Archivi Blog

°°[ATTIVISMO] Diamo un Colpo alla Redditività del Commercio di Suini°°

Cari e care followers,
è passato qualche giorno da quando la Sfattoria degli Ultimi ci ha informate/i della notifica di abbattimento dei maiali e dei cinghiali ospiti del rifugio. Animali SANI, detenuti rispettando tutte le norme igienico-sanitarie stabilite.

Dopo aver ascoltato la diretta video dell’attivista della pagina ShinSekai – Nuovo Mondo e aver appreso che l’abbattimento è stato voluto per “tutelare la redditività dell’azienda zootecnica suinicola” eccomi qui a scrivere questo articolo per invitarvi a una nuova azione.

Nei giorni scorsi sono state mandate migliaia di email di protesta verso la ASL ROMA 1.
Sono state raccolte oltre 81 mila firme nella petizione lanciata da Emanuele Zacchini diretta a Roberto Speranza, Angelo Ferrari, Nicola Zingaretti e Sabrina Alfonsi.
Circa 50 attivisti e attiviste sono giunte/i sul luogo a seguito del comunicato, e molte altre persone raggiungeranno Via Arcore 92 nella giornata di oggi e in quelle prossime. Con i loro mezzi e i loro corpi stanno facendo ostacolo in caso di arrivo degli esecutori.

Ma oltre a essere lì presenti sul posto, per chi può, oltre a firmare petizioni e farci sentire in ogni modo possibile e immaginabile, c’è un’altra cosa che possiamo fare. Concreta, gratuita, diretta, efficace:
dare un colpo all’industria suinicola.

Vogliono abbattere questi maiali e cinghiali sani per tutelare la redditività dell’azienda zootecnica che ogni anno miete vittime di questo tipo? Facciamola CROLLARE.

Chi ha scelto di diventare vegetariano o meglio ancora vegan ha già intrapreso un percorso di alienazione dalla sofferenza, dalla prevaricazione e dalla morte degli animali, dando un segnale chiaro all’industria dello smontaggio delle altre specie.
Pertanto mi rivolgo a chi ancora la finanzia consumando i resti di queste creature.

Se questa storia di ingiustizia legalizzata vi ha particolarmente toccato
se siete contro la violenza
se volete dimostrare solidarietà alle persone che stanno difendendo La Sfattoria degli Ultimi
se desiderate stare dalla parte dei maiali e dei cinghiali sani che potrebbero essere ingiustamente ammazzati


NON ACQUISTATE CARNE DI MAIALE O DI CINGHIALE
FINO A QUANDO QUEST’ORDINANZA NON VERRA’ ANNULLATA
ESCLUDETE DALLA DIETA QUESTI ANIMALI.


Facciamo crollare la domanda, e di conseguenza anche gli introiti economici dell’azienda zootecnica suinicola.

Vi ricordo che come consumatori e consumatrici le vostre scelte CAMBIANO IL MONDO.
In che mondo vogliamo vivere?
Vogliamo vivere in un mondo dove un giorno qualcuno si sveglia e informa altri che vuole ammazzare delle vite?
Vogliamo vivere in un mondo dove l’esistenza è negata?
Dove degli esseri umani X impongono le proprie scelte ai restanti?

Io voglio vivere in un mondo dove nessuna arma viene più fabbricata e usata per negare la presenza fisica a esseri senzienti. Voglio vivere in un mondo dove si rispetta la vita. Dove c’è amore al posto della cattiveria, dove c’è cura al posto della violenza.

Aiutateci a costruire questo mondo, da oggi, con le vostre scelte.
Grazie di cuore.


Carmen.




°°ASL ROMA 1: Ordinato Abbattimento Immediato dei Maiali de La Sfattoria degli Ultimi°°

Cari e care followers,
vi informo di una notizia gravissima che ci è giunta nel pomeriggio di lunedì 8 agosto 2022.
Da quanto emerge dal post de La Sfattoria degli Animali, l’ASL ROMA 1 ha notificato l’ordinanza di abbattimento immediato dei maiali e dei cinghiali ospiti del rifugio.
Stiamo parlando di circa 140 esemplari sani, salvati da situazioni di maltrattamento o sottratti alla morte, che adesso rischiano nuovamente la vita a causa della peste suina e dei timori per la salute umana che essa ha portato. Massimo Manni, del rifugio Capra Libera Tutti, in una diretta su Instagram ha spiegato che possono arrivare in qualsiasi momento a compiere l’esecuzione, e che probabilmente la mattanza avverrà con scariche elettriche. Ci rendiamo conto?

Una vergogna, un insulto alla vita volerla calpestare a tutti i costi.
Un affronto all’opinione pubblica e alla volontà di cittadini e cittadine, già vessati negli ultimi due anni da tentativi vari di coercizione e obbedienza imposta.

Come si può pensare anche solo lontanamente di compiere delle esecuzioni di innocenti?
Che coscienza può mai avere una persona che accetta un tale ordine?


È una lotta contro il tempo.
L’ASL potrebbe sopraggiungere in qualsiasi momento. I volontari e le volontarie de La Sfattoria stanno gridando aiuto. Non lasciamo queste persone da sole. Non permettiamo che vengano uccise creature indifese e innocenti.
Chi può, si rechi fisicamente al rifugio per difendere la vita di chi merita di esistere tanto quanto qualsiasi essere umano.

La Sfattoria degli Ultimi si trova in:
Via Arcore 92
00188 Roma

Inoltre, vi invito a inviare un messaggio di dissenso ad ASL ROMA 1
agli indirizzi:
ufficio.stampa@aslroma1.it,
direzione.generale@aslroma1.it,
direzione.sanitaria@aslroma1.it

Messaggio tipo:

Spettabile ASL ROMA 1,
ho appreso da La Sfattoria degli Ultimi che è stata notificata l’ordinanza di abbattimento dei maiali e dei cinghiali SANI ospiti del rifugio. Animali che hanno già visto il lato peggiore dell’umanità prima di essere accolti dal rifugio, e che adesso vedono pendere sulla propria testa una condanna a morte assolutamente ingiustificata. Vi scrivo per chiedervi di non commettere questo oltraggio contro la vita.
Siete esseri umani, appartenete a una delle infinite specie del mondo, la natura in nessun modo vi ha mai dato il diritto di annientare le altre specie che ne sono ospiti come noi.
Mi unisco a tutte le persone che stanno difendendo queste creature e che si oppongono al loro massacro.
Lasciatele vivere! Vivete la vostra vita e non negatela agli altri! LASCIATE STARE I MAIALI DE LA SFATTORIA DEGLI ULTIMI!



OLTRE A INVIARE UNA MAIL DI PROTESTA potete unirvi alla lotta contro il massacro dei di maiali e cinghiali prendendo parte all’azione DIAMO UL COLPO ALLA REDDITIVITA’ DEL COMMERCIO DEI SUINI

Vi prego di mobilitarvi nel modo in cui potete contro questo sopruso legalizzato.



Aggiornamento di lunedì 8 agosto 2022:
dal mondo animalista si stanno mobilitando associazioni, attivisti e attiviste.
Si attende la presenza di numerose persone che a breve partiranno per andare a Roma e difendere gli animali. Continuiamo a farci sentire e a dare voce a chi non si può difendere. Grazie di cuore.

Aggiornamento di martedì 9 agosto 2022:
a La Sfattoria degli Ultimi sono arrivate circa 50 persone animaliste da tutta Italia che hanno bloccato l’ingresso del rifugio con le proprie auto.
È stata avviata una raccolta firme alla quale hanno aderito già oltre 25.000 persone.
Per firmare, cliccare QUI.
Continua poi l’invio di email di protesta: i messaggi recapitati dovrebbero essere già vicini alle migliaia.
La LAV ha diffidato l’ASL ROMA 1 e si sta impegnando col proprio Ufficio Legale per fare ricorso al TAR. Assieme ad altre associazioni, si sta dando pieno sostegno al rifugio.

Aggiornamento di mercoledì 10 agosto 2022:
l’attivista della pagina ShinSekai – Nuovo Mondo ha girato una diretta video sul posto per mostrare l’arrivo delle persone a difendere gli animali de La Sfattoria degli Ultimi.
Nel video si parla anche dell’ordinanza, che sarebbe voluta dal Dott. Frega e dal politico Zingaretti.
Al rifugio avrebbero concesso di poter salvare due soli animali dei circa 140 ospiti. ll massacro preannunciato sarebbe poi dovuto alla necessità di “tutelare la redditività dell’azienda zootecnica suinicola”. In poche parole, questi animali SANI potrebbero minacciare quelli SCHIAVIZZATI E COMMERCIATI.

°°[URGENTE] Protesta Contro La Strage di Cinghiali del Bisagno (GE)°°

Cari e care followers, giungono bruttissime notizie dalla Rete dei Santuari di Animali Liberi in Italia.
Stando al comunicato pubblicato poche ore fa la regione Liguria avrebbe deciso di far partire alcuni abbattimenti di cinghiali a Genova.
Nel comunicato si legge quanto segue:

“Da lunedì 31 gennaio 2022, purtroppo, inizieranno gli abbattimenti della colonia di cinghiali che vive lungo il torrente Bisagno a Genova. Non possiamo accettare questo provvedimento.
Abbiamo bisogno del tuo aiuto per cercare di fermare quella che sarà una strage perché gli animali saranno braccati senza speranza.

Vale la pena ribadire ancora una volta che si tratta di animali sani, che stanno tutti bene.

Chiediamo quindi misure alternative all’abbattimento. I cinghiali devono restare dove si trovano.
È infatti possibile istituire una riserva in cui possano continuare a vivere tranquilli fino a quando l’emergenza non sarà passata.

Per favore aiutaci ad aiutare i cinghiali del Bisagno.
Esprimi il tuo dissenso attraverso una mail che abbiamo preparato .
Ferma con noi la strage.

Oggetto della email 👉 Giù le mani dai cinghiali del Bisagno.

Testo da inviare:

Ho appena saputo che intendete abbattere i cinghiali che vivono lungo il torrente Bisagno.
Sono animali tranquilli, pacifici e sani. Vengono monitorati da volontari e volontarie.
Hanno storie, famiglie, affetti. Sono individui unici al mondo. La peste non li ha raggiunti.
I casi di carcasse positive sono ancora distanti. Pensare di eliminarli oltre che riprovevole contribuirebbe piuttosto a diffondere la peste spaventandoli e disperdendoli in fuga disperata verso altri territori.
Chiedo quindi di sospendere immediatamente ogni vostro intendimento cruento e di trasformare l’intervento in un monitoraggio della colonia.
In fede

Nome e cognome

Da inviare ai seguenti indirizzi
presidente@regione.liguria.it, protocollo@pec.regione.liguria.it, presidente@regione.liguria.it, presidente.sanita@regione.liguria.it, vicepresidente.assessore.agricoltura@regione.liguria.it, protocollo@pec.regione.liguria.it, agricoltura.psr@cert.regione.liguria.it, presidenza@cert.regione.liguria.it,
sanita.animale@asl3.liguria.it

Grazie a chi si unirà nell’invio di una email di protesta per difendere queste creature.


Carmen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: