Archivi Blog

°°5 Film per Bambini con Messaggio Animalista°°

Gli animali sono creature intelligenti, da rispettare e da lasciare libere di esistere.
Il mondo cinematografico negli anni ci ha regalato lungometraggi e cartoni animati proprio con questo delicato messaggio tra le righe.
Siete mai riusciti a coglierlo?

Ecco alcuni esempi, tutti da vedere di nuovo con una nuova prospettiva.

BABE, MAIALINO CORAGGIOSO (1995)

articolo film antispecisti.jpg

Questo film, adattamento cinematografico dell’omonimo libro di Dick King-Smith,
racconta della storia di un maialino di nome Babe. Salvatosi dal macello, viene vinto da un contadino. Babe riesce subito a diventare amico degli altri animali della fattoria e a guadagnarsi il rispetto e l’amore degli umani che lo circondano, nonostante sia “solo un maialino”.
Non tutti sanno che questo racconto vuole mostrare quanto gli animali che reputiamo mera materia organica siano alla fine simili a quelli che riteniamo i migliori amici dell’uomo.
L’attore James Cromwell, che nel film interpreta il fattore, è diventato un attivista vegano, arrivando a mettere a repentaglio la sua libertà individuale per difendere i diritti degli animali da macello.

james cromwell.jpg

GALLINE IN FUGA (2000)

Galline_in_fuga.jpg

Questo film d’animazione diretto da Peter Lord e Nick Park racconta della storia di un gruppo di galline d’allevamento sfruttate intensivamente per la produzione di uova.
Le protagoniste decideranno di cambiare il proprio destino scappando dai crudeli contadini che le tengono schiave.
Il film mostra ad un pubblico di ogni età i retroscena dell’allevamento animale e non lascia spazio a dubbi sulla cattiveria di chi sfrutta gli animali.
<<Stupide, inutili creature! Sono stufa marcia di ricavare minuscoli profitti!>> sbraita la signora Tweedy in una scena.
Il messaggio tra le righe è molto chiaro: le galline vogliono essere libere.

RATATOUILLE (2007)

ratatouille.jpg

E’ stato uno dei miei film d’animazione Disney preferiti.
Il protagonista è un simpaticissimo topolino francese, Remy, appassionato di cucina. Talmente appassionato di cibo e fornelli che sogna di diventare uno chef rinomato. Intento a imparare a cucinare viene scoperto in ambienti dove non dovrebbero esserci topi da un cuoco. Fra il roditore e l’umano nascerà una bella amicizia.
Ratatouille tratta il tema scottante dei topi, etichettati come animali “infestanti” e per questo crudelmente uccisi con esche e veleni, e ne mostra una visione completamente diversa dall’immaginario collettivo.

SPIRIT, CAVALLO SELVAGGIO (2002)

Spirit_Cavallo_selvaggio.jpg

Spirit è un giovane cavallo tenuto prigioniero da alcuni soldati. La storia racconta di come incontra un umano pelle rossa che capisce l’importanza di essere liberi e che lo aiuterà a fuggire dalla cattività.
Realizzato da Kelly Asbury e Lorna Cook, credo che il messaggio lanciato agli spettatori scena dopo scena sia molto forte: non si può, e non si deve, dominare l’impetuosa necessità di libertà di un individuo.

°°Vegalia: il nuovo affettato vegetariano prodotto da Fiorucci°°

La lista di marchi che da sempre hanno lucrato sugli animali (allevati, macellati e resi “cibo”) e che di recente hanno ideato alternative vegetali ai propri prodotti è in costante aumento.

Questo mese di giugno dell’anno 2018 ai brand onnivori interessati al vegetarismo si è unita Fiorucci, azienda storica italiana.

Fiorucci sui suoi canali social ha informato followers e clienti della novità chiamata “vegalia”: un affrettato vegetariano alle erbe.

Molto simile agli affettati realizzati con corpi animali, Vegalia dall’immagine di presentazione vanta di essere “0% carne, 100% sapore”.

Fino a pochi anni fa una realtà del genere sarebbe stata utopia, mera fantasia. E invece, ad oggi, questa svolta è verità concreta.

Continuino a dire che il numero di vegetariani e vegani è in calo: l’interesse delle aziende per il mercato veg afferma l’esatto contrario.

Ormai non si tratta più di semplice speranza: sappiamo bene tutti, chi più chi meno, che il futuro sarà per gli animali ben diverso dal passato trascorso e dall’attuale presente. La nostra specie sta vivendo un profondo cambiamento che, ne sono convinta, ci porterà ad abbandonare false convinzioni che legano la nostra esistenza a subordinazione e schiavitù del prossimo.

Con l’augurio che l’evoluzione avvenga nel più celere dei tempi, vi invito ad aver fiducia e a continuare a difendere gli animali.

Presto come li stiamo ancora trattando sarà solo un brutto ricordo.

Carmen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: