Annunci

Archivio mensile:agosto 2018

°°[MailBombing] No al Maiale in palio per la Lotteria di Amalfi°°

Pensavate che gli animali non avessero scampo solo durante la Pasqua grazie alla Chiesa? Sbagliato!

Ecco a voi l’ennesima vergogna messa in atto dagli “uomini di Dio”. Quelli che dovrebbero diffondere il messaggio del Messia. Quelli che vivono ciò che rimane del paradiso terrestre in mezzo alle creature volute dall’Onnipotente. Quelli che seguono i 10 comandamenti dove al quinto posto troviamo il tanto dimenticato “non uccidere”.

L’unità pastorale di Lone – Pastena – Pogerola di Amalfi ha organizzato una lotteria di agosto con in palio un maiale “da 100 kg”. L’animale, vivo o morto non si sa, è stato posto come primo premio in mezzo ad altri beni materiali inanimati.

Ne da con molto entusiasmo annuncio il sito amalfinotizie.it, che nel proprio articolo ha il coraggio di riportare tale tristissima esternazione:

<< Il fortunato vincitore non dovrà andare a fare spesa per un bel po’ di tempo!!! >>

Screenshot_20180811-002303_Android System.jpg

Tutti insieme per la solidarietà“. È questo il titolo attribuito alla pesca di beneficenza che si prefigge di avere scopo benefico ma che a tutti gli effetti va a discapito di un essere vivente sfruttato come fosse un oggetto col quale premiare qualcuno.

Lunedì 13 Agosto 2018 si terrà l’estrazione di questa vergognosa lotteria. Chi si aggiudicherà il povero maiale evitando di fare spesa?

Mi auguro nessuno. Non deve aggiudicarselo nessuno, è diverso.

Vi invito ad inviare una mail alla chiesa in questione affinché venga al più presto modificato il primo premio in palio. Gli animali della terra non sono oggetti!

Mail da inviare tipo:

Gentile Chiesa di Amalfi,

Gentile Comune di Amalfi,

ho appreso con enorme sconcerto che lunedì 13 Agosto 2018 presso l’Unità Pastorale di Lone – Pastena – Pogerola si terrà l’estrazione della “pesca di beneficenza” che prevede come primo premio un maiale da 100 kg. La presente email è per esternarvi il mio disappunto. Chi meglio di voi dovrebbe sapere e conoscere l’importanza della vita? Com’è possibile dunque che un animale, una creatura di Dio, venga mercificata e usata come primo premio fra altri oggetti? Dove finiscono l’altruismo, la gentilezza, l’amore, il rispetto e la compassione? Possibile che non vi sia nulla di più gradevole come primo premio che di un povero maiale di cui indicate anche il peso corporeo? Vi consiglio riflettere sul contenuto di questo messaggio. Il vostro operato è immorale ed è un oltraggio alla natura. Vi invito inoltre a cambiare tipologia di premio per la vostra lotteria perché i maiali non sono merce. Gli animali sono esseri viventi e anche voi uomini lo siete, pertanto abbiate rispetto per la vita.

Saluti.

Nome, Cognome, Città

Da inviare a:

info@parrocchiaamalfi.com curiaamalfi@pddinformatica.it info@amalfi.gov.it ufficiocomunicazionisociali@diocesiamalficava.it

Grazie a chi deciderà di stare dalla parte degli animali!

Carmen

Aggiornamento:

Oggi ho ricevuto una mail da parte dell’Ufficio Stampa del Comune di Amalfi con “accusa” di aver fornito info non corrette e richiesta di rimozione del mailbombing. Il maiale da 100 kg come premio sarebbe già macellato e non vivo.

Leggete tutto qua: aggiornamenti maiale Amalfi.

Annunci

°°[Review] Zaino Limited Edition Miomojo for AnimalsAsia°°

Ciao a tutt*!

Qualche giorno fa mi sono fatta un regalino speciale, un nuovo zaino per l’università, ed eccomi qui a condividerlo con voi 🙂

Si tratta del backpack Miomojo for AnimalsAsia.

È leggero, in poliestere effetto juta intrecciata ed è particolarmente grazioso con i suoi colori beige e marrone.

Si apre con cerniera a zip nella parte superiore, come fosse una busta. L’estremità si piega e grazie alla presenza di due calamite rimane l’effetto estetico come in foto.

Sul davanti porta una seconda zip che aprendola rivela una tasca per collocare ciò che vogliamo.

Sul retro porta le spalline, marroni, leggermente imbottite.

L’interno dello zaino è sempre in poliestere ma di colore marrone con loghi Miomojo e presenta tasche porta accessori.

Cucito sul davanti e impresso sulle zip c’è il logo dell’associazione AnimalsAsia.

Lo zaino infatti, in edizione limitata, si prefigge di sostenere questa realtà animalista che da anni si batte per i diritti degli orsi della luna.

Gli orsi della luna sono sfruttati nelle fattorie della bile per l’estrazione della stessa. Chiusi dentro gabbie con un tubo inserito nel fegato, questi animali vengono sfruttati per anni. Anche per tutta la loro esistenza.

Ho deciso di comprare questo zaino perché adoro il marchio Miomojo e per la nobile causa. Oltre ad offrire modelli di accessori davvero carini (ho già una mini beauty bag di questo brand) Miomojo è un’azienda seria impegnata per l’ambiente e per i suoi abitati. Gode della certificazione Vegan di Vegan Society e i materiali usati sono atossici ed ecologici.

Sostiene molti enti di protezione animale e permette ai clienti di scegliere a chi devolvere il 10% degli acquisti.

Ho pagato lo zaino 59.90 euro. La percentuale di donazione l’ho devoluta ad Essere Animali. Il pacco è arrivato in pochi giorni (spedizione gratuita) e insieme allo zaino ho trovato dei regali *-*

Eccoli.

Due pochette con zip in tessuto dal motivo floreale, una maglia con il simbolo degli orsi della luna (in cotone e bamboo) e un’agendina.

Miomojo spesso regala set di questo tipo e io ho approfittato della promozione di fine luglio.

Ho già provato lo zaino e mi piace molto anche per come contiene libri e quaderni. Vi farò poi sapere fra qualche mese la sua resistenza fra ore di corso all’università di Pisa.

Curiosi di conoscere altri modelli? Visitate il sito www.miomojo.com.

Alla prossima recensione!

Carmen

°°L’Oréal compra Sante Naturkosmetik e Logona°°

Il colosso della cosmetica L’Oréal, da decenni combattuto da associazioni animaliste di tutto il mondo per via dei test clinici condotti su animali, ha annunciato di aver comprato l’azienda tedesca Logocos Naturkosmetik AG.

Logocos racchiude brand ecologici, biologici e vegani come Sante Naturkosmetik e Logona. Se Logona è molto più conosciuta in Germania, Sante invece lo è in Italia.

La notizia è stata divulgata sul sito ufficiale di L’Oréal stessa.

Logocos è stata fondata nel 1978 e ad oggi conta 340 impiegati e una vendita di prodotti in tutto il mondo.

Sull’affare vegano Alexis Perakis-Valat, presidente di L’Oréal, afferma che “Logocos porta alla Divisione due autentici e certificati marchi pionieri nel mercato dei prodotti naturali e biologici. In linea con L’Oréal questo acquisto rinforza l’azienda con le tendenze attuali in ambito di beauty”.

Fabrice Megarbane, General Manager L’Oréal Germania, ha espresso che “L’Oréal Germany è lieta di inglobare un brand esperto in cosmetica naturale in un mercato dove il desiderio di cosmetici biologici si rivela la richiesta più ampia in tutta l’Europa Occidentale”.

Il passaggio di proprietà del brand avverrà nel giro di pochi mesi.

Nessun accenno ai test su animali. Nessuna informazione ulteriore su cosa ne sarà della filosofia dei prodotti che fino ad oggi erano la scelta di molti vegani in tutta l’U.E.

Una notizia che a mio avviso desta preoccupazione. Sì perché se per L’Oréal questo affare frutterà introiti economici con loro estrema gioia, noi clienti non sappiamo più se poter acquistare o meno quei prodotti che da tempo ci davano sicurezza.

L’Oréal già da un anno ha iniziato ad indicare come “vegan” alcuni suoi cosmetici a marchio, ma il colosso non ha mai aderito a nessuna certificazione per quanto riguarda il cruelty free. E questo non promette niente di buono.

Personalmente da oggi eviterò di comprare cosmetici Sante per non finanziare questa multinazionale che ho scelto di boicottare nel 2008. Continuerò a sostenere marchi etici in linea con la mia filosofia di vita e che rifiutano di condurre test su animali.

E voi? Cosa ne pensate?

Carmen.

°°Batucada: I Gioielli Effetto Tatuaggio Realizzati in Soia°°

Il mondo vegetale non solo permette di alimentarci e di avere cura del nostro corpo, ma anche… di impreziosirlo!

In questo nuovo articolo vi parlo di un’innovazione nel campo della gioielleria: gli accessori Batucada.

Batucada è un marchio che propone particolari gioielli realizzati in gomma di soia e colorati con coloranti alimentari. Si indossano con estrema facilità e possono essere sfoggiati come fossero applicazioni-tatuaggio sulla pelle.

Leggeri, eleganti e durevoli aderiscono alla pelle.

“I gioielli Batucada possono essere indossati tutte le volte che si vuole, esattamente come quelli in silicone. Con la differenza che questi sono realizzati e colorati con materiali naturali. Così naturali che si potrebbero mangiare” spiega Andrea Narducci del Centro Orafo Pistoiese parlando della linea che ha in negozio a Pistoia.

Motivi floreali, stelle, rose e cerchi concentrici sia monocromo nero che dai colori sgargianti.

Quanto mostrato in foto sono solo alcuni dei modelli che offre Batucada.

Orecchini, bracciali e collane capaci di abbinarsi ad ogni outfit e di diventare accessorio perfetto per qualsiasi occasione.

Davvero una proposta originale ed ecocompatibile per chi adora essere “ethicool”.

Per scoprire tutte le proposte Batucada o per ulteriori informazioni visitate la pagina ufficiale facebook del Centro Orafo Pistoiese.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: