Archivio mensile:settembre 2021

°°26/09/2021: Manifestazione Contro La Corsa dei Cavalli al Palio di Fucecchio°°

La notizia della morte di due cavalli utilizzati per le corse di prova nella buca di sant’Andrea per il palio di Fucecchio ha smosso particolarmente gli animi delle persone, simpatizzanti e non.
Le due nuove vittime sono gli esemplari nominati Ugo Ricotta e Rexy.
Ugo Ricotta è morto sul colpo con il collo spezzato, mentre Rexy ha subito l’eutanasia nella clinica veterinaria dove è stato trasportato. Questo è quanto comparso sulle principali testate giornalistiche che hanno riportato un articolo su quanto accaduto.
Il comunicato del Palio è arrivato svariate ore dopo che la notizia del decesso dei due cavalli era già stata diffusa da IHP – Italian Horse Protection e successivamente dal mio blog.


La commissione veterinaria, come si può leggere dal comunicato, ha ritenuto che l’accaduto sia da attribuirsi a una sfortunata circostanza considerato che le condizioni erano ottimali.
Commento dicendo che qui, di sfortuna, c’è solo quella dei cavalli (e non solo) che si ritrovano a nascere su un pianeta dove una specie sola (quella umana) pensa di amministrare tutte le altre.
Viene da chiedersi: se due cavalli si sono feriti gravemente, addirittura uno morendo sul colpo, in condizioni ottimali, cosa può accadere quando le condizioni non lo sono?

Non è il caso di iniziare a pensare che queste corse debbano essere abolite?
Negli anni sono morti numerosi cavalli, e la lista delle vittime innocenti di questa rievocazione medievale è purtroppo in continua estensione. Perché allora continuare?
Nonostante tutto infatti il palio si correrà lo stesso domenica 26 settembre alle ore 14.30, alla faccia dell’amore per i cavalli. Come se niente fosse stato, l’organizzazione va avanti e presto metterà nuovamente gli animali nella condizione di dover gareggiare.


Come reazione a questa ennesima tragedia animale e per dire basta all’utilizzo delle altre specie per fini ludico-sociali, è stata organizzata una manifestazione contro le corse con i cavalli al palio di Fucecchio.
La prima in tutti questi anni. Ecco perché è importante partecipare.

La protesta si svolgerà in Piazza Aldo Moro (di fronte alla buca di Sant’Andrea) a Fucecchio, questa domenica 26 settembre 2021 dalle ore 13.00.
Tutte le persone contrarie all’uso dei cavalli per competizioni equestri sono le benvenute.
Il presidio è autorizzato e saranno presenti le forze dell’ordine. Vi aspettiamo con cartelli, striscioni e megafoni per esprimere solidarietà alle vittime di questo “gioco” dove spesso c’è in palio la vita.



Carmen Luciano
_______

Per informazioni e per contatti stampa, potete scrivermi una email a info@carmenluciano.com

°°Morti Due Cavalli Durante le Prove del Palio di Fucecchio°°

Vergognose, brutte notizie da Fucecchio (FI).

Oggi, mercoledì 22 settembre 2021, durante le prove del palio che si correrà ufficialmente domenica 26, due cavalli si sarebbero feriti in modo gravissimo: Rexy e Ugo Ricotta, i nomi a loro affibbiati.
Uno, come si può apprendere dal comunicato di IHP da poco pubblicato, sarebbe morto sul colpo.

L’incidente avvenuto in diretta sulla pagina facebook del palio di Fucecchio. La foto di copertina dell’articolo è di Veronica Gentile per GoNews.it


Scrive Sonny Richichi, presidente dell’associazione Italian Horse Protection:
“Abbiamo appreso da nostre fonti della morte dei due cavalli prima che sulla pagina Facebook ufficiale del Palio comparisse l’informazione che gli animali, coinvolti in un incidente la mattina, erano ‘sotto le cure dell’équipe veterinaria’Non è vero, è una falsità: questa mattina c’è stato un incidente gravissimo nel corso del quale due cavalli si sono scontrati: uno è morto sul colpo, l’altro è stato portato in clinica dove sembrerebbe che sia stata praticata l’eutanasia perché le condizioni erano troppo gravi e non poteva essere salvato. È vergognoso che si sia scelto di omettere la verità per far proseguire le corse. Chiederemo al sindaco di Fucecchio di annullare il Palio e valuteremo altre azioni da intraprendere contro questo comportamento inaccettabile.”

Dopo un anno di fermo dovuto al Covid (pensate, non ci è riuscita l’etica umana a interrompere tali eventi), anno in cui nessun cavallo ha rischiato di ferirsi obbligato a correre in una gara, a Fucecchio si è deciso di organizzare una nuova edizione con nuove corse.
Ed eccoci davanti ai risultati: altre innocenti vittime avrebbero perso la propria vita.


Inorriditi, amareggiati e arrabbiati per questa situazione intollerabile, vi informo che io e altri attivisti ci stiamo mobilitando per organizzare una protesta contro il Palio.
Sarebbe una prima, doverosa manifestazione di dissenso nei confronti di una “tradizione” che coinvolge gli animali e le cui gare non hanno ragione etica di essere protratte negli anni.

Chi desidera, può aiutarci per l’acquisto di materiale per le manifestazioni cliccando QUI, e inviando una email con posta certificata al Sindaco Alessio Spinelli di Fucecchio all’indirizzo comune.fucecchio@postacert.toscana.it

Il mio messaggio è stato:

Gentile Sindaco Alessio Spinelli,
Gentile Comune di Fucecchio
ho appreso la triste notizia dei due cavalli che oggi si sono feriti e che avrebbero perso la vita durante le prove del palio tenutesi stamattina. Tutto questo è sconcertante. Quanti altri animali ancora devono morire? Trovo inaccettabile che si continui a far correre questi animali esponendoli al rischio di ferirsi gravemente e di venire soppressi come accaduto più volte anche negli anni passati. Nessuna esistenza dovrebbe essere obbligata a compiere azioni contro la propria volontà o contro la propria natura. I cavalli non esistono per diventare oggetto e/o strumento di competizioni, e questo è grave che nel 2021 non si sia ancora capito. O forse si finge di non comprenderlo. Sebbene questa sia una tradizione che tanto difendete nel vostro comune, la vita degli animali vale più di ogni altra cosa: capricci e interessi inclusi. La invito a fermare l’iniziativa per evitare che altre creature subiscano la stessa sorte, e la esorto a prendere in considerazione – assieme agli organizzatori – l’adozione di altra forma ludico-sportiva per far competere le contrade del vostro paese.
E’ il momento di lasciare stare gli animali.
Saluti.


Vi terrò aggiornati/e qui sul blog non appena saranno definiti luogo e orario della protesta.

Carmen Luciano

°°URGENTE: Diciamo No All’Uccisione dei Piccioni a Monsummano Terme°°

Cari e care followers, mi è giunta una notizia molto triste.
Nel comune di Monsummano Terme (PT), esattamente in località Cintolese, oggi dalle 13 alle 17.30 è previsto un abbattimento di piccioni con armi.
La persona che mi ha segnalato l’agghiacciante esecuzione che tra poco verrà messa in atto mi ha riferito che sarebbe la seconda volta che accade.

La prima cosa che ho fatto è stato chiamare il Comune di Monsummano Terme per parlare con la Segreteria. Non rispondendo nessuno, ho chiamato poi la Polizia Municipale.
Ho parlato con il Comandante, se non erro, che – disponibilissimo – mi ha letto al telefono la comunicazione giunta via email e confermato l’abbattimento odierno. Riguardo al metodo di contenimento di questi animali, ha sottolineato anche lui come esista la possibilità di limitare il numero di esemplari con metodi meno cruenti. La scelta dell’uccisione, a sua detta, sarebbe stata presa dalla Polizia Provinciale di Pistoia.
Dopo essermi congedata telefonicamente, ho così provveduto a telefonare quest’ultima.



In veste di blogger per il riconoscimento dei diritti animali, ho chiesto alla persona che mi ha risposto al telefono ancora una volta conferma dell’abbattimento. Confermata la notizia, ho espresso disappunto sul metodo scelto, informando l’interlocutrice dell’esistenza di altre strategie di contenimento meno violente e più umane.
La persona che mi ha risposto al telefono mi ha riferito che il modus operandi viene scelto dalla Regione Toscana, che il loro è un semplice seguire le regole in base all’art. 37.
“Evidentemente sono stati messi in pratica altri metodi meno cruenti e non vedendo soluzione si è giunti all’abbattimento” mi è stato detto. Ho chiesto se tale esternazione fosse fondata e veritiera, e mi è stato risposto che non vi era nulla di certo.
Conscia dell’atteggiamento umano sbrigativo e poco empatico quando si tratta di doversi sbarazzare di “infestanti”, ho ribadito alla persona l’importanza di adoperare metodi più civili e umani.

A fine telefonata ho ricevuto l’invito a contattare il Comandante della Polizia Provinciale Franco Monfardini.

Ciò detto, sono qui a richiedere a chiunque sia interessato al rispetto della vita universale di inviare, assieme a me, una email alla Polizia Provinciale di Pistoia per chiedere che questo abbattimento venga annullato e che si proceda al contenimento degli animali ritenuti “infestanti” con metodi che non ne prevedano l’uccisione.

Mail tipo da inviare:

Gentile Polizia Provinciale di Pistoia,
Gentile Comandante Monfardini,
ho appreso la notizia dell’abbattimento selettivo di piccioni previsto per la data odierna di venerdì 17 settembre 2021 dalle ore 13 alle ore 17.30 nel comune di Monsummano Terme – Cintolese.
Mi unisco all’iniziativa portata avanti dal blog Think Green • Live Vegan • Love Animals e chiedo che questo abbattimento venga annullato per rispetto della vita degli animali.
Vi esorto, assieme a tante altre persone sensibili verso il diritto all’esistenza di ogni specie, ad agire per il contenimento degli animali con metodi più civili, umani e che non condannino a morte gli esemplari presi di mira.
I piccioni sono esistenze che hanno il diritto di vivere tanto quanto gli esseri umani. Non siamo padroni del mondo, e la loro vita ha un valore come qualsiasi altra.
Attendo un vostro gentile riscontro.

Saluti.

Nome, Cognome, Città

Da inviare a: provpol.pt@provincia.pistoia.it , f.monfardini@provincia.pistoia.it

Grazie a chi si attiverà in modo celere per esprimere dissenso verso l’ennesima manifestazione dell’antropocentrismo umano.


Carmen Luciano



Aggiornamento: fonti del posto mi hanno riferito che l’uccisione sarebbe già iniziata.



Email da inviare con posta certificata al Comune di Monsummano Terme e al Sindaco Simona De Caro all’indirizzo comune.monsummano@postacert.toscana.it
o con posta semplice all’indirizzo
info@comune.monsummano-terme.pt.it

Gentile Comune di Monsummano Terme,
Gentile Sindaco Simona De Caro,
ho appreso la notizia dell’abbattimento selettivo di piccioni che si sta svolgendo oggi, venerdì 17 settembre 2021, e che proseguirà fino alle ore 17.30 nell’area di Cintolese nei pressi di un maneggio.
Nonostante le numerose richieste di blocco dell’uccisione inviate alla Polizia Provinciale, fonti del posto mi informano che gli organi competenti avrebbero già iniziato a sparare a queste creature. Chiedo che abbattimenti simili vengano aboliti per rispetto della vita degli animali.
Vi esorto, assieme a tante altre persone sensibili verso il diritto all’esistenza di ogni specie, ad agire per il contenimento degli animali con metodi più civili, umani e che non condannino a morte gli esemplari presi di mira.
I piccioni sono esistenze che hanno il diritto di vivere tanto quanto gli esseri umani. Non siamo padroni del mondo, e la loro vita ha un valore come qualsiasi altra.
Attendo un vostro gentile riscontro.

Saluti.  

Nome, Cognome, Città

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: