Annunci

°°Collagene Bovino nell’Acqua: La Risposta di Sant’Anna°°

Con un articolo pubblicato in data 25 giugno 2019 vi avevo messi al corrente della novità di Fonti di Vinadio, ossia una linea di acque di bellezza Sant’Anna contenenti collagene bovino. Siete stati tantissimi ad unirvi a me nell’invio di una mail di dissenso nei confronti dell’azienda.

A distanza di due settimane il brand ha risposto ai nostri messaggi con una mail firmata Giorgia Colombino che fa alquanto riflettere.

Riporto qui di seguito il testo per scopo dimostrativo.

SANTANNA-800-min.png

Gent.ma,
Il collagene utilizzato nella nostra acqua Beauty è – come tutti i collagene – di origine animale, come indicato sull’etichetta.

Non esiste, infatti, collagene di origine vegetale.

Viene ricavato dalla lavorazione della pelle dei bovini allevati a scopo alimentare, il tutto sotto lo stretta supervisione di veterinari esperti e del Sistema Sanitario Nazionale. È dunque una parte dell’animale che non viene utilizzata in nessun altro modo e che sarebbe inviata allo smaltimento. Nessun animale è allevato o abbattuto al solo scopo di ottenere questa proteina.

Il collagene è la più importante proteina strutturale della pelle: le conferisce tono ed elasticità, attiva la protezione delle cellule della pelle dalle radiazioni UVA e inoltre favorisce la salute delle articolazioni. Il processo di idrolisi a cui viene sottoposta permette di scomporla in frammenti microscopici e quindi più facilmente assorbibili dalla cute e dall’intestino.

L’acqua Sant’Anna Beauty non è solo un’acqua, ma un prodotto di bellezza e benessere. Una bevanda funzionale, arricchita di vitamine e minerali, che impiega il collagene in virtù della sua importanza per la salute della pelle e dell’intero organismo.

All’indirizzo https://www.santanna.it/beauty/ potrai trovare tutti i valori, le informazioni e i consigli di utilizzo della nuovissima Acqua Sant’Anna Beauty.

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci oppure visita il nostro sito

Buona giornata

Giorgia Colombino

Iniziamo a commentare questa risposta che, a mio avviso, lascia intendere che l’azienda non abbia del tutto capito l’importanza che diamo alla vita degli animali.

Punto primo: l’esternazione “non esiste collagene di origine vegetale“.
Imbarazzante leggere una cosa del genere. E’ risaputo infatti che il collagene non sia esclusivamente  di origine animale.
Sul sito Benessere360 la dottoressa Jessica Zanza spiega che
“quando si parla di collagene vegetale s’intende l’estensina, una proteina contenuta nelle pareti cellulari di soia, grano, acacia ed alghe, definita collagene vegetale per l’elevato contenuto di idrossiprolina.
Il collagene vegetale pertanto, ed è quello che viene utilizzato dalle aziende cosmetiche certificate cruelty free e vegan per prodotti che sostengono la bellezza della pelle.

Punto secondo: i bovini allevati a scopo alimentare.
Non poteva mancare la classica affermazione alla Ponzio Pilato.
Possiamo notare come sia prassi comune a chi usa ingredienti di origine animale ricordare che essi derivino da animali comunque macellati, come se la fine in mattatoio fosse un’attenuante per beneficiare degli “scarti”.
Ce lo siamo sentiti dire da Haribo per la gelatina alimentare (il tessuto connettivo animale diventa caramella), lo abbiamo letto nelle informazioni di carattere commerciale sul sito del brand che realizza carta igienica con latte animale e così via.
Il primo scarto animale in assoluto, vorrei ricordarlo, è la vita.

Punto terzo: tante belle parole sulle funzionalità dell’acqua che vendono.
L’ultima parte della risposta sembra quasi una campagna pubblicitaria.
Peccato per l’azienda che a noi non interessa avere la pelle in salute sulla pelle delle altre creature. Pertanto della loro acqua non ci interessa niente.

Con la risposta fornita da Fonti di Vinadio chiunque adesso può farsi un’opinione in merito all’etica aziendale del brand.
Personalmente non avevo grandi aspettative.

Il lato positivo di questa vicenda però c’è:
se un prodotto rimane o no sul mercato dipende dai consumatori.
Quindi, cari lettori e cari lettrici, il potere è nelle vostre mani.
Se deciderete di non sostenere economicamente aziende che fanno capire di non essere sensibili al rispetto per la vita degli animali, esse in qualche modo dovranno adattarsi.

Personalmente dopo la “bella” novità Sant’Anna e a seguito di questa risposta non comprerò più niente dall’azienda Fonti di Vinadio spa.
Non solo per rispetto degli animali, ma anche per quello del pianeta: porto la mia borraccia ovunque, la riempio con acqua di fontana ed evito la plastica.

Carmen.

Annunci

°°[Review] Momo Cucina Sana – Pontedera°°

A Pontedera, a pochi passi dal centro, ha aperto un nuovo locale dove poter gustare piatti 100% vegetali: si tratta di Momo Cucina Sana. Curiosa di provare questa novità vegan, ho deciso di prenotare per cena qualche settimana fa.

Il locale
Situato in Via Dante 46, è vicinissimo alla stazione ferroviaria (se si arriva in treno). la posizione è favorevole anche se si giunge a Pontedera in auto vista l’ampia scelta di parcheggi. Il punto ristoro ha delle vetrate che danno sulla strada. Appena entrati in Momo Cucina Sana si viene raggiunti dai profumi della cucina naturale con vista.
Tavolini, sedie, angolo relax con divano e libri, e un esteso bancone ricco di dolci che mettono l’acquolina in bocca.

I piatti
Su una delle pareti del locale si possono leggere i piatti che compongono il menù, sempre vario: primi, secondi, contorni, dolci e bibite. La varietà l’ho trovata molto interessante e
i prezzi accessibili.
Ciò che mi ha davvero colpito è che il nome del locale rispecchia appieno la sua natura: Momo Cucina Sana offre davvero pietanze sane.
Per sane, intendo ben bilanciate: cereali accostati a legumi (fonte di carboidrati, fibre, proteine) arricchiti con semi preziosissimi per i loro nutrienti (magnesio, ferro, calcio, omega 3 ecc).

A cena come antipasto ho scelto il sushi vegano.
La porzione è molto abbondante e il sapore del cibo molto buono.
Ho apprezzato tantissimo la cura dei dettagli e anche l’estetica del piatto.

momo cucina sana

Come primo la mia scelta è caduta sui crostoni di pane con formaggi vegetali e creme.
Un tripudio di colori e sapori che mi sono piaciuti particolarmente.

momo cucina sana 2

La persona che mi ha accompagnato in questa scoperta culinaria ha invece optato per un piatto unico. Se non erro, il nome è “cibo per la pace”. Il piatto è davvero ricco: riso, verdure, crostini di sesamo, ortaggi e salsine. Molto abbondante e cucinato bene.

momo cucina sana 5

Come scritto all’inizio di questo articolo, Momo Cucina Sana propone tanti dolci bellissimi da vedere e irresistibili.
A fine pasto sono stati scelti la torta della nonna, con crema pasticcera, e una cheesecake ai frutti rossi. Le ho assaggiate entrambe e le ho trovate buonissime!

momo cucina sana 4momo cucina sana 3

Questo locale è stato davvero una bella scoperta e, se passate da Pontedera, vi consiglio assolutamente di provarlo 🙂
Perfetto come punto di riferimento per merende, cene e aperitivi vegani.

Alla prossima recensione!

Carmen

°°[Review] Opzioni Vegane @ SENSO Cocktail Caffè – Empoli°°

Passate da Empoli e non sapete dove fare colazione o pausa pranzo?
Provate Senso Cocktail Caffè!

Situato al numero 40 di via Emilio Bardini a Empoli (vicinissimo al centro, e anche all’area del mercato del giovedì mattina) Senso Cocktail Caffè è un bar classico con la più vasta scelta di opzioni vegetali che abbia mai visto in Toscana.

La vetrina al mattino è colma di saccottini, brioche e crossant di ogni tipo e gusto: ripieno alla nocciola, alla mela, alla crema (!) e cioccolato fondente ecc.
I pezzi dolci si possono abbinare a spremute, estratti di frutta oppure cappuccini.
Anche per il latte vegetale c’è l’imbarazzo della scelta: riso e nocciola, mandorle, soia, avena, cocco.

senso cocktail caffè 3

senso cocktail caffè.jpg

senso cocktail caffè 4.jpg

Ho assaggiato il saccotino alla nocciola, quello al cioccolato fondente e il croissant alla crema: tutti buonissimi, ma quest’ultimo è un qualcosa di incredibile! E’ piaciuto tanto anche a casa, visto che ne ho preso qualche pezzo da asporto.

Il personale del Senso Cocktail Caffè è molto gentile e disponibile, e questo è un motivo in più per passare dal carinissimo bar.

<<A pranzo prepariamo anche panini farciti completamente vegetali>> mi ha spiegato la ragazza al bancone mentre sceglievo cosa accompagnare al cappuccino con riso e nocciola.

Per gustare ciò che si è ordinato si può usufruire dei tavolini interni oppure di quelli esterni. E fra una bevanda e un dolce, è possibile sfogliare le pagine dei libri messi a disposizione dal bar.

La sera invece Senso Cocktail Caffè propone un aperitivo con drink e stuzzichini.
<<La maggior parte delle opzioni è vegetale, da non perdere>> mi ha suggerito un amico vegano che lo ha provato.

Alla prossima review!

Carmen

°° Sant’Anna Beauty: L’Acqua col Collagene Bovino°°

Mi giunge da Paola B. una segnalazione che lascia senza parole.

Il marchio di acqua imbottigliata Sant’Anna, di proprietà della società Fonti di Vinadio, ha fatto spazio ad una nuova bevanda dedicata alla bellezza: “Sant’Anna Beauty”.
Fra gli ingredienti delle acque aromatizzate con fiori, frutti e spezie che promettono di aiutare a preservare la bellezza del nostro organismo troviamo al secondo posto il collagene idrolizzato.
Questo ingrediente, come indicato sull’etichetta fotografata dalla segnalante,
è di origine animale. Con più esattezza di provenienza bovina.

bottiglia sant'anna.jpg

La foto degli ingredienti sta facendo il giro del web.
L’indignazione che sta generando è tanta, ed è ben comprensibile.

Personalmente, mi chiedo quanto sconfinato possa essere il livello di antropocentrismo degli ideatori di tale bevanda per arrivare a parlare di bellezza  da sostenere e vitalizzare con un elemento organico di altri animali.

Interessante sapere che pessime abitudini, uno stile di vita scorretto, l’avanzare dell’età e i fattori inquinanti possono distruggere il livello di collagene presente nella nostra pelle, portandola quindi alla comparsa delle rughe, ma le nostre fisime sull’estetica non dovrebbero ricadere sulle altre specie.
E non importa se quel collagene sia magari un sottoprodotto dell’industria alimentare: il numero di persone che non mangiano bovini (né tutti gli altri animali) è in costante crescita. Non li vogliamo nei piatti, e nemmeno nelle bevande.

Questo pretendere dagli animali il prestarsi ad ogni necessità umana, anche la più frivola, mi disgusta.

Desideriamo una pelle più tonica e compatta perché l’avanzare del tempo ci spaventa?
Una delle migliori soluzioni da adottare è l’alienarsi dalla demonizzazione della vecchiaia alla quale ci inizia la società odierna sin da giovani.
Realizziamo che le catene culturali sono troppo strette per potercene liberare?
Prendiamoci cura di noi, ma senza compromessi non etici. Le soluzioni vegetali sono tante a nostra disposizione per contrastare o prevenire le rughe.
Che poi, male che vada, meglio delle naturalissime linee sul volto che delle macchie indelebili sulla coscienza.

All’azienda titolare del marchio Sant’Anna sento di dire che questo è un vero buco nell’acqua per quanto riguarda il rispetto per l’esistenza degli animali.
Se prima capitava di acquistare qualche bevanda di tale azienda, adesso mi terrò a debita distanza dal farlo.

Coloro che condividono il mio stesso pensiero e volessero esternarlo a Fonti di Vinadio srl possono farlo inviando una mail all’azienda, senza usare parole offensive, perché la bellezza di una critica costruttiva risiede anche nel linguaggio utilizzato.

Messaggio tipo:

Gentile azienda Fonti di Vinadio,
vi scrivo questo messaggio a seguito della scoperta della vostra novità, le acque di bellezza “Sant’Anna Beauty”. Con molto orrore e straripante disgusto ho notato che secondo ingrediente delle bevande che tanto esaltate è collagene idrolizzato di origine animale. Non so con esattezza cosa pensiate dell’importanza della vita dei bovini.
Da attuale o futuro possibile cliente penso che mai mi abbasserei a comprare una bottiglietta in plastica contenente dell’acqua aromatizzata addizionata con un elemento organico di origine animale.
Risulta arduo credere che sul vostro sito parliate tanto di bellezza e poi vi sfugga quanto siano belle queste creature. Come tutti gli animali, del resto.
Premettendovi che non è di mio interesse sentir rispondere che i bovini dai quali attingete collagene siano allevati per fini alimentari, vi informo che non acquisterò mai questo vostro prodotto.
Con la speranza che possiate presto trovare un ingrediente alternativo per non finanziare la distruzione della bellezza dei bovini,
porgo distinti saluti.

Nome, Cognome, Città

Da inviare a
info@santanna.it
santanna@pec.santanna.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: