Annunci

Archivi Blog

°°[Ricetta] Frittatine Vegan di Farina di Ceci con Zucchine e Olive°°

A grande richiesta pubblico molto volentieri la ricetta di un piatto che ho preparato oggi, velocissimo e soprattutto gustoso.

Si tratta delle frittatine di farina di ceci con zucchine e olive. Un alimento proteico e senza glutine, adatto quindi a chiunque.

frittatine.jpg

Dall’aspetto invitante, si possono preparare in pochissimi minuti. Ottime da gustare calde, ma buonissime anche da mangiare una volta raffreddate, magari come farcitura per una schiacciata!

Ingredienti per 3 frittatine:
– 40 g di farina di ceci
– acqua naturale q.b
– 1 cucchiaino e mezzo di sale alle erbe
– una zucchina
– 10/15 olive nere (o verdi) denocciolate
– olio d’oliva

Strumenti necessari:
– un recipiente
– frusta da cucina
– cucchiaino
– forchetta
– cucchiaio
– padella antiaderente o effetto pietra dal diametro piccolo

Procedimento:
In un recipiente, versate la farina di ceci e aggiungete il sale alle erbe, mescolando bene.
Versate piano piano l’acqua mescolando bene con l’aiuto di una frusta per evitare grumi.
Sarà sufficiente 2/3 di bicchiere d’acqua. Quando l’impasto è fluido (deve essere giallo intenso e non annacquato, per intendersi) aggiungere un cucchiaio di olio d’oliva e continuate a mescolare. Lasciate riposare la pastella per qualche istante.

Prendete la zucchina, tagliatela orizzontalmente a fette di circa 1 cm di spessore e tagliate poi tutto a pezzettini piccoli.
In una padella con olio e un pizzico di sale alle erbe fate soffriggere per qualche minuto a fuoco medio.
Prendete le olive denocciolate e tagliatele a rondelle.
Una volta cotti i pezzetti di zucchina, si può procedere alla preparazione delle frittatine.

Versate nella pastella di farina di ceci le zucchine e le olive, mescolate bene e aiutandovi con un cucchiaio versate il contenuto in una padella antiaderente (meglio se effetto pietra) dal diametro piccolo.
Fate in modo che lo spessore delle frittatine sia almeno di 1-2 cm.
Cuocete a fuoco medio per qualche minuto e poi, appena la frittatina si sarò solidificata, giratela dal’altra parte per ultimare la cottura.
Usate il restante dell’impasto per preparare le altre frittatine.

Se utilizzerete le giuste padelle, il risultato che otterrete sarà come quello in foto!

Le frittatine si possono preparare e conservare in frigo per qualche giorno.

…e buon appetito!

Alla prossima ricetta!

– Carmen.

 


Padella Alta - Magnum Petra
Con manico in legno removibile

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 52.6

Annunci

°° 3 Valide Alternative Vegetali al Miele °°

Il miele è un alimento dolcissimo realizzato da alcuni insetti, tra i quali il più conosciuto è sicuramente l’ape.
Le api raccolgono sostanze zuccherine presenti in natura (il nettare dei fiori per esempio) accumulandole all’interno della borsa melaria, contenuta nel loro piccolo organismo.
Una volta raggiunto l’alveare esse rigurgitano ciò che hanno momentaneamente ingerito e tale sostanza passa poi nelle “zampe” delle api operaie, che hanno il compito di digerire per circa mezz’ora il materiale raccolto dalle loro simili. Una volta avvenuta l’elaborazione del nettare, esso viene riversato sulla parete interna delle numerosissime cellette che compongono l’alveare. Grazie all’evaporazione dell’acqua e del passare dei giorni (circa 36) la sostanza che va a formarsi è quella che appunto noi umani definiamo miele.

Il miele dunque è un alimento prodotto interamente da questi piccoli insetti che viene immagazzinato con lo scopo di diventare scorta alimentare per i periodi freddi dove la fioritura delle piante scarseggia.

E’ per questo motivo che nell’alimentazione vegan esso non è presente: chi ha deciso di alimentarsi in modo non crudele non appoggia lo sfruttamento degli animali, nemmeno quello delle api che avviene nelle arnie negli allevamenti.

Evitare di rubare il miele alle api è un gesto di umanità e rispetto nei confronti del duro lavoro alla sopravvivenza degli altri.
Dal punto di vista etico non è accettabile che degli esseri siano resi dei piccoli schiavi per la produzione di una sostanza non indispensabile per l’esistenza umana.

Clicca qui per vedere il video di come vengono allevate le api per la produzione del miele.

miele

Cosa possiamo utilizzare per dolcificare le nostre bevande al posto del miele?
La natura ci offre diverse opzioni vegetali ed etiche.

 

sciroppo-d-acero-250ml-125988.jpg

 

Lo sciroppo d’acero è sicuramente una delle opzioni vegetali che si possono scegliere come alternativa al miele.
Di colore ambrato, questo fluido estratto dalla pianta d’acero ha un sapore particolare e unico.
Può essere utilizzato per la preparazione di tanti dolci 100% vegetali, come per esempio i waffel.
Dolcifica in modo intenso e naturale.

 

 

 

 

agave-syrup-68186.jpg
Altro dolcificante naturale totalmente vegetale è lo sciroppo d’agave, estratto dall’omonima pianta.Questa alternativa al miele l’ho scoperta solo pochi anni fa e mi ha davvero sorpresa. Di colore dorato, esattamente come il miele, questo sciroppo ha un sapore dolcissimo e buono. Può essere utilizzato nelle bevande calde, come ingrediente zuccherino nelle ricette anche di dolci raw e soprattutto come dettaglio per dolci classici.
Un esempio? Gli struffoli napoletani.
Al posto del miele si può cospargere le palline di pasta fritta con questo sciroppo: il sapore sarà praticamente il solito, con la differenza che questo d’agave renderà gli struffoli più morbidi e non secchi/duri come accade col miele. Provare per credere! 😉

 

 

 

scisoppo-di-riso-91950.jpg
Ulteriore alternativa al miele è anche lo sciroppo di riso: chiaro e dorato quasi come quello d’agave, dolcifica in modo delicato e naturale sia bevande che dolci. Il suo costo è accessibile se paragonato ai prezzi del miele biologico.

Applicato come decoro goloso sui dessert e sulle torte rimane intatto nella sua morbidezza.
Personalmente lo trovo davvero buonissimo e lo preferisco di gran lunga anche al posto dello zucchero, se voglio dolcificare una bevanda calda.

 

 

 

Addolcire bevande e dessert senza rendere amara la vita degli animali è semplicissimo. Attraverso questo articolo spero di avervi dato
qualche informazione in più per vivere in modo etico e rispettoso.

Buona scelta ❤

°° Natale 2016: Lista completa dei Pandori, Panettoni e Cesti Natalizi Vegan °°

Esattamente tre anni fa ha avuto inizio la produzione e la vendita dei primi pandori e panettoni vegani. Vi ricordate che felicità trovare le opzioni etiche come variante a quelle piene di derivati animali direttamente al supermercato oppure online?
Tre anni dopo eccoci a poche settimane dal Natale con tantissimi nuovi prodotti in commercio. Un chiaro segnale di come le cose stiano gradualmente cambiando grazie a noi consumatori consapevoli.

Vediamo allora quali sono gli alimenti natalizi che potremo portare in tavola quest’anno.

vegan-christmas-al-cioccolato-750g-128939.jpg
VEGAN CHRISATMAS AL CIOCCOLATO
Un dolce con all’interno una morbida crema al cioccolato.
Senza lette, uova e olio di palma.
Marca: Probios
Ingredienti: farina di grano tenero tipo “0”, crema al cioccolato [*sciroppo di glucosio – fruttosio da mais, *zucchero di canna, cioccolato fondente (*pasta di cacao, *zucchero di canna, *burro di cacao, emulsionante: lecitina di soia, *estratto di vaniglia), acqua, *alcool etilico, amido di mais ceroso, gelificante: pectina, correttore di acidità: calcio citrato, estratto naturale di cacao, sale], *sciroppo d’agave, *olio di semi di girasole, lievito madre di pasta acida (*farina di granotenero, acqua), *farina di soia, *malto d’ orzo, emulsionante: lecitina di girasole, aroma naturale di agrumi, sale, aroma naturale di vaniglia. *biologico.

dolce-natale-vegan-christmas-di-frumento-87776-1.jpg

DOLCE NATALE – VEGAN CHRISTMAS DI FRUMENTO
Con lievito madre di pasta acida e sciroppo d’agave
Marca: Probios
Ingredienti: *farina di grano, *uvetta sultanina, *sciroppo d’agave, *olio di semi di girasole, *farina di soia, lievito madre di pasta acida di frumento (*farina di frumento, acqua), *malto d’orzo, emulsionante: lecitina di girasole, sale marino, aroma naturale di agrumi, aroma naturale di vaniglia.*biologico

mini-dolce-natale-vegetale-72489.jpg

MINI DOLCE NATALE VEGETALE
Dolcificato con sciroppo di Agave
Marchio: Ki Group
Ingredienti: *farina di grano tenero tipo 0, *uvetta sultanina, *sciroppo d’agave 16%, *margarina vegetale (olio di girasole, grasso vegetale di karitè, acqua, succo di limone concentrato, aroma naturale), lievito naturale (farina di grano tenero tipo 0, acqua), acqua, emulsionante: lecitina di girasole. aroma naturale di vaniglia, sale marino. olio essenziale di arancia. *Ingredienti biologici.

dolce-natale-vegano-biologico-500g-128810

DOLCE NATALE VEGANO BIOLOGICO
Un dolce di Natale con uvetta sultanina.
Marchio: Ki Group
Ingredienti: Farina di grano tenero tipo 0, uva sultanina, sciroppo d’agave, margarina vegetale (olio di girasole, grasso vegetale di karitè, acqua, succo di limone concetrato, aroma naturale), lievito naturale (farina di granotenero tipo 0, acqua), acqua, sale marino, emulsionante: lecitina di girasole, olio essenziale di arancia, aroma naturale di vaniglia. Ingredienti biologici

stella-di-natale-vegana-biologica-500g-128809.jpg

STELLA DI NATALE VEGANA BIOLOGICA
Marchio: Ki Group
Ingredienti: Farina di grano tenero tipo 0, sciroppo di agave, margarina vegetale (olio di girasole, grasso vegetale di karitè, acqua, succo di limone concentrato, aroma naturale), lievito naturale (farina di grano tenero tipo 0, acqua)acqua, proteine del pisello, fibre di avena, aromi naturali sale marino, emulsionante: lecitina di girasole, olio essenziale di arancia.ingredienti biologici

stella-con-crema-al-cioccolato-vegana-bio-600g-128751.jpg

STELLA CON CREMA AL CIOCCOLATO BIO
Marchio: Sapore di Sole
Ingredienti: Farina da Grano Tenero Tipo “0”*, Crema al Cioccolato 20% (Sciroppo di Glucosio-Fruttosio da Mais*, Zucchero di Canna*, Cioccolato Fondente* 20% (Pasta di Cacao*, Zucchero Di Canna*, Burro Di Cacao*, Emulsionante: Lecitina Di Soia, Estratto Di Vaniglia*), Acqua, Alcool Etilico*, Amido Nativo Di Mais, Gelificante: Pectina, Correttore di Acidità: Calcio Citrato, Aroma Naturale di Cacao, Sale), Zucchero di Canna*, Olio Di Girasole*, Lievito Naturale da Pasta Madre* (Farina Di Grano Tenero Tipo “0”*, Acqua), Malto D’orzo*, Emulsionante: Lecitina di Girasole, Farina Di Soia*, Aroma Naturale Di Agrumi, Sale Marino, Aroma Naturale di Vaniglia da Bacche (*Biologico).

cuore-vegano-al-farro-con-uvetta-sultanina-cranberry-e-ribes-nero-500-g-128815.jpg

CUORE VEGANO al FARRO, UVETTA SULTANINA E CRANBERRY e RIBES NERO
Lievitato con pasta madre.
Marchio: Pasticceria Fraccaro
Ingredienti: Farina di Farro* 39%, Sciroppo d’agave*, Olio di Girasole*, Lievito Naturale di Farro* 8% (Da Pasta Madre) (Farina Di Farro*, Acqua), Uvetta Sultanina* 4,2% (Uvetta Sultanina*, Olio di Girasole*), Cranberry* 4,2%, Bacche di Ribes Nero* 4,2%, Emulsionante: Lecitina di Girasole, Malto D’orzo*, Farina di Soia*, Aroma Naturale di Agrumi, Sale Marino, Aroma Naturale di Vaniglia. (*Da Agricoltura Biologica)(biologico)

mini-dolce-natale-vegan-bio-con-gocce-di-cioccolato-100g-127889

MINI DOLCE VEGANO CON GOCCE DI CIOCCOLATO
Dolcificato con zucchero di canna bio e senza olio di palma.
Marchio
: Fior di Loto
Ingredienti: Farina di grano tenero tipo 0 bio, gocce di cioccolato bio, ( pasta di cacao bio 505, zucchero di canna bio 8,93%, lecitina di soia bio), olio extravergine d’oliva, zucchero di canna, lievito naturale bio di pasta madre ( farina di grano tenero, acqua), sciroppo d’agave bio, emulsionante: lecitina di girasole bio, glutine bio, sale marino, lievito di birra bio, aromi bio, enzimi.

dolce-del-forno-di-farro-biologico-con-gocce-di-cioccolato-fondente-500g-128811.jpg

DOLCE DI FARRO E CIOCCOLATO FONDENTE
Con pasta madre.
Marchio: Verde & Bio
Ingredienti: farina di Farro 39%, sciroppo di agave, gocce di cioccolato (pasta di cacao, zucchero, burro di cacao, emulsionante:lecitina di girasole), margarina vegetale (olio di girasole, burro di karitè, acqua, succo di limone concentrato, aroma naturale), lievito naturale di grano tenero tipo 0 costituito da pasta acida (farina di grano tenero tipo 0, acqua), acqua, aroma naturale di vaniglia, sale marino, emulsionante. lecitina di girasole, olio essenziale di arancia. Ingredienti biologici.

I dolci vegani si possono anche personalizzare con l’aggiunta di altri golosi ingredienti 100% vegetali!
Ecco un’idea carina per presentare la stella vegana 🙂
Stella, marmellata arance & cannella e panna di soia acquistabili su veganobio.it .
15400452_1190928340976406_5143737740993159502_n

Altre opzioni vegan: disponibili nei supermercati più forniti e nelle pasticcerie artigianali.
Se abitate nel torinese non perdetevi i pandori vegan e tutti gli altri dolci della Pasticceria Jerry di Orbassano.

_____________________

Per i più piccoli.. (oddio, volendo anche per noi grandi 😀 )

calendario-dell-avvento-cioccolato-vegano-125g-128933.jpg
CALENDARIO DELL’AVVENTO
Con cioccolato vegan.
Marchio: Ki Group
Ingredienti: zuchero di canna, burro di cacao, riso in polvere ( sciroppo di riso in polvere, amido di mais, farina di riso), pasta di cacao, emulsionante: lecitina di girasole

______________
NOVITA’ 2016
I cesti natalizi!! 🙂

prodotti-vegani-cesto-natale-2016-v2

CESTO DI NATALE
Marchio: GDL Creazioni
Contiene:
– Fiorentina Vegan (Muscolo di Grano)
– Fusilli Lenticchie Mix Bio (Fior di Loto)
– Pesto di Rucola Bio (Granda Tradizioni srl)
– Fior di Biscotti – Kamut e Mais Integrali (Fior di Loto)
– Cioccolato di Modica Bio – Donato (Sabadì)
– Zuppa di Verdure con Quinoa e Legumi (Dna Bio)
– Hummus al Curry (Probios)

 

 

Con i dolci vegan il Natale è più buono davvero ^_^

 

 

 

°° Dalla Francia arriva una petizione per punire Gianfranco Vissani °°

Le parole cariche di disprezzo dello chef Gianfranco Vissani nei confronti delle persone vegan
dallo studio del programma “In Onda” (La7) hanno fatto il giro del mondo.
La frase shock “I vegani? Io li ammazzerebbe tutti”
( in italiano: “i vegani? Io li ammazzerei tutti”, n.d.r) ha colpito e offeso moltissime persone dallo stile di vita etico, anche fuori dall’Italia.


E’ proprio per la sua sfacciata mancanza di rispetto che, addirittura, dalla Francia è da poco partita una petizione affinché il personaggio televisivo venga punito per quanto espresso ai microfoni del programma.

La raccolta firme è stata avviata dal regista Magà Ettori sul sito petitions24.net.
Questo è quanto si può leggere nell’articolo pubblicato dall’artista sul proprio blog personale:

 

 

 

Genocidio dei vegani, boicottaggio

boycott de Gianfranco Vissani (Magà Ettori - Blog)Il 19 agosto, ospite della trasmissione  » In Onda  » sul canale italiano LA7, lo chef stellato Gianfranco Vissani ha dichiarato: « I vegani sono una setta, sono come i Testimoni di Geova,  » prima chiamata a titolo definitivo al genocidio :  » E intendo i vegani e non i vegetariani. Quello che vorrei fare con i vegani ? Io li ucciderei tutti. « 

È sorprendente come un personaggio pubblico possa liberamente esprimere una tale quantità di menzogne e stupidaggini in un canale televisivo senza rischiare una denuncia.

Mentre gli altri chef presenti in trasmissione si sono indignati per i suoi commenti, chiedendogli di non dire « sciocchezze in TV”, La7 non si è minimamente degnata di scusarsi per l’ospite. È sempre sorprendente sentire la voce dell’orgoglio, la voce della demagogia, la voce dell’intolleranza chiamata genocidio. Gianfranco Vissani chi è per arrogarsi il diritto di giudicare e il diritto di uccidere ? Chi è Gianfranco Vissani per offendere l’onore di milioni di persone sul pianeta con i suoi deliri mediatici ? Nessuno! Un fenomeno da baraccone al quale è stato dato un microfono da La7. L’emittente ha così una sua parte di responsabilità nella vicenda.

Le osservazioni di Gianfranco Vissani sono prive di motivazioni. Invitano al massimo a mettere in discussione i rischi di un cuoco quando è sovraesposto mediaticamente e quando frequenta troppo assiduamente i macelli. Il lavoro della carne e il taglio della carne animale non sembrano essere senza conseguenze per le capacità intellettuali di chi le pratica intensamente. A meno che non invertiamo il problema. Criminologi sottolineano spesso il legame tra un comportamento violento e maltrattamenti di animali.

A meno che, la violenza e la volgarità di Gianfranco Vissani, non siano che una ricerca di visibilità mediatica. L’ex star della tv italiana degli anni ’90 da così tanto tempo vaga attraverso il labirinto dei talkshow, che il suo giudizio è indubbiamente alterato.

Qualunque siano le cause del suo scivolone, la nostra prima reazione è di boicottare tutte le attività commerciali di Gianfranco Vissani (ristoranti, programmi televisivi, libri…). È stato squalificato dai suoi commenti oltraggiosi e per inneggiare all’omicidio. Non si può stigmatizzare e discriminare milioni di persone, mettere un bersaglio sulla schiena di una comunità senza pagarne le conseguenze.

È tempo di reagire. Sappiamo che il caso di Gianfranco Vissani non è isolato. Il problema della vegefobia si sta intensificando in tutti i continenti. Stigmatizzazione, esclusione, satira o l’inferiorizzazione di persone che praticano il vegetarismo, il veganismo e l’antispecismo, stanno diventando sempre più comuni in Europa, negli Stati Uniti, passando per l’Asia e la vetta dell’Everest.

Queste pratiche sono tutte eseguite da lobby industriali che traggono profitto dallo sfruttamento degli animali, per l’ignoranza di molti.

Coloro che denunciano questa corsa al profitto, chi rifiuta lo sfruttamento cinico dei deboli, coloro che affermano che la convergenza delle lotte tra il rilascio di esseri umani e non umani, quelli che confutano il saccheggio delle risorse naturali, questi sono sistematicamente emarginati ed esclusi.

Le leggi vengono approvate tutti i giorni nei cinque continenti per proteggere gli interessi dell’industria. Come ad esempio la proposta di legge della deputata Elvira Savino, scritta con la chiara intenzione di stigmatizzare la comunità vegana in Italia e che potrebbe essere servita su di un piatto d’argento agli industriali della zootecnia. Leggi fangose e xenofobe oggi sono echi in Italia, ma non solo.

Pertanto, noi vegani, cittadini del mondo, solennemente ci appelliamo ad altri vegani, vegetariani, animalisti, antispecisti, e più in generale a tutte le donne e agli gli uomini con la possibilità di boicottare tutte le attività commerciali di Gianfranco Vissani in tutto il pianeta e chiedere al canale italiano La7 una condanna all’ospite del programma  » in onda  ».

Petizione indirizzata a Urbano Cairo proprietario dell’emittente televisiva La7.

 

Magà Ettori, Dublin, 20/08/2016 in collaborazione con paroledanimaux.com/

[ Traduzione : Carmen Luciano e ExtraVegano ]

 

Chiunque voglia unirsi a Magà Ettori affinchè vengano presi provvedimenti per quanto detto dallo chef italiano, può firmare la petizione cliccando QUI.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: