatto di soia, che bisogno hanno i vegani di riprodurre alimenti non-vegani? Mi sono espresso bene?

      • sbarellababyanimals

        TI spiego..
        Sequesti alimenti sono simili di sapore, è perché il gusto è attribuito dalle spezie e aromi naturali contrnuti in entrambi.
        In questo caso, che sia il muscolo dell’animale o la soia, questi diventano semplice materia di base.
        Poi, che vengano riproposti con la stessa forma, è per far vedere che si possono avere le stesse cose, gli stessi alimenti senza uccidere nessuno.

        Se le persone non hanno voglia di provare un’alimentazione diversa è perché sono pigre.

        Perché non provi prima qualche prodotto? Di base mangerei già tanta frutta e verdura.
        Non ci vuole molto ad avere una buona dieta.

      • Abbiamo visioni diverse di “buona dieta”, ma il concetto è lo stesso: è importante avere un’alimentazione variata che apporti tutti i nutrienti necessari.
        Se capisco bene, le aziende produrrebbero prodotti veg con forme particolari per un semplice fine psicologico? Per mostrare ai “pigri” onnivori che il loro hamburger lo possono avere anche di seitan invece che di carne? Personalmente, e credo di parlare per la stragrande maggioranza degli onnivori, non credo che la forma sia il problema. Nel senso, hamburger, salsicce, wurstel, e affettati di soia io li metto al medesimo livello di un qualsiasi altro prodotto di soia. Così come non m’importa che forma abbia la carne, che sia insaccata, macinata, a sfilacci o affettata: la vedo sempre come carne.

        Tuttavia, quello che mi ha attirato del post che hai scritto è la (perdonami) presunzione di molti vegani di essere gli unici depositari di pace e saggezza. Ti faccio un esempio: ho letto lo sfogo di una vegana turbata da una lite in famiglia. Si parlava della sua alimentazione, e vedendo che gli animi si stavano scaldando, la madre ha detto “beh, l’importante è che noi rispettiamo la tua scelta e tu rispetti la nostra”. La lite è iniziata quando la ragazza ha risposto che non rispettava per nulla la loro scelta. E’ stata quindi additata come fanatica e maleducata, e credo che sia un problema che molti di voi hanno. L’astio che molti vegetariani e addirittura altri vegani provano per voi deriva dal fatto che si vedono accomunati a persone (voi) fiere di non rispettare le scelte altrui e facili all’insulto e alla provocazione. Altro esempio, come qualifichi i vegani che hanno gioito per la morte di un bambino colpito per sbaglio dal padre cacciatore? O da quelli che si vantano del fatto di preferire la vita di una mosca a quella di un bambino? O, addirittura, di quelli che dicono che il genere umano dovrebbe estinguersi (ovviamente, noi ci chiediamo perché essi non danno il “buon esempio” scomparendo dalla faccia della Terra)? Cosa pensi di queste persone? (scusa il papiro)

      • sbarellababyanimals

        Sai qual’è la cosa più irritante di “voi” invece?
        Che dite di noi che non lasciamo libertà di pensiero, quando voi il concetto di libertà non lo avete chiaro.
        Dite di rispettare le scelte altrui.
        E’ così?
        In che modo rispetti la scelta di esistere di un animale?
        In che modo?
        Decidendo tu della sua vita solo perchè hai fame?
        La frase “è importante avere un’alimentazione variata che apporti tutti i nutrienti necessari” denota quanto tu sia carente in materia.
        Gli animali che mangi sono tutti erbivori, e se li mangi è per gli elementi nutritivi contenuti nei loro tessuti grazie alla loro alimentazione erbivora.
        Non esiste un organismo che auto-produce ferro,proteine,vitamine,sali minerali, calcio e quant’altro.
        Altrimenti non esisterebbe l’apprato digerente.
        Pertanto anche gli erbivori se si alimentano male hanno carenze. E se pensi di mangiare un coniglio che è anemico sperando di trovarci il ferro nel suo corpo, sei totalmente fuori pista.
        I carnivori non assimilano i vegetali, e infatti lo puoi notare anche dai gatti: se mangiano l’erba è per vomitare il bolo di pelo.

        Comunque, ritornando agli altri discorsi..
        Se un padre ferisce suo figlio durante una battuta di caccia è un pessimo genitore.
        Invece di insegnare l’odio alla prole, se non si è in grado di educarli al rispetto di ogni forma di vita, meglio farsi evirare o chiudere le tube.
        O dando il buon esempio, come dici tu,scomparendo dalla faccia della Terra.
        Nessun vegano reputa la vita di una mosca superiore a quella di un bambino, perchè entrambe hanno stesso valore e importanza di esistere. Non diciamo sciocchezze.
        Semmai dovresti farti un esame di coscienza tu, dal blog che pullula di cristianesimo, a non capire che il tuo quinto comandamento ingloba anche gli animali.
        Addirittura ti batti per il rispetto dell’esistenza degli embrioni nella placenta e poi reputi normale uccidere vite formate e già nate però non della tua stessa specie.
        Non sei incoerente?

      • Mi fa piacere capire che non sei di quelle che preferiscono la vita di un animale a quella umana, considerando il fatto che ogni vita vale allo stesso modo. E immagino stigmatizzerai fortemente gli insulti e gli auguri di morte rivolti a una ragazza che ha semplicemente espresso il suo ringraziamento ai medici per averle salvato la vita.
        Eppure, con tutta la tua convinzione di vegana, sono certo che davanti a una scelta non metterai MAI la vita di un animale prima di quella di tuo figlio. E’ naturale, anche se adesso non lo ammetteresti mai.
        Parlando di aborto, l’embrione è la creatura che meno si può difendere in assoluto: anche il più piccolo animale ha maggiori doti difensive di un feto. Da vegana, ti batti per i diritti di ogni creatura, soprattutto di quelle che non si possono difendere. Dovresti quindi essere una decisa antiabortista. Lo sei?
        Quando ho scritto “è importante avere un’alimentazione variata che apporti tutti i nutrienti necessari” forse non sono stato chiaro: intendevo che questo enunciato rappresenti per entrambi noi il concetto di “buon dieta”. E’ sulla composizione di questa “buon dieta” che abbiamo opinioni divergenti.
        Ti farò una domanda che forse ti apparirà stupida: come consideri gli animali carnivori? Pensi che debbano seguire la loro natura di cacciatori che si nutrono di carne o che debbano adeguarsi al concetto etico (l’etica è solo umana) di rispetto di tutte le creature diventando vegani anche loro?
        Altro esempio trovato su internet: una madre vegana tiene a casa sua figlia (piccola) da scuola perché ha i pidocchi. Si lamenta del fatto che la bambina perda giorni di scuola, ma si rifiuta di uccidere i pidocchi. Addirittura pensa di rapare a zero (!) la piccola rendendole a scuola la vita impossibile per chissà quante settimane. Cercava un metodo per eliminare i pidocchi senza ucciderli.
        Non pensi siano eccessi? Fino a che punto metteresti a rischio la salute psicofisica di tuo figlio pur di rimanere coerente con la tua etica di vita?

      • sbarellababyanimals

        Da vegana che rispetta ogni forma di vita sono contro l’aborto, ovviamente.
        Ritengo gli animali carnivori al pari di quelli erbivori.
        Fanno parte di un Regno equilibrato, ma trovo incoerente e poco attendibile paragonarsi a loro dal punto di vista di catena alimentare.
        L’uomo ha fatto una totale scissione con tutti i restanti animali che popolano la Terra.
        Ci siamo imposti le nostre regole, andiamo contro le leggi della natura ( abbiamo le ali per volare?no, però usiamo gli aerei e voliamo..).

        Il mio gatto mangia crocchette vegan per suoi gusti alimentari e per decisione mia, e come alimento umido mangia carne.
        Ovvio che va rispettata la sua natura.

        Io però non sono carnivora e sto bene così.
        Sui pidocchi, mi dispiace ma essendo parassiti ovvio che li toglierei.
        Rispettare le forme di esistenza vuol dire non attaccare il prossimo.
        Ma se vengo attaccata mi difendo.
        Lo faccio ogni giorno lavandomi.
        Anche li, uccido i batteri, che esistono pure loro.

        Su Caterina Simonsen non apro argomento, ne ho già parlato su Facebook.
        Lei ha augurato la morte a tante persone prima di diventare una brava ragazza come finge di essere.
        Le tornerà un pò di karma.

        Spero di esserti stata utile.

        Buona continuazione.

      • Questo ultimo commento ti ha rivelata (a mio modo di pensare) come una persona fermamente convinta delle sue idee ma equilibrata e abbastanza aperta.
        Mi ha fatto in particolare piacere scoprire che sei contro l’aborto.
        Spero di non averti dato particolare fastidio in questi giorni.
        Ciao!

      • sbarellababyanimals

        Si, sono assolutamente contraria all’aborto e credo non sia corretto per nulla uccidere una esistenza, soprattutto se nasce da noi.
        Non lo vedo sbagliato solo per quanto riguarda gravi malformazioni, malattie o in caso di violenza sessuale.
        Quando invece lo si vuole effettuare perchè non si è stati attenti è da cattivi per davvero.

        Buona serata a te!

Rispondi a Jed (@Jedader) Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: