Annunci

Archivi giornalieri: 29 giugno 2015

°° 26/06/2015 – Andrea Cisternino Ospite della Lav Sezione Fucecchio a Marea Festival °°

Venerdì 26 giugno 2015 durante l’appuntamento annuale di Marea Festival organizzato in questo mese a Fucecchio ( FI ), è stato ospite della sezione LAV del posto il fotoreporter animalista Andrea Cisternino. E io non potevo mancare!

Cisternino è ormai conosciuto sia in Italia che all’estero per il suo impegno nel recupero di cani ed altri animali randagi in Ucraina.
Tutto ha avuto inizio nel 2012, anno in cui l’Ucraina ha ospitato gli Europei di Calcio.
Evento che avrebbe, e che poi ha, portato un’ingente entrata economica per il paese.
La FIGC e la nazione hanno pensato bene di ripulire la città dagli animali randagi per fare spazio ai visitatori provenienti dal resto del mondo che si sarebbero riversati li.
Sono stati uccisi centinaia di migliaia di cani: fucilati, impiccati, avvelenati, bruciati vivi in forni crematori ambulanti messi a disposizione dallo stato.
Sono stati ingaggiati dei Dog Hunters, dapprima russi, poi ucraini, per “debellare” le strade del paese. Esseri dis-umani capaci di uccidere quello che da sempre è il migliore amico dell’uomo infierendo dopo aver conquistato la sua fiducia.

Andrea Cisternino ha assistito a questo abominio legalizzato e ha documentato ogni cosa per tutto il periodo dell’evento sportivo.
La Nazionale Italiana all’epoca non ha speso una parola nei confronti dei cani uccisi anche per il loro arrivo.
Dopo il tragico evento che ha portato la morte per circa 200mila innocenti scodinzolanti, Andrea ha deciso di dedicarsi alla loro salvaguardia costruendo un rifugio dove poter ospitare quelli rimasti in strada.
Nel mese di aprile di quest’anno però il Rifugio Italia, che ospitava oltre 80 cani, è stato dato alle fiamme.
Solo in pochi animali si sono salvati, tutti gli altri sono morti nel rogo nella più totale omertà e inattività di vigili del fuoco, polizia ed altri corpi statali ucraini.
Al momento Andrea vive sotto scorta in quanto sta combattendo una vera e propria mafia locale.

cinzia1

[ Foto: Andrea Cisternino presentato da Cinzia Billeri – Lav sez. Fucecchio ]

Quanto vi ho appena scritto è stato raccontato e mostrato da Andrea allo stand della Lav di Fucecchio a Marea anche grazie ad un video-documentario di 25 minuti davvero straziante e crudo.
Cisternino ha poi parlato ai presenti del suo libro ” Randagi ” ( andato a ruba ed esaurito ) e delle future iniziative che vorrebbe portare avanti.

E’ stato molto interessante ascoltare le sue parole e conoscerlo di persona.
L’idea che nel luogo dello sfruttamento animale per eccellenza di Fucecchio ( la Buca di Sant’Andrea dove vengono fatti correre i cavalli usati per il Palio e dove non sono mancati negli anni incidenti costati la vita a questi animali ) abbia parlato al microfono un animalista , antispecista, attivista e vegano impegnato su tanti fronti getta una scintilla di speranza.
Tutto questo merito della sezione LAV del posto e delle sue responsabili.

cinzia

andrea

Attualmente il fotoreporter è impegnato in altri appuntamenti in Italia prima di ritornare in Ucraina.
Per rimanere aggiornati sulle sue attività , seguite la sua pagina facebook ufficiale .

Annunci

°° [ LIBRO ] La Bibbia Non Parla di Dio °°

Vi siete mai chiesti se appartenere ad una religione
sia fondamentale oppure no nella vita di una persona?
Io sì, me lo sono domandato tante volte e sono giunta alla conclusione che, se non fosse per l’usanza di introdurre un individuo in un determinato credo in età in cui non può ragionare autonomamente, non tutti ne farebbero parte.
Io per prima, se non fossi stata battezzata a pochi mesi di vita, dubito sarei stata inquadrata come “cristiana”.
Quando si è piccoli è ovvio che non si comprenda a pieno cosa ci accade tutt’intorno.
Alcune cerimonie le viviamo come semplici feste dove riceviamo magari anche tanti regali.
La realtà non è così.

L’idea che nel cristianesimo si introduca giovanissime vite senza che ne siano consenzienti mi da parecchio fastidio.
A differenza del nome, dell’alimentazione e delle cose basilari che devono essere scelte per forza dai genitori per i propri figli poichè essenziali, la religione la trovo quel qualcosa “in più” per la quale si può tranquillamente aspettare. Perchè ciascuno di noi deve essere libero di avvicinarsi mentalmente e sentimentalmente a ciò che ritiene più in linea con ciò che sente.

Anche se sono stata battezzata, anche se ho fatto la comunione e la cresima , mi ritrovo dopo anni a non credere nella Chiesa e a non frequentarla più.
Sebbene non nutra rispetto per questa istituzione per svariati motivi che non tratterò in questo articolo per non dilungarmi troppo, nutro invece moltissimo rispetto per la persona diventata simbolo di questa religione, ovvero di Gesù ( o Jeshua ).
Spogliato di quanto gli è stato attribuito di divino e mistico, quest’uomo realmente esistito ( è storicamente provato ) per me rappresenta una persona con nuove idee che ha impiegato la sua intera esistenza nella diffusione del suo pensiero e dei suoi ideali.
Una “missione” non di poco conto, quella di andare contro corrente ed essere divergenti dagli altri in un contesto storico dove si poteva perdere il diritto di vivere con molta facilità.
A causa della sua influenza sulle persone e per essersi “permesso” di pensarla diversamente dal punto di vista religioso, quest’uomo è stato invitato con la violenza a rinnegare le proprie idee e i propri ideali. Non lo ha fatto ed è morto proteggendo quanto di più caro aveva: i suoi pensieri.
Una persona così non si può non stimarla e apprezzarla. Si può collocare in ogni periodo storico, anche nei giorni nostri, inquadrandolo in un nuovo eroe del XXI° secolo che si oppone alla violenza che continua ad esser diffusa nel genere umano.

Per quanto riguarda i ” testi sacri ” ( come per esempio la Bibbia o i Vangeli ) credo che debbano esser presi molto con le pinzette.
Bisogna sempre ricordarsi che sono stati scritti migliaia di anni fa da esseri umani e mortali come noi. Non bisogna mai dimenticarsi del fatto che sono stati trascritti, ricopiati, tradotti ecc nel tempo anche con la probabilità di variazioni e interpretazioni personali dell’amanuense.
Insomma, mai dare tutto per certo e dubitare sempre.

la-bibbia-non-parla-di-dio-95567

Che la Bibbia non sia esattamente quanto ci hanno obbligato a credere lo ha ipotizzato anche Mauro Biglino , autore del libro ” La Bibbia Non Parla di Dio ” ( 348 pagine, Mondadori ) di cui vi parlo oggi .
Un passato da traduttore di opere per le Edizioni San Paolo  ha portato lo scrittore a sviluppare una lettura alternativa dell’Antico Testamento capace di suggerire ipotesi davvero rivoluzionarie.
I suoi saggi già pubblicati hanno venduto oltre 60.000 copie.
Secondo Biglino la Bibbia non parla di Dio, né di alcunché di divino, ma di una storia tutta “fisica” che svela un’ipotesi dirompente sull’origine dell’essere umano sulla Terra.
Grazie alla sua personale visione di questo testo millenario ha suscitato sia interesse che minacce in tutto il mondo.

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: La Bibbia non parla di Dio

L’opera è stata pubblicata il mese scorso, Maggio 2015, ed è strutturata nel seguente modo:

Introduzione
Avvertenza

I. Facciamo finta che…
II. La contraddizione insanabile
III. Elohim: Dio?
IV. Yahweh, uno dei tanti
V. Altri Elohim
VI. Un’ipotesi assurda?
VII. Paradiso terrestre o laboratorio sperimentale?
VIII. Theoi omerici – Elohim biblici?
IX. Doping biblico?
X. Doping omerico?
XI. Grassi e aromi: cosa dice la scienza?
XII. L’uomo: creato o fabbricato?
XIII. Cosa dice la scienza
XIV. Ulteriori acquisizioni

Conclusione
L’uomo alieno e il monoteismo inventato

Note
Bibliografia
Glossario essenziale dei personaggi omerici citati
Ringraziamenti

Curiosi di scoprire una nuova interpretazione della Bibbia?
Non perdetevi questo libro, in vendita al prezzo speciale di 15,30 Euro ( sconto del -15% ).

La Bibbia non Parla di Dio
Uno studio rivoluzionario sull’Antico Testamento

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: