Archivio mensile:Maggio 2021

°°Due Nuove Lezioni di Etica in Didattica a Distanza°°

Dopo le lezioni in presenza tenute il 30 aprile 2019 e il 15 gennaio 2020 in collaborazione con Claudia Corsini, sono ritornata all’Istituto Superiore Statale Salvetti di Massa in qualità di relatrice per altre due nuove Lezioni di Etica per un Consumo Consapevole.



Ospite della professoressa Patrizia Bianchi e della sua collega Anna, ho tenuto in modalità Didattica a Distanza due nuovi incontri volti a sensibilizzare studenti e studentesse delle classi 4^ riguardo a tematiche molto importanti: visione antropocentrica della vita, inquinamento, impatto ambientale dovuto all’alimentazione basata su animali e derivati, condizioni e trattamento delle altre specie, soluzioni etiche per gravare meno sulla natura.
La lezione è stata parte integrante di un percorso di acquisizione di consapevolezza già intrapreso dalle docenti, ed è stato accolto con interesse dai/lle partecipanti.

Per la mia esposizione – frutto di un lavoro mirato ad intrecciare etica, rispetto per gli animali e scelte d’acquisto – ho utilizzato video, foto, immagini, statistiche da fonti verificabili ed estratti di inchieste giornalistiche (ad esempio un filmato di Indovina Chi Viene a Cena – Rai3- di Sabrina Giannini) come spunto di riflessione. Argomenti trattati troppo poco che invece servono per le nuove generazioni che saranno gli adulti del domani.
Dal punto di vista alimentare, oltre a fornire la mia personale esperienza , ho invitato i ragazzi e le ragazze ad informarsi sui pareri nutrizionali di tre esperti che reputo affidabili: il Dottor Neal Barnard, la Dottoressa Silvia Goggi e la Dottoressa Luciana Baroni. Credo di averl* spiazzat* quando ho fatto presente che non mangio animali da 19 anni: in pratica, ho smesso di alimentarmi con i loro corpi e derivati da prima che nascessero le persone intente ad ascoltarmi. Per rendere le lezioni maggiormente interessanti, ho concluso la presentazione con un quiz-videogioco al quale studenti e studentesse hanno potuto sfidarsi rispondendo alle domande specifiche sulla lezione.

I due appuntamenti sull’Etica hanno riscosso una buona partecipazione, destando curiosità, interesse e domande.
Dopo la prima delle due lezioni ho ricevuto persino un messaggio da parte di uno degli studenti, particolarmente colpito dall’esposizione, che ha voluto ringraziarmi per il modo in cui ho trasmesso loro quei concetti che per me sono essenziali.


Con il presente articolo ringrazio nuovamente le classi che hanno assistito alle mie lezioni, e le professoresse Anna e Patrizia per avermi avuta come ospite.


Rimango a disposizione di tutti i docenti e di tutte le docenti che vogliono proporre un’esperienza simile nel proprio istituto scolastico durante un percorso di educazione civica. Per informazioni e disponibilità, l’indirizzo per contattarmi è il seguente: scuola@carmenluciano.com


Al prossimo articolo!

Carmen



°°Montesarchio (BN) – Strage di Cani Avvelenati°°

Quanto sta accadendo a Montesarchio, un comune della provincia di Benevento, merita di essere portato all’attenzione di tutte le persone in Italia che lottano per i diritti animali.
Si tratta dell’ennesimo caso di crudeltà ai danni degli delle altre specie per mano umana.

Nel mese di Aprile 2021, nel sopracitato comune, sono stati ritrovati 5 cani deceduti per avvelenamento. La somministrazione di alimenti contenti veleno per eliminare fisicamente la presenza degli animali è una terribile usanza diffusa – come purtroppo sappiamo – in tutta la nazione, ma che volontari e volontarie del luogo lamentano sia fin troppo presente nella Valle Caudina.
In merito all’uccisione di questi esemplari l’associazione LNDC Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Benevento ha sporto denuncia alla Procura della Repubblica.

Uno dei cani ritrovati morti per avvelenamento

A distanza di poche settimane sarebbero morti per le medesime cause altri due cani: uno trovato privo di vita, l’altro in condizioni disperate è deceduto nella clinica dove era stato portato d’urgenza.
Fra gli animali che hanno perso la vita, vi era addirittura una femmina incinta.
Una strage di vite innocenti che ha destato l’indignazione dei cittadini sensibili e rispettosi degli animali, fra i quali sembra non esservi proprio il Primo, il Sindaco. E’ la stessa associazione LNDC a farlo presente in un comunicato pubblicato sul proprio sito internet.

Nel frattempo a Montesarchio, volontari, volontarie e cittadini si sono riuniti lo scorso sabato 22 maggio 2021 per manifestare contro la mattanza di randagi con cartelloni e striscioni con sopra scritte critiche morali nei confronti dell’ignora persona che si è macchiata le mani di sangue innocente.


La manifestazione contro la mattanza di cani tenutasi a Montesarchio – BN
Per vedere altre foto, cliccare QUI

La rabbia delle persone che rifiutano la violenza sugli animali è tanta, così come la voglia di risalire all’autore di questo fatto gravissimo. Voci di paese dicono che l’artefice sarebbe una donna, moglie di un ex militare, che avrebbe immesso nel cibo un prodotto per auto per causare la morte ai cani “colpevoli” di vagare vicino ai suoi campi.

Prima che lo faccia la Natura stessa, spero con tutto il cuore che l’assassina paghi davanti alle leggi umane per i suoi gesti immorali, che la sua identità venga presto svelata e che sia denunciata per maltrattamento e uccisione di animali facendo valere e applicando le leggi vigenti in materia di maltrattamenti.

Cosa possiamo fare noi, nel concreto, per essere presenti in questa triste vicenda?

► E’ possibile diffondere la notizia di questa strage, portandola all’attenzione di quante più persone conosciamo.
► Si può inviare un contributo economico (cliccando QUI) ai volontari e alle volontarie del posto affinché abbiano disponibilità economica per accudire i randagi, intervenire per le emergenze e portare avanti qualsiasi tipo di iniziativa per difendere gli animali, anche in sede legale.
► Inviare una email al Sindaco di Montesarchio (BN) affinché si interessi – cosa che un sindaco già dovrebbe fare – di questa vergognosa realtà accaduta nel comune dove svolge la sua funzione pubblica.

Questo è il testo che ho inviato personalmente al Sindaco Francesco Damiano.
Potete copiarlo e inviarlo a vostra volta all’indirizzo:
protocollo@pec.comune.montesarchio.bn.it (solo con indirizzo email di posta certificata)
oppure a montesarchio.stampa@libero.it (con qualsiasi indirizzo email)


Gentile Sindaco Francesco Damiano,
Gentile Comune di Montesarchio.
Ho appreso la notizia di una strage di cani avvenuta all’interno della vostra area di competenza.
Dal mese di aprile ad oggi sono stati uccisi dei cani mediante avvelenamento, una pratica vergognosa
che ancora viene messa in atto da persone senza scrupoli che dovrebbero finire nelle mani della giustizia.
Con la presente email sono qui a condannare moralmente questi atti incivili che in una società
che ha rispetto della vita non avrebbero mai avuto luogo. Sono qui inoltre a chiedervi di intervenire in modo celere
affinché quanto accaduto non si manifesti nuovamente, unendo le forze con le associazioni che sono intervenute.
Sarà mia premura diffondere questa notizia a livello nazionale affinché tutti e tutte sappiano cosa è successo.
Concludo il messaggio a Voi rivolto esternando enorme dispiacere e turbamento nel sapere che durante la manifestazione pubblica svoltasi sabato 22 maggio 2021 proprio in merito a questi decessi, la Sua figura sembrerebbe non esser stata presente. Un Sindaco rispettabile ha a cuore tutte esistenze che popolano il Suo Comune, incluse quelle a quattro zampe.


Distinti Saluti.
Nome, Cognome, Città




Grazie a tutte le persone che decideranno di attivarsi, e a tutte le persone di Montesarchio che si sono già attivate per stare dalla parte degli animali.


Carmen Luciano

°°|BREAKING NEWS| Chiude l’Allevamento “Etico” LatteAmore°°

Car* followers vi informo di una notizia importantissima pubblicata da poco.

Chiude l’allevamento “etico” LatteAmore che da qualche tempo si professava di fornire ai clienti formaggi realizzati con il latte di mammiferi “trattati bene”. Il comunicato è stato pubblicato sia sulla pagina facebook dell’azienda (QUI), sia su quella della Rete dei Santuari di Animali Liberi. Vi chiederete magari, come mi sono chiesta anche io, come mai un comunicato anche su quest’ultima pagina. Ebbene, la situazione sembra essere drammatica, e per questo gli/le attivist* antispecist* hanno deciso di non voltarsi dall’altra parte, pur di salvare i tantissimi animali.

“BREKING: COMUNICATO IMPORTANTE SU “LATTEAMORE”!

𝑪𝒐𝒎𝒆 𝒗𝒊 𝒂𝒃𝒃𝒊𝒂𝒎𝒐 𝒂𝒏𝒕𝒊𝒄𝒊𝒑𝒂𝒕𝒐 𝒏𝒆𝒊 𝒈𝒊𝒐𝒓𝒏𝒊 𝒔𝒄𝒐𝒓𝒔𝒊, 𝒊 𝒏𝒐𝒔𝒕𝒓𝒊 𝒑𝒐𝒔𝒕 𝒊𝒏 𝒒𝒖𝒆𝒔𝒕𝒐 𝒑𝒆𝒓𝒊𝒐𝒅𝒐 𝒔𝒊 𝒔𝒐𝒏𝒐 𝒇𝒂𝒕𝒕𝒊 𝒎𝒆𝒏𝒐 𝒇𝒓𝒆𝒒𝒖𝒆𝒏𝒕𝒊 𝒑𝒆𝒓𝒄𝒉𝒆́ 𝒔𝒕𝒊𝒂𝒎𝒐 𝒊𝒏𝒕𝒆𝒓𝒗𝒆𝒏𝒆𝒏𝒅𝒐 𝒊𝒏 𝒏𝒖𝒎𝒆𝒓𝒐𝒔𝒊 𝒄𝒂𝒔𝒊 𝒅𝒊 𝒆𝒎𝒆𝒓𝒈𝒆𝒏𝒛𝒂.
𝑶𝒈𝒈𝒊 𝒑𝒂𝒓𝒍𝒊𝒂𝒎𝒐 𝒅𝒊 𝒖𝒏𝒐 𝒅𝒊 𝒒𝒖𝒆𝒔𝒕𝒊.
𝑰𝒍 𝒄𝒂𝒔𝒐 ❞𝑳𝒂𝒕𝒕𝒆𝑨𝒎𝒐𝒓𝒆❞

Molti di voi sicuramente già conoscono la realtà di cui parleremo oggi. Si tratta di Latteamore e Oasi Leonardo.
Due realtà che hanno, negli ultimi anni, raccontato di “allevamento etico”.
Bene, Latteamore e Oasi Leonardo chiudono.
Solo una volontaria, con pochissimi mezzi, rimasta ad occuparsi degli animali.
Sono quasi 500 lasciati in condizioni di estrema necessità.
E senza fondi adeguati per una gestione corretta.
La Rete dei Santuari di Animali Liberi è stata contattata per cercare di portare in salvo gli animali.
Altri, chiamati prima di noi, hanno rinunciato.
Non nascondiamo che pure noi avremmo voluto girarci dall’altra parte, in questa circostanza.
O scappare lontano.
Ma non l’abbiamo fatto.
Dopo lo sconforto iniziale, abbiamo trovato la forza e la determinazione necessarie per imbarcarci in un così folle programma di svuotamento.
Prima che venissero prese altre misure drastiche o attuati interventi diversi da istituzioni e magistratura.
Già le prime pecore e capre sono partite per le nuove case.
Dove vivranno libere per sempre.
Senza dover produrre alcunché.
CERCHIAMO: rifugi, privati, fattorie, oasi, disponibili ad accogliere capre, pecore, maiali, mucche e tori.
Serve codice stalla.
E’ una corsa contro il tempo.
Per salvare quasi 500 vite.
Si tratta di un’operazione senza precedenti.
Per questo abbiamo bisogno di tutti voi.
Ogni posticino libero sarà una vita salvata.
Ancora di più, questa occasione fa tacere ogni dubbio.
Se mai ve ne fosse stato bisogno.
L’allevamento etico e responsabile non esistono.
Latte e formaggio fanno parte della filiera della carne. Indissolubilmente legati ad essa.
Sottoprodotti.
Non si può né si deve produrre nulla dagli animali.
Grazie alla collaborazione di una veterinaria attivista che abbiamo coinvolto, si sta provvedendo a castrare tutti i maschi delle diverse specie.
Attualmente sono interi.
In quanto avrebbero dovuto essere utilizzati con finalità riproduttive.
Gli ultimi piccoli, figli di questa sciagurata gestione, stanno nascendo o sono da poco nati. Poi, sarà tutto finito.
Per favore, aiutaci a dare loro un futuro come individui.
Per favore aiutarci a trovar loro una casa dove non vengano più sfruttati in alcun modo e passano semplicemente vivere felici.

Contattaci per proposte di adozione alla mail della Rete 👉info@animaliliberi.org

𝐍𝐨𝐭𝐚 𝐢𝐦𝐩𝐨𝐫𝐭𝐚𝐧𝐭𝐞: i Santuari della Rete che si occupano di questo caso sono: VitadaCani – Ippoasi – La Tana del Bianconiglio.
Per favore fate riferimento a questi nostri rifugi se decidete di contattare direttamente per offrire possibilità di adozione”




Chiudo questa notizia invitando tutte le persone che la leggeranno a non finanziare nessun tipo di allevamento, etico o non etico che sia. Allevare vuol dire far nascere con uno scopo ben preciso, e gli animali non devono esistere per essere d’utilità economica per la nostra specie. Sono convinta che riusciremo (spero presto) a imparare a vivere senza vedere nelle altre creature qualcuno da cui attingere qualcosa.

Carmen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: