Archivio mensile:giugno 2016

°° Come Preparare la Ricotta di Soia in Casa °°

Ciao !! 🙂
In questo nuovo articolo vi spiegherò come realizzare in casa ,
in modo facilissimo e veloce, una forma di ricotta di soia.

Ma prima di iniziare..
Perchè è importante preferire la ricotta di soia a quella prodotta con latte vaccino, di pecora o altro mammifero?
Perchè la ricotta di soia è interamente realizzata con materie prime vegetali, e a differenza di quella “classica”, non si basa sullo sfruttamento degli animali.
Vi ricordo che ogni animale mammifero ha il latte esclusivamente per allattare il proprio cucciolo. Pertanto non è nostro diritto intrometterci nel delicato legame mamma-figlio per rubare la secrezione mammaria a delle femmine perchè vogliamo farci la ricotta!
Possiamo farla anche con il latte vegetale.

Vediamo allora come 😉

Preparare in casa circa 500 g di ricotta di soia è semplice davvero.

Gli ingredienti necessari sono:
▬ 1 litro di latte di soia non dolcificato
▬ 5 cucchiai di aceto di mele

ingredienti ricotta

La qualità del latte è importante: preferite sempre quello biologico, magari realizzato con soia coltivata in Italia. Fate attenzione agli ingredienti poi. Non deve contenere zucchero ma solo, al massimo, sale marino.
Questo da me utilizzato, a marchio The Bridge, acquistato presso il negozio Bolle Verdi di Cascina, è veramente perfetto!
Per quanto riguarda l’aceto di mele, anche quello preferitelo sempre biologico.
Io ho utilizzato quello che avevo in cucina, ma in commercio ce ne sono di migliori.

Procedimento:
Prendete una pentola e versatevi dentro tutto il contenuto della confezione di latte.
Accendete il fuoco (medio) e lasciate che il latte arrivi a ebollizione.
Versate 5 cucchiai di aceto di mele in un bicchiere e una volta che il latte avrà raggiunto la temperatura ideale, mettete l’aceto nella pentola e spegnete il fuoco.
Noterete dopo pochi secondi la formazione di alcuni “fiocchetti”.
Mescolate il liquido e attendete qualche minuto.
Con l’aiuto di un colino a maglie fitte estraete i fiocchetti poco alla volta, passandoli sotto al getto d’acqua fredda.
Una volta divisi i fiocchi di soia cagliata dall’acqua in eccesso,
mettete tutto dentro un grande colino a maglie fitte affinchè sgoccioli via la parte liquida.
Esistono in commercio utensili da cucina come questo che ho utilizzato io, e servono proprio per i formaggi. Se avete modo di acquistarne uno, fatelo perchè è comodissimo.

ricotta di soia

La ricotta di soia deve rimanere almeno una notte a sgocciolare in frigo ( con apposito raccoglitore di liquido in eccesso ).

Passate le ore sufficienti, il risultato sarà questo.

ricotta

Il sapore è buono, la consistenza è soffice e sicuramente piacerà a tutti.

Con un litro di latte si ha la quantità di ricotta di soia necessaria per la realizzazione del ripieno per cannelloni, lasagne e crêpes.

Questi sono alcuni piatti che ho realizzato con la ricotta di soia.
Trovate le ricette sempre sul mio blog! 🙂

 

Spero di esservi stata d’aiuto e… buon esperimento in cucina! 🙂 ❤


Raggiungi l’equilibrio attraverso la meditazione con i preziosi consigli di Carolina Traverso, psicologa e psicoterapeuta, contenuti nel suo nuovissimo
libro Mente Calma Cuore Aperto ( 193 pagine, Sperling & Kupfer ).


°° Sostieni la Diffusione del Materiale Informativo Vegan.. Facendo Acquisti °°

🐷🐮🐗🐑
SOSTIENI
LA DIFFUSIONE
DEL MATERIALE INFORMATIVO
AGIREORA

FACENDO ACQUISTI VEG
🍎🍉🍓🍆🍅

 

Da molto tempo come saprete sono impegnata nel diffondere il messaggio antispecista e a difendere gli animali e i loro diritti non solo scrivendo articoli ma anche diffondendo materiale informativo AgireOra Edizioni.
In soli 3 anni sono stati da me acquistati e messi a disposizione delle persone interessate, a titolo gratuito nelle province di Pisa e Firenze, oltre 5000 opuscoli tra guide all’alimentazione vegan, ricettari cruelty free e volantini.

1536552_596925523710027_1420001374_n

Il materiale, stampato da #AgireOra e curato dalla Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana e dalla dottoressa Luciana Baroni, ha un costo di stampa e per far fronte alle spese negli anni passati ho organizzato numerosi eventi benefit e cene vegan dove parte del ricavato, oltre a sostenere associazioni animaliste di zona, copriva anche l’acquisto degli opuscoli.

Adesso ho trovato un nuovo modo per continuare a portare avanti l’informazione, dal momento che gli impegni non mi permettono di poter organizzare eventi e cene.

Attraverso la partnership instaurata con due fantastici negozi fisici e online dell’Emilia Romagna ho la possibilità di raccogliere fondi da destinare all’acquisto del materiale informativo.
La notizia bella è che chiunque lo voglia, anche a distanza, può contribuire… semplicemente facendo shopping!

Facendo infatti acquisti sul sito di
#Macrolibrarsi → ( http://www.macrolibrarsi.it/?pn=4714 )
e su quello de
#Ilgiardinodeilibri → ( http://www.ilgiardinodeilibri.it/?pn=5481 ) potrete far percepire a Think Green – Live Vegan – Love Animals il 10 o il 15% del totale dei vostri acquisti attraverso il codice partner ( inserito nell’url ).
Vale a dire che se spenderete 10 euro, 1 euro verrà accumulato nel mio panel partner e verrà utilizzato da me, per esempio, per acquistare un ricettario sulla cucina vegan AgireOra.

In questo modo, che non ha alcun costo aggiuntivo per chi fa acquisti, potrete sostenere la diffusione del veganismo insieme a me 🙂 .

Macrolibrarsi e IlGiardinoDeiLibri sono due negozi fornitissimi ed etici dove si possono acquistare
► alimenti bio vegan delle migliori marche ( Alpro, Probios, La Finestra Sul Cielo ecc)
► cosmetici e detergenti cruelty free (Neve Cosmetics, Weleda, Couleur Caramel, Argital, Benecos ecc)
► abbigliamento in cotone naturale
► oggettistica per la casa
► libri e cd di ogni tipo
a prezzi spesso scontati dal 10 al 30% !
La spedizione inoltre è gratuita in tutta Italia a partire dai 29 euro di spesa.

I fondi raccolti e investiti in materiale informativo verranno resi pubblici di volta in volta sulla mia pagina ( come ho sempre fatto anche per i fondi raccolti negli eventi benefit ).

Spero vi piaccia questa mia idea e questo nuovo modo di finanziare l’acquisto del materiale stampato da AgireOra ( www.agireoraedizioni.org ).

Ringrazio in anticipo tutte le persone che vorranno prendere parte a questa iniziativa contribuendo attraverso i miei codici partner all’acquisto di questo materiale.
Li trovate scaricabili gratuitamnete in pdf nell’artioclo dedicato ai contenuti gratuiti.
https://carmenluciano.com/contenuti-gratuiti/

Carmen

12512756_1001364163266159_6219557549068785097_n

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

°° Perchè Mangiamo gli Animali? °°

 

Se si chiede in generale alle persone come mai gli animali vengono ancora oggi mangiati, le risposte che sentiamo darci sono prevalentemente queste:

– perchè l’uomo è carnivoro
– perchè abbiamo bisogno di proteine
– perchè sin dalla Preistoria l’uomo ha sempre cacciato
– perchè anche gli animali mangiano altri animali
– perchè è la catena alimentare
– perchè si è sempre fatto
– perchè il leone mangi la gazzella

Ma tutte queste affermazioni corrispondono sul serio al vero?
Analizziamole una per una.

▬ L’UOMO E’ CARNIVORO
L’affermazione può essere smontata semplicemente andando a intuito.
Basta guardare la nostra dentatura per comprendere che non siamo carnivori. Non abbiamo canini lunghi e affilati per mordere le prede e per strappare brandelli di carne. In realtà, non abbiamo nemmeno gli artigli per ferire gli animali predati. In compenso, abbiamo delle mani caratterizzate da due pollici opponibili. Come accade per la specie che più ci somiglia (la scimmia), essi servono per raccogliere il cibo, che sia frutta dagli alberi o piante e radici dal terreno.
Insomma, l’uomo non è carnivoro ed è anche per questo motivo che l’odore e la vista del sangue ci nausea invece di farci venire appetito.

Denti-frugivori

▬ PERCHE’ ABBIAMO BISOGNO DI PROTEINE
Vero, ma le proteine non sono solotanto contenute nell’organismo degli animali.
Esse si trovano anche in tantissimi alimenti di origine vegetale. Alcuni esempi? Nei legumi ( nella soia sono 33 g su 100 ), nelle verdure a foglia verde scuro ( spinaci ), nelle albicocche, nei semi ( chia ), nella frutta secca ecc.
Non c’è bisogno di ricavarle digerendo la carcassa di un animale.

▬ SIN DALLA PREISTORIA L’UOMO HA SEMPRE CACCIATO
Per carità. Tralasciando le pitture rupestri nelle caverne e i reperti archeologici della Valle del Neander, perchè dovremmo paragonarci agli ominidi o alle prime tipologie grezze di essere umano per giusitificare questo tipo di alimentazione?

▬ GLI ANIMALI MANGIANO ALTRI ANIMALI
Ok, ma gli animali che mangiano gli altri animali sono una minoranza rispetto a quelli che mangiano i vegetali, e lo fanno per istinto, non pee libera scelta. Non hanno alternative.

E’ LA CATENA ALIMENTARE
Non ritengo giusto e corretto parlare di catena alimentare quando abbiamo imposto agli animali di farne parte mentre noi ci siamo presi il privilegio di alienarcene.
Quale essere umano si è mai immaginato come un pasto per un animale? Nessuno!
Eppure siamo animali anche noi. Pertanto, evitiamo di utilizzare questa frase come spiegazione logica perchè non ha niente di logico.

SI E’ SEMPPRE FATTO
L’uomo da sempre ha fatto guerre, abusato del più debole e commesso delitti. Questo dunque vuol dire che è giusto? Certo che no.
Il numero di persone che compiono un’azione non determinano che essa sia giusta.

IL LEONE MANGIA LA GAZZELLA
Sì, i leoni mangiano anche le gazzelle e lo fanno per necessità, per sopravvivenza e per contenere il numero di erbivori affinchè ci sia sempre un equilibrio.
In più gli esemplari che vengono cacciati sono prevalentemente quelli anziani o i più facili da inseguire poichè deboli. La caccia per gli animali è una lotta alla pari dove in ballo c’è la sopravvivenza dell’uno o dell’altro. Non crediate che i leoni abbiano sempre la meglio.
Avete mai visto un branco di leoni allevare le gazelle? Confinarle in spazi stretti, alimentarle in modo innaturale per poi macellarle?
Non paragoniamoci ai leoni.

Non abbiamo bisogno di uccidere gli altri animali che vivono sulla terra.

Come ci spiega anche la Sciamana Lumira
<< Noi esseri umani siamo creature divine e una cosa sola con Tutto ciò che è. Siamo parte dell’universo e siamo connessi con la Madre Terra, che ci ospita e ci tiene in vita. La nostra esistenza ci richiede di vivere in armonia con la natura, di rispettarne e seguirne le leggi. E la legge della creazione, il principio dell’amore cosmico primordiale. Il processo della nascita comporta il primo incontro con la materia vivente: i microrganismi. Nell’attraversare il canale del parto, il nascituro entra in contatto con batteri utili. Prima del parto, i microrganismi migrano dall’intestino della mamma alle ghiandole mammarie e, attraverso il latte materno, arrivano nell’apparato digerente del bambino, dove contribuiscono a formare la sua flora intestinale >>.

La natura ci offre un’infinità di alimenti che mixati insieme possono dare vita a piatti nutrienti e saporiti.
Lumira nel suo nuovo libro Giovani e Sani con la Giusta Alimentazione (182 pagine, Macro Edizioni ) ci propone ben 150 ricette vegan e crudiste da provare a casa.

Scoprite quali sono cliccando QUI .


 

 

 

 

°° Comunicato Stampa: Salvataggio dell’Orsa Aurora °°

Diffondo con piacere la notizia appresa attraverso il comunicato stampa dell’associazione “Salviamo Gli Orsi della Luna
che via mail ha informato della liberazione di un esemplare femmina di orso avvenuto in Albania.

Gli orsi “della luna”, così chiamati per il pigmento chiaro a forma di mezzaluna che hanno sul petto, sono animali sfruttati da decenni per l’estrazione di bile.
La bile viene estratta attraverso tubi conficcati nel fegato.
Questa tortura, che avviene nella più totale lucidità dell’animale, può durare anche tutta la sua vita.

L’orsa liberata è stata chiamata AURORA ed è una cucciola di orso bruno di poco più di due anni di vita.
Di lei non si sa molto.
Ciò che è certo è che ha passato  la maggior parte della sua misera esistenza in una piccola gabbia angusta, completamente sola, senza nessun tipo di cure veterinarie e per giunta alimentata a pane e acqua.
Lo stesso tipo di condizione che vivono migliaia di altri orsi nel mondo, soprattutto in Cina.

Nei suoi confronti non c’è mai stato un segno di compassione da parte degli uomini che la detenevano.

Per l’organizzazione il suo salvataggio è stata una corsa contro il tempo dal momento che la cucciola era esposta ad ogni tipo di intemperia.

La segnalazione è giunta quattro mesi fa da due Associazioni protezionistiche di Tirana (ASPBM Albanian Society for the Protection of Birds and Mammal  e  ARsA Animal Rescue Albania).

In data 4 giugno 2016 Aurora é stata messa al sicuro nel Gnadenhof für Bären, Bad Füssing  Rescue Centre in Germania,
libera di potersi riprendere la sua vita.

L’Associazione Italiana ‘Salviamo gli Orsi della Luna’, insieme alle Associazioni di Tirana, hanno svolto un grande lavoro.
Il merito della riuscita del salvataggio va anche alla disponibilità del Centro di Recupero di Monaco  ( il Dott. Arpad DeGaal, nonché responsabile del Santuario, ha  seguito di persona sul posto tutte le fasi dell’ operazione) e al sostegno del Ministero dell’ Ambiente e dell’ Agricoltura albanese.
Il viaggio di trasferta della cucciola purtroppo è stato un vero incubo.

Carmen Aiello, responsabile Relazioni Esterne e fondatrice Animals Asia Foundation Italia ONLUS, attraverso il comunicato ha ringraziato i Veterinari : Dott.ri  Vet.ri  Piero Laricchiuta, Michele Capasso, Marco Campolo.

I ringraziamenti sono andati anche a Leonardo Boccanera, il trasportatore, che da quanto appreso non ha mai perso la determinazione di consegnare Aurora ad una nuova vita, anche quando le cose si stavano complicando e la stanchezza rischiava di prendere il sopravvento.

Se Aurora è salva, è stato merito anche del Ministero dell’ Agricoltura greco che ha permesso di sbloccare il transito al confine e consentire l’ ingresso nella U.E.

Anche il Servizio CITES Centrale di Roma e la ditta di trasporti internazionali Saima Avanzerò S.p.A. hanno dato il loro prezioso sostegno.

PURTROPPO SOLO IN ALBANIA, AD OGGI SI STIMA CHE CI SIANO ANCORA CIRCA 100 ORSI DETENUTI NELLE STESSE CONDIZIONI.
E’ per questo che è necessario attivarsi affinchè queste torture terminino al più presto.

Non comprate cosmetici e/o farmaci contenente bile di orso.
Grazie.

Ecco qualche foto di Aurora 🙂 . 

liberazione

 


Scegli l’alimentazione giusta per il tuo amico a 4 zampe!
E’ ora disponibile il libro edito da Sperling & Kupfer Barf la Dieta Naturale per il Tuo Cane . 179 pagine con consigli e ricette stagionali a cura di Petra Rus ed Enio Marelli.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: